HI-TECH

IBM porta l'ambiente cloud-native nei cloud privati

November 9 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il nuovo software IBM Cloud Private, basato su container, microservizi e API, è in grado di collegare il cloud con ambienti IT tradizionali

Milano, 6 novembre 2017 - IBM (NYSE: IBM) ha annunciato la nuova piattaforma IBM Cloud Private, che permette di risparmiare miliardi di dollari in investimenti per tecnologie a supporto di dati strategici e applicazioni grazie alla disponibilità di strumenti cloud-nativi, attraverso cloud pubblici e privati.

Il software IBM Cloud Private permette alle aziende di creare funzionalità cloud on premise in maniera simile al public cloud permettendo di accelerare lo sviluppo delle applicazioni. La nuova piattaforma è costruita sull'architettura container open source Kubernetes e supporta sia i container Docker che Cloud Foundry. Questo permette integrazione e portabilità semplificate dei carichi di lavoro quando essi passano su qualunque tipo di ambiente cloud.

IBM ha inoltre annunciato nuove versioni container ottimizzate dei propri software strategici per il mondo enterprise, quali IBM WebSphere Liberty, Db2 e MQ, ampiamente utilizzati per l’esecuzione in sicurezza delle applicazioni e la gestione dei dati aziendali più strategici. Ciò semplifica la condivisione dei dati e permette, quando richiesto, l’evoluzione delle applicazioni tra IBM Cloud private, cloud pubblici e altri ambienti cloud con una user experience sempre coerente.

Ad esempio, le compagnie aeree potrebbero utilizzare IBM Cloud Private per portare l'applicazione che registra le miglia dei "frequent flyer" in un ambiente cloud privato e collegarlo ad una nuova app per cellulari disponibile in public cloud. Oppure le aziende del settore finanziario potrebbero utilizzare IBM Cloud Private per conservare i dati dei clienti al proprio interno rispettando i requisiti normativi e di sicurezza, traendo al contempo vantaggio dai nuovi strumenti analitici e di machine learning disponibili nel cloud pubblico per identificare velocemente tendenze e possibilità di investimento.

Mentre l'adozione di public cloud continua a crescere a ritmi sostenuti, alcune aziende, soprattutto se operanti nei settori più regolamentati come quello finanziario e della sanità, proseguono nell'utilizzo di cloud privati per mettere rapidamente in produzione le loro applicazioni e aggiornarle. IBM valuta che, dal 2017 al 2020, le aziende spenderanno globalmente oltre 50 miliardi di dollari all'anno per sviluppare cloud privati, con un tasso di crescita che oscilla tra il 15 e il 20 percento annuo.

Le caratteristiche di IBM Cloud Private permettono sicurezza e gestione consistenti tra cloud pubblici e privati
Le innovazioni apportate a IBM Cloud e i risultati di IBM Research applicati a IBM Cloud Private semplificano la gestione dei cloud e mantengono la sicurezza negli ambienti multi-cloud. Questo grazie alle funzionalità di:

• Multi-cloud Management Automation – Per la gestione unica e semplificata degli ambienti multi-cloud in grado di offrire, monitorare e gestire velocemente i servizi con livelli di sicurezza consistenti fra i diversi ambienti.

• Security Vulnerability Advisor – Per la scansione continua dei container nel cloud al fine di far emergere le problematiche e i punti deboli della sicurezza potenzialmente gravi e che potrebbero esporre i servizi cloud e i dati ad attacchi.

• Data Encryption and Privileged Access – Per la crittografa di dati da trasferire e per un rigoroso controllo degli accessi dell'utente ai cluster quando l'accesso ai dati e i requisiti di conformità e auditing sono definiti in modo puntuale.

Aumenta l’adozione di cloud privati da parte delle aziende che cercano di trasformare e velocizzare lo sviluppo applicativo
Le caratteristiche principali di IBM Cloud Private includono:

• Infrastrutture supportate – IBM Private Cloud è compatibile con i principali produttori di sistemi, quali Cisco, Dell EMC, Intel, Lenovo e NetApp. Ottimizzato per IBM Z che vanta un’eccezionale sicurezza delle transazioni; IBM Power Systems - ideati per workload di IA e cognitivi; IBM Hyperconverged Systems supportati dal software Nutanix; IBM Spectrum Access - la soluzione per la gestione dei dati e la soluzione per infrastrutture di IBM Storage. Possibilità di utilizzo via VMware, Canonical e altre distribuzioni OpenStack o server bare metal.
• Piattaforma Core Cloud – Sfruttando le più comuni tecnologie PaaS e i runtime per i developer, IBM Cloud Private include un motore container, orchestrazione Kubernetes, Cloud Foundry e strumenti essenziali di gestione per questi runtime, che sono completamente integrati e automatizzati.
• Dati e analytics – Servizi per developer come IBM DB2, IBM DB2 Warehouse, PostgreSQL e MongoDB, per analizzano i dati e ottenere evidenze di business che creano valore competitivo.
• Applicazione differenziata e servizi di integrazione – Disponibile on premise e completato da servizi pubblici e da nuove versioni di software per container e framework di sviluppo, inclusi IBM WebSphere, Open Liberty, MQ e Microservice Builder, IBM Cloud Private fornisce agli sviluppatori gli strumenti per creare, gestire e supportare le applicazioni più sofisticate. I servizi di integrazione sono inclusi per API e per l'interoperabilità dei servizi tra i diversi cloud.
• Strumenti per sviluppatori – Accesso ad una gamma di strumenti di gestione e DevOps, tra cui APM, Netcool, UrbanCode e Cloud Brokerage, in grado di gestire il ciclo di vita dei workload in qualsiasi ambiente cloud. Sono inoltre inclusi i noti strumenti di gestione open-source che gli sviluppatori utilizzano attualmente, quali Jenkins, Prometheus, Grafana e ElasticSearch.
• Strumenti per sviluppatori – Accesso ad una gamma di strumenti di gestione e DevOps, tra cui APM, Netcool, UrbanCode e Cloud Brokerage, in grado di gestire il ciclo di vita dei workload in qualsiasi ambiente cloud. Sono inoltre inclusi i noti strumenti di gestione open-source che gli sviluppatori utilizzano attualmente, quali Jenkins, Prometheus, Grafana e ElasticSearch.

Hertz e Ilmarinen trasformano l'IT con Private Cloud
Hertz Corporation, una delle maggiori società di autonoleggio del mondo, ritiene sia il cloud pubblico sia quello privato essenziali per realizzare i propri obiettivi tecnologici.
“Il cloud privato è un must per tante aziende come la nostra che operano per ridurre o eliminare la propria dipendenza da data center interni”, spiega John LaFreniere, Vice Presidente di IT Architecture di Hertz.Una strategia che consiste in un cloud pubblico, privato e ibrido è essenziale per le grandi aziende che vogliono effettuare la transizione dai sistemi tradizionali a quelli cloud in maniera efficace. Hertz è una delle prime aziende che ha scelto di adottare il cloud pubblico e privato di IBM e per noi sarebbe stato impossibile realizzare gli obiettivi tecnologici senza includere il cloud privato nell'ambito del portafoglio cloud globale.”

Ilmarinen, azienda finlandese responsabile delle pensioni di circa 900.000 finlandesi, ha avviato un progetto pilota con IBM Cloud Private che sarà in produzione all'inizio del 2018. “Ilmarinen è entusiasta delle funzionalità di IBM Cloud Private: si tratta di una piattaforma nativa cloud flessibile che può essere utilizzata e gestita aldilà del nostro firewall per lo sviluppo di nuove applicazioni e per la modernizzazione dei workload tradizionali,” spiega Jani Itkonen, Production Manager, Ilmarinen.

IBM Cloud Private potenzia l'impegno di IBM per una strategia multi-cloud
IBM Cloud Private rappresenta un ulteriore passo avanti nel supporto che IBM offre alle aziende per lo sviluppo, l’utilizzo e la gestione di app nell'ambiente cloud di propria scelta. IBM e Google hanno recentemente annunciato l'intento di creare un progetto open, dal nome Grafeas per aiutare gli sviluppatori a mettere in sicurezza i container. Lo scorso mese IBM ha rilasciato Open Liberty, una versione nuova versione, open-source e più snella, del proprio application server Java WebSphere Liberty che aiuta gli sviluppatori a ottenere app e a farle girarel in qualsiasi ambiente cloud.

IBM è inoltre uno dei membri fondatori di Cloud Native Computing Foundation, che ospita Kubernetes: Cloud Private è conforme ai suoi test di conformità per l’interoperabilità. Per iniziare un percorso e diventare IBM Developer in relazione a Kubernetes, visitate il sito: https://developer.ibm.com/code/journey/

Per maggiori informazioni su IBM Cloud Private, visitare qui.

Per maggiori informazioni su IBM Cloud, visitare qui.

Dicono i partner:

Canonical
“Le aziende cercano di fornire le applicazioni a una velocità sempre crescente e ICP, con Canonical OpenStack, offre un set di applicazioni comprovate con la piattaforma cloud leader OpenStack. L'unione di applicazioni container ricche di funzionalità con un'infrastruttura cloud aperta e completamente supportata abbatte i costi e permette di generare valore di business più rapidamente."Mark Shuttleworth, CEO di Canonical, l'azienda che ha creato Ubuntu.

Lenovo
“Lenovo è alla guida della trasformazione e dell'innovazione del cloud con soluzioni software-defined. Siamo entusiasti di collaborare con IBM per IBM Cloud Private che, insieme alle soluzioni Lenovo ThinkSytem e ThinkAgile, offre alle aziende ampia scelta e flessibilità nel personalizzare le soluzioni sulla base delle proprie esigenze organizzative.”Radhika Krishnan, Vice Presidente e General Manager, Software-Defined Infrastructure presso il Data Center Group di Lenovo.

NetApp
“Con IBM Cloud Private l'impegno verso strategie multi-cloud e data-driven a sostegno di uno sviluppo di app più veloce, sicuro ed efficiente, si allinea perfettamente a NetApp Data Fabric e alla nostra mission di permettere alle aziende di cambiare il mondo attraverso i dati. Si tratta di un traguardo che anticipa la fornitura di data services dati cloud ibridi che aiutano i clienti a personalizzare le operazioni, permettono di creare punti di contatto con nuovi clienti e generano nuove opportunità lavorative.”Mark Bregman, Vice Presidente Senior e Chief Technology Officer, NetApp.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere