EVENTI

"Ibrida", il Festival della Arti Intermediali a Forlì, quinta edizione

September 15 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

le opere d'arte diventano EVENTI ed inizia una forma d'arte intermediale che unisce forme di teatro, musica, letteratura, poesia, pittura e scultura.

IBRIDA il Festival della Arti Intermediali a Forlì (11 e 12 Settembre 2020), quinta edizione.
In rassegna Audiovisivo sperimentale, Performance Art e musica elettronica abbinata alla sperimentazione video.
Arti Intermediali in quanto prevedono l'utilizzo di diversi media (il video, l'installazione., la musica, la performance live...)

Edizione speciale (live a Forlì e online) che ha visto in rassegna artisti italiani ed internazionali dell'audiovisivo sperimentale, della performance art e della ricerca elettronica.
Direzione Atistica di Francesca Leoni e Davide Mastrangelo.

Un breve excursus su net.art e arti multi ed intermediali.

"Dopo la Introduzione alla net.art del 1999 di Natalie Bookcin e Alexei Shulgin che porta a
considerare questa come l'ultima avanguardia artistica del Novecento e la prima degli anni
Duemila, siamo dunque giunti al momento nel quale, con internet, siamo produttori di
informazione e,in varie forme, attivatori delle dinamiche di rete.
Il nuovo mezzo offre la possibilità di costruire non solo connessioni ma azioni collettive, aprendo
la strada anche in questi contesti molto vari ad una consapevole azione politica, a partire dal “farsi
ognuno la propria arte”, il “do it youself” nato in Usa negli anni sessanta.

In questi contesti molto vari ed articolati trovano spazio azioni individuali e collettive di vario
genere, dal plagiarismo alla poesia alla Sotfware Art (con la creazione di opere di fantasia pura o
quasi): è il “terzo settore” dell'arte, quello elettronico, dopo quelli scientifico ed umanistico
(Vittorio Fagone).

Con l'ingresso poi nella cd “era Postmediale”agli inzi degli anni 2000, i social aprono una fase
nuova della rete, forse meno creativa, sicuramente più rigida e, soprattutto, individuale, generata
dalla diffusione degli smartphone.

Si trovano comunque oggi molte forme di arte nei social, perché ormai “siamo tutti artisti”
(Gruppo Fluxus) ma resta il fatto che sono i gestori a controllare e gestire i social, chiudendo
spazio alla espressione artistica autentica ed originale.
I net-artisti cercano allora nuovi spazi di esperienze “transmediali” oltre il mondo angusto della
rete.

Un capitolo a parte è quello della Video Art, corrente nata dalla diffusione della televisione, un
mezzo che cambia il senso della realtà e rende possibili nuovi inediti fenomeni artistici, come
l'happening: l'artista esce dallo studio e dalla galleria per incontrare un pubblico in cerca di una
visione più complessa".

Come anche IBRIDA FESTIVAL ha mostrato, le opere d'arte diventano EVENTI ed inizia una forma d'arte intermediale che unisce forme di
teatro, musica, letteratura, poesia, pittura e scultura.

Licenza di distribuzione:
Giamcarlo Garoia
CORRISPONDENTE - UFFICIO STAMPA RETERICERCA
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere