SOCIETA

I lavoratori Farmacap chiedono un incontro, ma la giunta di Roma Capitale evapora

June 25 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Roma martedì 23, le lavoratrici ed ai lavoratori dell’azienda speciale comunale Farmacap, insieme alle loro RSA, sono in piazza del Campidoglio. Hanno richiesto un incontro alla Sindaca Raggi e all’Assessore alle Partecipate, per essere rassicurati sulla sorte dell’azienda e per richiedere che si superi la gestione commissariale.

Nella piazza, in attesa di essere convocati, si succedono gli interventi delle RSA.
Vincenzo ricorda come in piena pandemia di Covid19 il direttore Generale ad interim non trovasse di meglio da fare che inviare delle contestazioni disciplinari ai direttori di farmacia, che cercavano di fornire il servizio e nello stesso tempo di tutelare la salute dei lavoratori. Malgrado l’INAIL abbia certificato che le farmacie siano luoghi ad alto rischio di contagio, gli addebiti disciplinari sono stati ammorbiditi, ma non revocati.
Giampaolo esprime chiaramente le domande su cui i lavoratori vorrebbero avere delle risposte: il commissario ha consegnato la relazione sui bilanci dell’azienda e qual è l’esito di quella relazione? Che cosa intende fare la giunta a 5Stelle e la Sindaca Raggi della Farmacap?
Tutti i lavoratori in piazza chiedono che sia ripristinato il normale funzionamento dell’azienda con gli organismi previsti dalla Statuto. Laura, da anni dipendente dell’azienda speciale, ricorda che quando c’era il Consiglio di Amministrazione ed un Direttore Generale competente l’azienda non subiva passività di bilancio malgrado gestisse molti più servizi di quanto non faccia attualmente. Claudia, invece, evidenzia come secondo lei ad un certo punto sia prevalsa la volontà politica di privatizzare l’azienda, non sia più stato nominato il CdA e siano iniziati i passivi di bilancio.
Alle elezioni del 2016, il Movimento 5 Stelle ottenne un grande consenso dei cittadini anche con la promessa di non privatizzare l’azienda, tuttavia ad oggi il Movimento non è ancora intervenuto per risolvere positivamente la situazione dell’azienda.
Nella piazza era presente anche una delegazione del Partito della Rifondazione Comunista in sostegno dei lavoratori Farmacap. Secondo Marco Bizzoni - referente del lavoro del PRC - “la Sindaca Raggi cerca di non avere responsabilità. Così nomina commissari facendo finta che ciò sia un mero atto dovuto. Tuttavia, così facendo, Sindaca e Assessore alle Partecipate sono davvero irresponsabili, nei confronti dell’azienda, dei lavoratori e della città. Per questo siamo qui, riteniamo urgente e indispensabile realizzare quanto richiesto dai lavoratori: la fine del regime commissariale e la nomina di un nuovo CdA.”
I lavoratori discutono in piazza, il tempo scorre, le RSA chiedono di essere ricevute, ma, amara sorpresa, scoprono che al Comune non sono al lavoro né la Sindaca né l’Assessore alle Partecipate. La giunta, ai primi caldi di giugno, è evaporata. Lasciando ai lavoratori ed alle lavoratrici le incertezze sul proprio futuro. Mentre il presidio inizia a smobilitare arriva il consigliere di “Sinistra per Roma” Stefano Fassina che ascolta i lavoratori e prende l’impegno di richiedere una commissione che si occupi della vicenda.
Una cosa è certa, i 5Stelle si sono sempre detti contrari alla privatizzazione dell’azienda, ma non hanno mai detto nulla sul fatto che potesse fallire. Strada su cui la Farmacap sembra ormai avviata, a meno che Roma Capitale non intervenga rapidamente per impedirlo.

Salvatore Fagiolo

Licenza di distribuzione:
Marco Bizzoni
Responsabile pubblicazioni - PRC Castelli, Colleferro, Litoranea
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere