SOCIETA

I Diritti Umani nel crocevia della stazione

September 12 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Questa settimana i volontari di "Uniti per i Diritti Umani" attraverso un tavolo informativo nel piazzale della Stazione di Brescia hanno distribuito 200 libretti che illustrano i 30 Diritti Umani sanciti nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Diffondere la conoscenza dei Diritti Umani all'incrocio di diverse etnie.

Un tavolo informativo era disponibile al piazzale della Stazione di Brescia. Alcuni volontari della campagna "Gioventù per i Diritti Umani", istituita dalla Chiesa di Scientology, hanno distribuito 200 opuscoli che illustrano i 30 diritti in modo semplice e con una grafica accattivante e comunicativa.

Come consueto nel piazzale sono transitate molte persone appartenenti alle più diverse etnie. Potremmo dire che la stazione rappresenta il luogo più diversamente popolato della città.
Il luogo è stato scelto proprio per diffondere i Diritti Umani alle diverse comunità, come per ricordare loro quei diritti che sono comuni e quindi costituiscono la base per una integrazione anche culturale.

L’educazione è il fondamento e il catalizzatore per condurre all'integrazione le persone facendo leva sullo stabilire e riconoscere, per sè e per altri, i comuni diritti.

I Diritti sono anche testualmente elencati nelle pagine finali così come sanciti nella Dichiarazione Universale promulgata nel 1948 presso la neonata "Organizzazione delle Nazioni Unite".

I diversi educatori necessitano di materiali e strumenti che possano facilmente usare per includere i diritti umani nel loro programma didattico. Riconoscendo questo, Uniti per i Diritti Umani ha fornito la risposta: il Pacchetto Educativo “Dar vita ai diritti umani”. Questo pacchetto gratuito fornisce agli insegnanti ed agli educatori di ogni dove una risorsa per aiutarli a dar vita ai concetti dei diritti umani e fare in modo che diventino una realtà nel cuore, nella mente e nelle azioni di coloro che studiano questo soggetto.

Una campagna di Scientology

In un mondo in cui le persone vengono continuamente bombardate da preoccupanti informazioni sui media in merito a violazioni dei diritti umani. Le violazioni sono ad esempio, attacchi con gas mortali, tratta di esseri umani, povertà e carestia creata dall’uomo. Pochi comprendono i propri diritti e ancora meno sanno come esercitarli.

Fedeli alla loro lunga tradizione di paladini della causa della libertà per tutti, la Chiesa di Scientology e i suoi membri cercano di porvi rimedio. Sponsorizzano una delle più ampie iniziative di sensibilizzazione pubblica per l’educazione sui diritti umani: United for Human Rights [Uniti per i Diritti Umani] e la sua componente indirizzata ai giovani Youth for Human Rights [Gioventù per i Diritti Umani].

Queste campagne sono le azioni che rispondono a quanto scritto da L. Ron Hubbard: “sostenere sforzi davvero umanitari nel campo dei diritti dell’Uomo”.

Le mete di queste organizzazioni senza scopo di lucro, aconfessionali, sono duplici: insegnare ai giovani i propri diritti inalienabili ed aumentare quindi in modo considerevole la consapevolezza nell’ambito di un’unica generazione. Inoltre vengono presentate petizioni ai governi affinché attuino e facciano rispettare le disposizioni della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite presentata nel 1948, che costituisce il più alto esempio mondiale sul soggetto, e rendano obbligatoria l’istruzione scolastica sui diritti umani.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere