EDITORIA

Grande attesa per l’uscita in libreria de La città bianca - di Francesca Romana Orlando - Edizioni Psiconline

December 17 2014
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Dal 18 dicembre è finalmente disponibile in tutte le librerie e on line La città bianca il romanzo thriller di Francesca Romana Orlando nella collana A Tu per Tu – Edizioni Psiconline.

La città bianca è già stato presentato in anteprima a Pedavena e poi a Terni nell’ambito di manifestazioni nelle quali si è discusso dei rischi per la salute legati ai campi elettromagnetici di wi-fi, cellulari, dispositivi mobili, tema ampiamente trattato nel libro anche se, come l’autrice stessa ha specificato, il libro è opera di fantasia. I personaggi, le multinazionali, le organizzazioni e le istituzioni citate, come la E-ART o il Global Forum for Mobile World, sono il prodotto dell’immaginazione dell’autrice. Nel caso di istituzioni reali, come l’Istituto Superiore di Sanità e l’OMS, o di eventi reali, la citazione serve ad offrire una cornice alla finzione e non ha alcun intento di descrivere la condotta di alcuno degli appartenenti a queste istituzioni.
Anche le vicende relative al conflitto di interessi nella commissione IARC, che sono state svelate da un’inchiesta giornalistica, sono citate in questo libro esclusivamente come pretesto per costruire intorno ad esse gli intrecci della finzione.
Quando si fa riferimento a studi scientifici reali, questi sono citati dettagliatamente in nota.

Il volume conduce il lettore in mondi che sono probabilmente distanti dalla sua vita quotidiana, come quello della ricerca scientifica, delle agenzie di salute pubblica, delle società di consulenza e di pubbliche relazioni, dell’industria delle telecomunicazioni e della criminalità organizzata.
La città bianca è un volume piuttosto corposo, ma ciò non deve intimidire chi è in cerca di novità editoriali anche in vista dei regali di Natale e rimane incuriosito, ma anche indeciso se acquistare il libro fresco di stampa nonostante le sue quasi seicento pagine.
La città bianca è infatti un libro che rapisce il lettore dalla prima all’ultima pagina, che si esaurisce in poche ore perché è impossibile interrompere la lettura, si diventa parte della storia e la suspense fa restare in allerta in quell’intreccio crescente di varie vicende che corre in parallelo negli Stati Uniti, in India, in Italia e in Inghilterra e che coinvolge personaggi diversi tra loro.
Un tranquillo professore di statistica di una università di provincia si è appena trasferito a New York. Sta per iniziare una consulenza per una delle più grandi società di assicurazioni statunitensi. È entusiasta. Sembra che niente possa fermare la sua ascesa nella Grande Mela quando apre la porta della sua camera d’hotel e viene ucciso da un misterioso fattorino.
A Londra, l’ultima sera dell’anno, un esperto PR della City partecipa ad un incontro degli alcolisti anonimi. Vuole cambiare la sua vita e per non essere riconosciuto, ha scelto una chiesa di periferia.
A Roma una biologa dell’Istituto Superiore di Sanità sta preparando una perizia per conto del tribunale sui rischi connessi ai ripetitori dei cellulari. È una decisione difficile da cui dipenderà il destino di centinaia di persone, ma anche il suo. Se sbaglia potrebbe restare isolata dalla comunità scientifica. Ad aggravare queste preoccupazioni c’è l’accusa assurda di essere coinvolta in un traffico di stupefacenti e lo strano incidente stradale di cui è vittima suo padre, decano di medicina ormai in pensione.
Un ingegnere di Nuova Dehli sta per lasciare l’India per iniziare una nuova carriera a Londra, quando una giovane e bellissima ricercatrice si offre a lui con eccessiva disinvoltura.
Che cosa accomuna questi personaggi?
Si trovano tutti ad un bivio, di fronte ad una scelta e sono tutti in pericolo di vita.
Francesca Romana Orlando, giornalista professionista, è esperta di divulgazione scientifica. Ha studiato Lettere all’Università La Sapienza di Roma e all’Università di Exeter nel Regno Unito. Ha conseguito prima il Perfezionamento in Scienze della Comunicazione presso la Sapienza e poi la Specializzazione in Analisi e Gestione della Comunicazione all’Università di Tor Vergata, facendo esperienza presso la redazione di Rai News 24 e del Tg3 Nazionale. Ha vinto nel 2000 il Premio speciale della giuria del Rotery Club Roma Nord-Ovest “C. Casalegno” per la qualità del percorso formativo.
Dalla fine degli anni ’90 alla metà degli anni 2000 ha lavorato per diverse riviste del settore delle telecomunicazioni e dell’editoria digitale, tra cui Media 2000, ZdNet, Internet Magazine, Internet World, e-Business e molte altre. Di recente collabora per Sicurezza Sanitaria e scrive articoli per il sito di A.M.I.C.A. (www.infoamica.it), un’associazione che si occupa di inquinamento chimico ed elettromagnetico. Per la stessa associazione, che ha co-fondato nel 2003, organizza annualmente convegni medico-scientifici. Nel 2010 ha pubblicato il saggio “Il Cerchio Perfetto” sul conflitto di interessi nelle politiche ambientali e di salute pubblica.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Arianna Ciamarone
Responsabile pubblicazioni - Edizioni Psiconline
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere