HI-TECH

GPS per senior: sicurezza dell'anziano e tranquillità del caregiver!

January 11 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente
CORRELATI:

Nascono in Giappone le soluzioni tecnologiche che permettono di trovare e monitorare l'anziano affetto da demenza evitando i fenomeni come il "vagabondaggio"

Sono sempre di più gli anziani affetti da demenza senile e di conseguenza è in aumento anche il numero degli anziani che hanno la tendenza a vagabondare e smarrirsi. Ecco quindi tre soluzioni di GPS per anziani che potranno cambiare la vita sia del malato che del caregiver.

In Giappone la prima vera rivoluzione di GPS per anziani per risolvere il problema dei seniors che tendono a smarrirsi poco dopo essersi allontanati da casa. Il “vagabondaggio”, infatti, è un comportamento tipico di coloro che sono affetti da declino cognitivo poiché hanno la tendenza ad andare alla ricerca di luoghi del passato, oppure, più semplicemente, il loro desiderio di entrare in contatto con il mondo circostante si scontra con la graduale perdita di attenzione e con l’alterata percezione dello spazio determinata dal degenerare della malattia. Secondo il Japan Times, in effetti, risultano 539 casi di anziani smarriti nel solo anno 2015. La soluzione pensata per questo problema nella città di Iruma è sorprendentemente innovativa: un adesivo di un centimetro quadrato da apporre sull’unghia dell’anziano affetto dal morbo di Alzheimer recante un codice QR leggibile con dispositivi tecnologici di ultima generazione. L’anziano, se si è smarrito, può dunque chiedere aiuto ad un passante, che, utilizzando semplicemente il suo smartphone, potrà leggere il QR code sull’adesivo e mettersi in comunicazione con un impiegato comunale che, attraverso un codice personale associato direttamente all’anziano, potrà risalire all’identità di quest’ultimo, al suo indirizzo ed ai numeri telefonici dei suoi congiunti.

Ma come comportarsi quando non sono a disposizione tali sofisticate tecnologie? Esistono moltissimi localizzatori GPS per anziani, ma la scelta va effettuata oculatamente, rendendosi conto non solo di quali sono le esigenze dell’anziano, ma anche le sue capacità.

GPS per anziani: scaricare una app

Esistono, infatti, app, sia gratuite che a pagamento, per smartphone di varia natura, ma per questa soluzione è necessario che l’anziano sia in grado di utilizzare un telefono cellulare relativamente semplificato. Tra queste app, che permettono all’utente di rendersi conto della propria posizione e di visualizzare una mappa che gli mostri il percorso per tornare a casa, nonché di inviare la propria posizione e talvolta di effettuare una telefonata per richiedere aiuto, la più diffusa è di certo la conosciutissima e gratuita Google Maps. Tuttavia, risulta molto più adatta per la terza età la app Frontrillo, che grazie alle icone di maggiori dimensioni è più adatta a coloro che soffrono di disturbi della vista, ed è anche dotata di una funzione SOS e di un bottone per le chiamate di emergenza.

GPS per anziani: telefoni ed ausili semplificati

Un’altra possibilità concernente i sistemi di localizzazione GPS per anziani sono telefoni ed ausili semplificati, idonei per coloro che non hanno la sufficiente confidenza con le apparecchiature tecnologiche per utilizzare uno smartphone. Apparecchi di questo genere danno la possibilità al parente di tracciare gli spostamenti del suo caro ed anche di impostare, attraverso un servizio di geofence, delle zone sicure in maniera tale da ricevere un’immediata segnalazione se l’anziano dovesse uscirne. Normalmente, tali dispositivi presentano anche un bottone per l’SOS e, talvolta, anche pulsanti in grado di effettuare delle chiamate di emergenza a dei numeri selezionati. Tra questi è di particolare rilievo un dispositivo di nome GPSPocket che non solo permette di effettuare chiamate, ma è anche dotato della particolare funzione “uomo a terra”, che in caso di caduta della persona che lo porta con sé invia un immediato segnale di allarme.

GPS per anziani: bracciali GPS

L’ultima soluzione GPS per anziani, estremamente semplice poiché non presuppone un intervento attivo dell’anziano, sono braccialetti oppure orologi dotati di localizzatore GPS che garantiscono la serenità del caregiver, il quale può in ogni momento essere a conoscenza dell’esatta posizione del suo assistito. A tale proposito, sono degni di essere segnalati Keruve, un orologio da polso dotato di GPS per anziani, e Findxone, che oltre ad un GPS con una app dedicata è anche dotato di una Sim Vodafone per effettuare telefonate.

Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere