MUSICA

Giusy Pischedda vince Musica Controcorrente con un brano dedicato a Mia Martini

July 18 2012
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente
CORRELATI:

E' Giusy Pischedda di Sassari, con il brano "Nel silenzio sarà musica", dedicato a Mia Martini, la vincitrice dell'ottava edizione di Musica Controcorrente, il concorso di canzone d'autore tenutosi dal 13 al 15 luglio a Collicello di Amelia in provincia di Terni e dedicato quest'anno a Lucio Dalla.

E' Giusy Pischedda di Sassari, con il brano "Nel silenzio sarà musica", dedicato a Mia Martini, la vincitrice dell'ottava edizione di Musica Controcorrente, il concorso di canzone d'autore tenutosi dal 13 al 15 luglio a Collicello di Amelia in provincia di Terni e dedicato quest'anno a Lucio Dalla.

A decretare i vincitori è stata una giuria composta da: Don Backy (direttore artistico), Paolo Benvegnù, Alessandra Carnevali (Blogosfere Festival), Emiliano Caponi (editore e produttore), Enrico Deregibus (giornalista e consulente del festival), Bepi Di Stefano (editore e produttore), Laura Franceschini (presidente Ass. Il Borgo Risplende), Maristella Gallotti, il patron Sergio Garroni, Iskra Menarini, Fausto Pellegrini (giornalista, Rai News), Stefano Profeta (editore e produttore), Giordano Sangiorgi (patron del Mei), Giovanni Santodonato (vicepresidente Endas), Rita Speranza (autrice Rai), Paolo Talanca (critico musicale, membro del Club Tenco).

Tanti gli ospiti prestigiosi, a partire da Paolo Benvegnù, uno dei più apprezzati cantautori della scena rock italiana, che ha chiuso la rassegna affascinando il pubblico per la raffinatezza e la forza espressiva dei suoi brani. Oltre a lui, nella tre giorni del concorso si sono alternati sul palco di Collicello di Amelia, Isabel Tamiazzo, Maristella Gallotti, già vocalist di Lucio Battisti, e Iskra Menarini, storica voce di molti brani di Lucio Dalla. Grande spazio, fra gli ospiti, è stato riservato anche a giovani talenti come Giovanni Block, già vincitore di Musicultura e del Premio Siae/Club Tenco 2007, i Violapolvere, freschi vincitori dello Hyundai Music Awards, e Jacopo Ratini, già finalista di Sanremo Giovani. Agli ultimi due è stato consegnata la targa "Oltre Musica Controcorrente".

Al secondo posto si è classificato Vanni Pinzauti, toscano di Quarrata, con la canzone "La voce fuoricampo", che ha fatto incetta di riconoscimenti, aggiudicandosi anche il premio della critica, il premio Endas/Controcorrente e la targa del Mei (Meeting degli indipendenti), che gli permetterà di esibirsi a fine settembre nel festival Supersound a Faenza. Il terzo posto è andato invece a Vincenzo Scruci, di Potenza, che ha proposto il brano "Mettetevi comodi" ed ha vinto anche la targa del liveclub romano "L'Asino che vola" assegnata per "l'originalità e il rischio artistico".

Il premio della Fiofa (Federazione dei festival d'autore) è andato ad Andrea Balestrieri, il premio AFI (Associazione Fonografici Italiani) a Eleonora Bagnani, il premio "Il borgo risplende" (memorial Nicoletta Garroni) a Spiros Ezio Maresca. Oltre ai vincitori, sono arrivati alla finale anche Francesca Lombardi, con il brano "Verso te" e Michele Savino con "L'ultimo giorno di stage".

Tra i 22 semifinalisti hanno ricevuto la targa Autore Controcorrente (per la migliore interpretazione di un brano di Lucio Dalla) Francesca Lombardi, Giusy Pischedda e Pietro Sorano. Il premio "We Want Radio" per il semifinalista più votato sul web è andato invece a Daniele Moraca con il brano "Senso Unico". Il festival, organizzato dall'Associazione Musica Controcorrente guidata dal patron Sergio Garroni, è realizzata con il Patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Terni, del Comune di Amelia e il sostegno della Pro-Loco di Collicello di Amelia.


Link:

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere