SALUTE e MEDICINA

Gestione del rischio clinico sanitario

October 11 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Come affrontare le novità della legge Gelli

La gestione del rischio clinico sanitario riguarda principalmente le controversie legali tra pazienti e strutture sanitarie, ma è anche un elemento che certifica la qualità dell'assistenza degli operatori sanitari.
Il sistema sanitario è molto complesso e i rischi sulle attività svolte sono sempre molto elevati. L'errore umano è da mettere in conto, ma se si ha una chiara e precisa procedura, questo si può limitare. La distinzione principale tra gli errori può essere riassunta in: errore attivo e latente. Quello attivo è spesso riconducibile ad un'azione sbagliata, mentre quello latente è dovuto ad una procedura sbagliata. Molto spesso, quindi, l'errore attivo è dovuto ad un errore latente.
Il danno può essere minimo o nullo, ma a volte può avere delle conseguenze per la salute.
Il rischio clinico e la sua gestione (www.eudomina) deve quindi tener conto del comportamento umano che sarà più preciso quanto la procedura e si deve imparare dagli errori per non commetterli una seconda volta.

Per anni si è tentato di "trasferire" in ambito sanitario altri modelli di procedura, ma senza successo: urgeva quindi un protocollo pensato apposta per il rischio clinico per evitare il più possibile gli errori latenti. Questi ultimi sono anche i più difficili da individuare in quanto si tende sempre a concentrarsi su quelli attivi fermandosi li. In realtà sono proprio gli errori latenti quelli su cui si può migliorare maggiormente.
Il principio è che l'errore umano è dovuto ad una serie di errori procedurali che l'hanno indotto: ogni passaggio dovrebbe essere privo di punti critici che vanno individuati e corretti.


Metodi e strumenti per la gestione del rischio clinico
La gestione del rischio clinico è un processo sistematico che analizza la dimensione clinica e gestionale per assicurare ai pazienti più sicurezza e ridurre al minimo l'errore. Si individua quindi la criticità e la sistema in un contesto metodologico approfondendo questi aspetti.
I metodi per affrontare il risk managment clinico sanitario sono molti, ma possiamo dividerli in 2 gruppi che non si escludono a vicenda: proattivo (si analizza il processo e anche prima) e reattivo (individuato l'errore si va a ritroso nel metodo).

Sistemi di segnalazione e raccolta di informazioni
La segnalazione quindi è fondamentale e l'obiettivo è quello di non ripetere le stesse criticità avviando un processo di revisione.
Le segnalazioni possono essere learning o accountability. Le prime servono per un continuo miglioramento del processo clinico, le seconde puntano di più sull'errore e come evitarlo e si basano sul principio di responsabilità.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere