ECONOMIA e FINANZA

Gestione patrimoniale: cos'è e come avvalersene?

January 27 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Quando si parla di gestione patrimoniale, occorre prima di tutto specificare che si tratta di un mandato conferito a una Società di Gestione del Risparmio (SGR). Le somme affidate vengono investite e disinvestite in valori mobiliari. Il fine della gestione del patrimonio è quello di ottimizzare la redditività del capitale affidato in linea con il profilo di rischio e in conformità alle indicazioni date dal cliente.

Oggi ti parlo dei 2 punti che reputo fondamentali per una corretta ed efficiente gestione patrimoniale:


1) DEFINISCI I TUOI OBIETTIVI
Strano popolo quello degli italiani: tanta fatica per guadagnare e accumulare ricchezza, poca attenzione nel gestirla al meglio. Nella maggior parte delle circostanze si risparmia senza associare alcun obiettivo e questo è un errore.
Il punto di partenza per la gestione del patrimonio è la definizione dei tuoi obiettivi. Non possono esistere alternative valide a questo punto.

Detto ciò, oltre al comprendere l’importanza del porsi obiettivi, è necessario che tu ti metta nella condizione di pianificare solo progetti realmente realizzabili.

Come puoi comprendere cos’è alla portata delle tue risorse? Studiando accuratamente il tuo patrimonio.

Il rischio più grande – rappresentato dalla costruzione di obiettivi irrealizzabili – ovviamente si pone in termini di perdite economiche: se punti a realizzare qualcosa al di fuori delle tue possibilità, è chiaro che il rischio di perdere quel che possiedi aumenta.

Perciò, cerca di essere sempre molto realista e di procedere per step. Agendo in questo modo, sarai sicuro di fare due lavori in uno:
– Proteggere le risorse finanziarie in tuo possesso;
– Provvedere ad aumentarle strategicamente controllando la volatilità.

Porsi obiettivi è il modo migliore per monitorare i progressi:
Stai rispettando i tempi che ti sei posto?
Sono realmente proficui gli sforzi impiegati per raggiungerli?
Sarebbe il caso di rivederli e modificarne i parametri?

Queste sono tutte domande più che lecite che devi porti in corso d’opera.



2) DIVERSIFICA IL PORTAFOGLIO
Un requisito fondamentale per una corretta gestione del patrimonio è la diversificazione del portafoglio: in tal modo è possibile cogliere tutte le opportunità che tanti singoli investimenti possono offrire.

Una corretta diversificazione del portafoglio punta a contenere la volatilità e il rischio, abbinando gli elementi del portafoglio anche in base allo scenario di mercato.
Avere un portafoglio diversificato significa analizzare la correlazione tra strumenti e scenario di mercato e scegliere un orizzonte temporale ottimale per ottenere il risultato.

Un buon portafoglio diversificato può essere costruito anche da pochi prodotti finanziari ben selezionati. Quindi, diversificare il portafoglio significa prima di tutto saper scegliere in base al rischio e all’obiettivo di rendimento.



Non sentirti costretto a occuparti personalmente della gestione patrimoniale: laddove il tempo dovesse mancarti, sarà necessario che tu ti rivolga a un professionista di fiducia che ti assicuri la tutela e la crescita del tuo patrimonio al fine di soddisfare le tue esigenze nel miglior modo possibile.

Se non ne conosci ancora uno, non esitare a contattarmi. Sono a tua completa disposizione per valutare insieme le proposte di investimento più adatte alle tue esigenze.



Fabrizio Oliva



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Fabrizio Oliva
Autore del blog - 4 passi nella finanza
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere