ARTE E CULTURA

GIUSEPPE TAIBI – L’Arte e la globalizzazione

August 18 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Un tema, quello della globalizzazione, che non può non coinvolgere emotivamente e umanamente un artista e il suo lavoro.

Conosceremo mai le conseguenze di questo fenomeno di apertura dei confini fisici, economici e culturali, definito “GLOBALIZZAZIONE”?
I governi dei popoli coinvolti, avranno un gran da fare nei prossimi decenni per gestire il fenomeno che riguarda soprattutto il controllo dell’equilibrio tra la ricchezza e la povertà nel mondo.
Negli ultimi anni il dramma della migrazione ad oltranza e senza regole verso l’Europa, ha già caratterizzato quello che sarà il prossimo futuro.
Credo personalmente, che il mondo non sia ancora pronto ad affrontare questo fenomeno così complesso, le differenze sociali, economiche e culturali, sono abissali tra i paesi coinvolti.
É probabile invece che proliferino movimenti di controtendenza, come il NAZIONALISMO RADICALE ed il PATRIOTTISMO ESASPERATO, ed ancora peggio il RAZZISMO.
Nell’ambito della comunicazione e della tecnologia, invece, si assiste veramente ad un incredibile salto in avanti a livello esponenziale.
Direi proprio che siamo già nel futuro, l’arte soprattutto, ne raccoglie i benefici, oggi infatti è più facile far conoscere la propria attività artistica, e risulta meno difficile promuoverla attraverso la RETE e tutto ciò che ad essa è collegato.
L’unica certezza comunque, resta l’irreversibilità del fenomeno GLOBALIZZAZIONE, non potremo infatti tornare più indietro, per cui possiamo soltanto augurarci che tutto proceda senza drammi, così che domani potremo dire “ne è valsa la pena”.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere