SPETTACOLO

Il film “RESINA” chiude la IV edizione di ROVIGO SVETTA

October 16 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Si avvia verso la conclusione la IV Edizione di ROVIGO SVETTA che Venerdì 16 Ottobre, alle ore 21:00, saluterà il suo pubblico con RESINA, il film di Renzo Carbonera ispirato alla storia vera del Coro Polifonico di Ruda.

Attraverso il plot intimistico tra la protagonista femminile e la comunità montana di Luserna l’autore affronta molti temi quali la musica, il cambiamento climatico e il rapporto conflittuale con la bellezza. Definito dai critici “Riscatto al femminile di una comunità” (Il Manifesto), “Un coro per ricominciare” (La Stampa), “Un film insolito, ma piacevole” (Il Giornale) è una pellicola estremamente delicata che non lascia nulla al caso; anche il nome ha un significato profondo che verrà svelato da uno dei personaggi principali del film.

Nonostante il periodo critico per l’aumento dei contagi da Covid-19, Il Festival della Cultura e del Cinema di Montagna del Club Alpino Italiano (CAI) di Rovigo ha fatto l’en plein anche questa volta, portando a casa l’ultimo meritato sold-out molti giorni prima della proiezione del film. “Un successo sperato ma non così scontato” ha dichiarato Simone Papuzzi, ideatore e organizzatore del Festival che ha ringraziato lo staff per i risultati ottenuti e ha condiviso con loro un suo bilancio personale: “Il pubblico ha premiato la rassegna non solo per il cartellone d’eccellenza – ricordo che abbiamo aperto con LA VAL CHE URLA, film in concorso al David di Donatello 2021 – ma anche per l’impeccabile macchina organizzativa che ha lavorato senza sosta per offrire agli spettatori una manifestazione in piena sicurezza sanitaria”. Un’analisi condivisa da Emanuele Saggiorato, Presidente del CAI di Rovigo, che ha aggiunto: “Come molte realtà associative nel 2020 abbiamo cancellato le attività che potevano mettere a rischio la salute dei nostri Soci e dei tanti simpatizzanti che ci seguono da anni, mentre abbiamo portato avanti i progetti che sapevamo di poter realizzare rispettando le regole anti-Covid. D’altronde prudenza e disciplina, uniti alla grande passione, sono gli elementi fondamentali per vivere responsabilmente la montagna e Rovigo Svetta riflette pienamente la nostra filosofia di vita”.

Questi valori li ritroviamo nelle storie che hanno dato vita alla IV Edizione, ma c’è un altro filo conduttore che unisce idealmente i film della stagione in corso ed è il conflitto, non sempre benevolo, tra i personaggi che rappresentano mondi diametralmente opposti. Se la regista di LA VAL CHE URLA gioca sapientemente con gli stereotipi del rude montanaro vs il machiavellico cittadino, TEN mette sullo schermo una contrapposizione genuina e costruttiva tra le varie generazioni di alpinisti che hanno fatto la storia dell’arrampicata in Val d’Adige. RESINA, invece, usa lo scontro secolare tra l’elemento femminile e quello maschile per andare oltre lo schema prefissato.

Lo stesso Renzo Carbonera definisce la sua opera: “Un film di una giovane donna in un mondo di uomini. È un film che riscopre una piccola comunità di montagna, che vanta una storia millenaria, che costituisce una ricchezza di cultura e tradizioni per questo territorio, e che rischia di sparire nell’oblio: i cimbri. Ho colto la necessità di dare motivazioni a luoghi un po’ in disparte, dove ogni tanto qualcuno o qualcosa si deposita, magari in attesa di un’onda che se lo riporti via. La parabola di Maria ed il suo legame contraddittorio con un’espressione di bellezza come la musica, segue la parabola della comunità che lei va ad illuminare, alle prese con le prime difficoltà che il clima sta iniziando a porre, in maniera a volte appena percettibile ma già inesorabile, un po’ ovunque su questo pianeta”.

Attualmente i posti in sala per RESINA sono esauriti ma consigliamo a tutti coloro che ci hanno contattato in questi giorni di seguire la manifestazione sulle nostre pagine Social facebook.com/SezioneCAIRovigo e twitter.com/CAIRovigo. Nel caso in cui ci fossero dei rinunciatari verranno messi a disposizione i biglietti omaggio.

La IV Edizione di ROVIGO SVETTA giunge al capolinea ma la sezione del CAI di Rovigo è già al lavoro per il nuovo Programma Sociale e relativa Campagna SOCI 2021 disponibile a breve su www.cairovigo.it.

PROGRAMMA
16 Ottobre 2020, ore 21, Teatro Grignano Polesine, Rovigo
RESINA, regia di Renzo Carbonera

Ingresso libero. Prenotazione obbligatoria on-line:
https://www.eventbrite.com/e/biglietti-rovigo-svetta-2020-119943529325

La manifestazione segue scrupolosamente tutti i protocolli di sicurezza anti-covid. In sala sarà garantito il distanziamento attraverso posti a sedere vuoti e l’uso obbligatorio della mascherina.



Licenza di distribuzione:
Micaela Ovale
Responsabile comunicazione - Club Alpino Italiano (CAI) Sezione di Rovigo
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere