SPETTACOLO

“Il Barbiere di Siviglia al Regio di Parma

April 19 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

per il centocinquantenario di Rossini

Il Barbiere di Siviglia al Teatro Regio di Parma.

Il 15 Novembre 1817: “Il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini viene rappresentato per la prima volta al Teatro Ducale di Parma (dal 1829 Teatro Regio) divenendo, al tempo di Maria Luigia, lo spettacolo maggiormente rappresentato.

Più recentemente, nel gennaio 2005, il Barbiere rossiniano viene proposto al Teatro Regio con la regia di Beppe De Tomasi.

Ogg,i nel 2019, si festeggia con il Barbiere di Siviglia il centocinquantenario di Rossini nel Teatro Regio di Parma, considerato dagli appassionati d'opera, uno dei rappresentanti della grande tradizione operistica italiana.

Il 31 marzo ultima replica del melodramma Il Barbiere di Siviglia: nell’ultima domenica di marzo in piacevole compagnia di un caposaldo assoluto dell’opera buffa e ad un lungo stuolo di valenti interpreti rossiniani.

Gli attori agiscono su un leggerissima struttura in ferro battuto che con le sue volute moresche richiama gli assolati paesaggi andalusi,
allestimento di De Tomasi di cui Renato Bonajiuto riprende la regia;
le scene di Poppi Ranchetti, i costumi settecenteschi di Artemio Cabassi e le tenui luci di Andrea Borelli arricchiscono un palcoscenico che, nella sua elegante semplicità, risulta funzionalissimo.

Una variopinta commedia umana copiosa in musica, ricca di presenza ritmica, e tutta l’opera più che di fascino melodico è carica di spirito e briosità, con arie sgargianti, spiritose.


Lo spettacolo è stato molto apprezzato dal pubblico, che ha contraccambiato con generosi applausi la bravura del cast
Il giudizio che mi sembra esprimerne al meglio lo spirito del pubblico e il valore dell’opera è quello espresso dal musicologo Giuseppe Radiciotti
“…Fedele interprete dell’anima nazionale italiana, esso rimarrà documento imperituro della genialità di nostra gente e continuerà per secoli a deliziare il mondo con la giocondità serena e benefica dei suoi canti, finché gli uomini chiederanno alla musica un sollievo dalle miserie quotidiane“.

Protagonisti Xabier Anduaga (Il conte d’Almaviva), Simone Del Savio (Don Bartolo),Chiara Amarù (Rosina), Julian Kim (Figaro), il parmigiano Roberto Tagliavini (Don Basilio), Lorenzo Barbieri (Fiorello), Elonora Bellocci (Berta), Giovanni Bellavia (Un ufficiale), diretti da Alessandro D’Agostini sul podio dell’Orchestra dell’Emilia-Romagna Arturo Toscanini e del Coro del Teatro Regio di Parma preparato da Martino Faggiani.

Licenza di distribuzione:
Maura Capanni
Corrispondente settore cultura - RETERICERCA
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere