PRODOTTI

Come scegliere la giusta rubinetteria per i vostri ambienti

December 22 2015
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Guida ai migliori rubinetti nell'ampio mondo della rubinetteria per conoscere le differenze funzionali e scegliere i modelli più adatti ad ambienti ed esigenze.

La scelta della rubinetteria per la propria casa può rappresentare, ben oltre le iniziali aspettative, uno dei maggiori ostacoli durante l’arredamento spesso persino più della scelta dei mobili nelle varie aree. I moderni rubinetti sono infatti dividi in svariate tipologie differenti essenzialmente per la struttura e quindi per gli utilizzi, con destinazioni maggiormente adeguate per bagno, cucina, esterni oppure in via multipla senza particolari differenze.

Come scegliere la rubinetteria non è quindi un processo particolarmente semplice, specialmente quando il mercato offre tantissime opportunità, i migliori rubinetti vanno infatti selezionati non solo per i materiali ed il marchio produttore quanto anche e soprattutto per il modello funzionale che meglio di altri si può integrare con le vostre necessità. Tra le principali categorie, ognuna contraddistinta da sottovoci, abbiamo: rubinetti da lavabo, da vasca e doccia, offrendo in tal modo una panoramica abbastanza ampia sui modelli di maggior utilizzo e, proprio questo, anche dotati di una certa flessibilità all’uso.

Partendo dai rubinetti lavabo, questa particolare rubinetteria è stata pensata per risultare funzionale nell’appoggio su superfici o lavabi anche incassati proponendo un bocchettone d’uscita dell’acqua sia basso che alto a seconda delle esigenze (alcuni dei quali dotati di colonnina d’estrazione con tubo d’allungamento). A propria volta questi modelli si dividono in rubinetti monocomando, utili per controllare flusso e temperatura dell’acqua con una sola valvola, oppure rubinetti bicomando, gestendo i flussi in modo separato tramite due leve; tutti i modelli vantano un installazione a parete con la possibilità di variare le leve in base alle necessità e preferenze potendo migliorare complessivamente la gestione.

Volgendo lo sguardo ai rubinetti per la vasca possiamo invece dividere i modelli disponibili in varie categorie, prettamente diverse per il design più che per le funzionalità rubinetteria, con dispositivi da poter agganciare al muro, alcuni da poggiare sulla vasca ed altri invece con installazione da pavimento. Tutti i rubinetti sono basati sul meccanismo a miscelatori sia con monocomando che a doppia leva offrendo in tal modo una diversa erogazione di flusso e temperatura in base alle singole preferenze dell’utente in fase d’utilizzo. Il discorso è invece molto similare con quelli da doccia, una tipologia spesso confusa con quelli da vasca vista la similitudine tecnica dovuta alla presenza di box doccia sviluppata sulle vasche per la massima flessibilità investendo anche la rubinetteria costretta così a doversi adattare con soluzioni intermedie come i rubinetti da incasso oppure gli esterni con termostato, miscelatori oppure doppia valvola.

Le tipologie non differiscono molto, sulla base di quanto espresso, per alcune macro-classi che devono però esser comunque acquistate in base alla collocazione ed alla destinazione di utilizzo orientandosi, nello specifico, anche e soprattutto sulla struttura di rilascio di flusso e struttura offrendo in tal modo il massimo controllo in base alle proprie e reali necessità. L’acquisto non è quindi cosa semplice e prima di volgere uno sguardo esclusivamente al rapporto qualità-prezzo, di per sé unico, è importante informarsi sulle differenze primarie per non incorrere in prodotti appetibili dal punto della vista della valutazione finale ma poco in termini di reale utilità nel contesto abitativo.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere