PRODOTTI

Il boom del business no alcol: Lyre's detta il passo

February 26 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

L’interesse dei consumatori per i prodotti senz’alcol non mostra segni di cedimento come testimoniato dai numeri record dei partecipanti al Lyre’s Dry January 2021. Mentre il mondo abbraccia il movimento consapevole, Lyre’s ha una posizione unica per sfruttare al meglio i 40 mercati disponibili

Il rapporto degli italiani nei confronti dell’alcol sta cambiando velocemente. Lyre’s - il marchio premium di liquori e distillati analcolici - ha registrato un aumento record nelle vendite nel gennaio 2021, mentre i consumatori continuano ad abbracciare il movimento del bere consapevole, sfruttando al meglio iniziative come il Dry January.

Un fenomeno in rapida ascesa, quindi, quello del low-alcol, una moda globale ma anche un più radicato mutamento di stile di vita. Dry January, il February Fast o il Moderation March, i nomi delle iniziative derivanti dal mondo anglosassone che prevedono interi mesi dove gli appassionati rinunciano ad assumere, bevande alcoliche. Queste ricorrenze, e il forte seguito che registrano, sono la testimonianza del fatto che sempre più persone scelgono di cambiare le proprie abitudini, prediligendo drink analcolici o a ridotto contenuto alcolico.

L'ampia gamma di 13 distillati analcolici Lyre’s ha permesso al marchio di crescere durante il Dry January 2021. Confrontando il mese di gennaio con lo stesso mese dello scorso anno, le vendite al dettaglio Lyre’s sono aumentate dell'1,300%, mentre le vendite dell’ecommerce britannico Lyre’s sono aumentate del 121% rispetto al periodo precedente, con un aumento di nuovi visitatori sul sito web dell'86%. In Europa, dove Lyre’s è presente in 20 mercati, le vendite sono a +509%, con un aumento straordinario del traffico web di +96%.

Inoltre, il recente studio IWSR (“No- and Low-Alcohol Strategic Study 2021”) mostra come la categoria no/low alcol abbia un mercato destinato a crescere del 31% nel prossimo triennio e come i prodotti senza alcol stiano superando le prestazioni delle bevande a basso contenuto alcolico: nel 2019-2020, la voce no alcol ha infatti visto un aumento di volume del +4,5.

“La categoria zero-alcol sta innegabilmente accelerando il ritmo e i benefici della riduzione o dell'eliminazione dell'alcol stanno catturando l’attenzione di molti, siamo scelti da un numero sempre crescente di consumatori in tutto il mondo. Il punto di partenza per questo cambiamento coincide proprio coi mesi a secco, come il Dry January.” spiega Mark Livings, CEO Lyre's “Questi mesi sono diventati incredibilmente importanti per l'ingresso nel nostro marchio e per la categoria più in generale. I nostri dati ci mostrano che i benefici non si misurano solamente durante i mesi a secco, ma c'è un ascensore alla domanda di base, indicativo che questi mesi stanno dando il via ad un vero e proprio cambiamento dello stile di vita".






Licenza di distribuzione:
Mariella Belloni
Vicecaporedattore - Marketing Journal
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere