ARTE E CULTURA

GIUSEPPE TAIBI – La pittura è eterna – ma è solo uno dei tanti volti dell’arte.

October 1 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

OGNI ARTISTA dovrebbe avere l'obbligo morale di configurarsi con la propria generazione.

Penso ormai sia inconfutabile, la pittura ha dimostrato di essere un fenomeno eterno. Dall’inizio del secondo millennio ad oggi infatti, pur con innumerevoli metamorfosi, ha continuato a resistere ed a reinventarsi. L’inizio del 900′ per esempio, con la nascita delle avanguardie, con i nuovi mezzi espressivi, i nuovi materiali, e soprattutto con il nuovo modo di pensare l’arte, sembrava ormai avviarsi al suo declino. In particolare nel primo dopoguerra, la pittura figurativa lasciava campo libero a quella astratta, la fase successiva si pensava fosse la sua definitiva scomparsa, ma non è stato così. La pittura comunque, è soltanto uno dei tanti volti dell’arte, ed un artista contemporaneo ha l'obbligo di configurarsi con le nuove realtà tecnologiche e comunicative delle nuove generazioni. Tutto ciò, attraverso una ricerca che non deve dimenticare o rinnegare il glorioso passato, così unico ed immenso. Soprattutto trovando nuovi percorsi artistici, non bisogna sottovalutare bellezza e contenuti, anche a discapito di nuovi, originali e talvolta bizzarri e scandalosi linguaggi.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere