EVENTI

Il concorso letterario RidiCasentino premia Nico Pelosini

August 7 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il miglior racconto comico di RidiCasentino porta la firma di un livornese. Il concorso nazionale di letteratura, giunto alla quinta edizione, ha visto la vittoria di Nico Pelosini ed ha registrato per il terzo anno consecutivo l’affermazione di un autore della Toscana che si conferma così una terra particolarmente fertile per la risata. RidiCasentino, organizzato dall’associazione culturale Noidellescarpediverse, è orientato ad individuare il più bel racconto italiano di genere comico, ironico e divertente, e ha trovato la partecipazione di trentatre scrittori che nei mesi scorsi hanno inviato quasi ottanta storie. Le migliori quattro sono state selezionate per la finale ospitata dal suggestivo borgo di Raggiolo e, ad emergere, è stato il livornese Pelosini con il suo “Il nuovo televisore”.

Il miglior racconto comico di RidiCasentino porta la firma di un livornese. Il concorso nazionale di letteratura, giunto alla quinta edizione, ha visto la vittoria di Nico Pelosini ed ha registrato per il terzo anno consecutivo l’affermazione di un autore della Toscana che si conferma così una terra particolarmente fertile per la risata. RidiCasentino, organizzato dall’associazione culturale Noidellescarpediverse in collaborazione con la Brigata di Raggiolo, è orientato ad individuare il più bel racconto italiano di genere comico, ironico e divertente, e ha trovato la partecipazione di trentatre scrittori che nei mesi scorsi hanno inviato quasi ottanta storie. Le migliori quattro sono state selezionate per sfidarsi nella finale ospitata dal suggestivo borgo di Raggiolo, con gli attori Samuele Boncompagni e Lenny Graziani che hanno letto i testi e con una giuria coordinata da Alan Bigiarini che ha votato i suoi preferiti.

Alla fine ad emergere è stato il livornese Pelosini con il suo “Il nuovo televisore” in cui ha raccontato le vicende familiari di un marito e di una moglie intenti a cambiare gli elettrodomestici di casa e a fare i conti con il passaggio tra le vecchie e le nuove tecnologie, riuscendo a far ridere il numeroso pubblico presente semplicemente narrando spaccati di vita quotidiana. Questo autore, già nel cast dello Zelig Lab di Livorno, è al suo secondo successo in terra d’Arezzo dopo che, nel 2011, aveva vinto il “Premio Originalità” ad Sos Cabaret presentandosi nelle vesti di un gladiatore intento a raccontare le vicende dei primi due cabarettisti della storia. Al secondo posto si è piazzata la fiorentina Annalisa Vinattieri con il racconto “Un mantra”, mentre a chiudere il podio è l’ex-aequo raggiunto dai due autori arrivati da più lontano: Alberto Alassio da Torino con “La pattumiera magica” e Franco Zanichelli da Reggio Emilia con “La terza mano”. In attesa di contare i voti e di conoscere la classifica finale, ad arricchire la serata ha contribuito la presenza dell’attore e artista siciliano William Catania che ha regalato risate e divertimento portando sul palco quella simpatia che in passato gli ha permesso di affermarsi al Festival Nazionale di Cabaret di Torino. La finale del concorso letterario ha rappresentato anche il primo appuntamento dell’omonimo festival di comicità RidiCasentino che, alla dodicesima edizione, continuerà ora all’insegna della magia comica con la coppia casentinese Alan&Lenny e con Kagliostro: i primi saranno protagonisti giovedì 9 agosto di uno spettacolo nel bosco tra Raggiolo e Quota, mentre il secondo sarà domenica 12 agosto a Corezzo. «Ringraziamo l’affezionato pubblico che anche quest’anno ha affollato Raggiolo - commenta Boncompagni, - e ci congratuliamo con i quattro finalisti di RidiCasentino che hanno rinnovato il connubio tra letteratura e risate, contribuendo ad un concorso che si è confermato capace di portare in Casentino scrittori e artisti da tutta Italia».

Licenza di distribuzione:
Marco Cavini
Responsabile pubblicazioni - Uffici Stampa Egv di Cavini Marco
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere