TURISMO

I vini naturali Falzari tra i nuovi itinerari enoturistici di Vinci

November 20 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

L’azienda vinicola sposa il progetto creato dal Comune e dal Museo Leonardo e il Rinascimento del Vino per promuovere il territorio. Una mappa del gusto tra cantine e colline del Chianti, tutta da scoprire

Nell’anno delle celebrazioni del 500enario della scomparsa di Leonardo, il Comune di Vinci, in collaborazione con il Museo Leonardo e il Rinascimento del vino, presenta un progetto per promuovere la crescita del turismo enogastronomico a Vinci e dintorni, nel territorio del Chianti, zona da sempre vocata alla viticoltura e nota in tutto il mondo per la qualità delle sue etichette.

Una particolarità nell’offerta è data dai vini naturali certificati biologici dell’azienda Falzari, che ha sposato l’iniziativa proposta dal Comune ed è stata inserita all’interno della mappa del gusto di Vinci, assieme ad altre otto cantine selezionate.
La cartina - con un vero e proprio percorso enoturistico della zona che vede il Museo Leonardo e il Rinascimento del Vino quale punto di partenza - propone itinerari enoturistici per scoprire le bellezze delle colline del Chianti, i luoghi di interesse storico e artistico per ripercorrere le orme del Genio, nei luoghi dove visse e realizzò i suoi capolavori, e scoprire sapori e profumi delle cantine locali.

In quest’ottica Falzari Vini offre un’esperienza unica che unisce all’ospitalità di famiglia momenti di convivialità impreziositi da degustazioni e la scoperta dell’azienda agricola. Ideale per chi desidera vivere luoghi suggestivi, densi di racconti di antiche tradizioni e di cultura, assaggiando cibi e vini di qualità. Le etichette proposte sono frutto di un’attenta agricoltura biologica e biodinamica che si trasforma in una famiglia di vini naturali certificati come IGT Rosso Toscano “Pilandra” (Sangiovese in purezza) e il “Tinnari” Vendemmia 2017 (Trebbiano Toscano in purezza) fermentato in anfora di terracotta rivestita di cera d’api.

Tutti i servizi offerti dall’azienda vinicola sono evidenziati sulla mappa del gusto di Vinci, indicato anche attraverso un immediato QR code, che indica i tempi di percorrenza - a piedi, in bici o in auto - dal Museo Leonardo e il Rinascimento del Vino alla struttura. La cartina è realizzata anche su supporto rigido, installato in corrispondenza del museo, all’interno del quale sono in esposizione anche almeno tre vini per ogni cantina partecipante.

Un territorio tutto da gustare quello di Vinci che continua a promuovere la crescita del suo turismo enogastronomico proprio nel 2019, anno delle celebrazioni del genio di Leonardo, che ha visto la città protagonista di altre numerose iniziative ed eventi, quali il passaggio di 1000Miglia e Giro d’Italia o l’esposizione di un originale del grande Maestro al Museo Leonardiano, con la visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.



Licenza di distribuzione:
Stefania Caucci
Responsabile pubblicazioni - NewsCast srl
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere