TURISMO

Il Museo della Antica Tecnologia Greca- Kotsanas Museum

April 16 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

A Katakon

KATAKOLON.
Il Museo della Antica Tecnologia Greca- Kotsanas Museum.


Nelle immediate vicinanze del porto greco di Katakolon, oggi molto frequentato anche dalle navi in crociera nel Mediterraneo, un piccolo ma originale e interessante museo, nato dalla ricerca e dal paziente lavoro di ricostruzione dell'ingegnere Kostas Kotsanas, che ha dedicato la sua vita allo studio della cultura e della tecnologia greca antica.

In Katakolon Kotsanas ha collocato il Museo della Tecnologia Greca Antica, mentre nella vicina Olimpia ha fondato il Museo di Archimede. In questi Musei ed in quello di Atene si possono trovare circa 350 modelli funzionali, costruiti con grande cura dei particolari, delle invenzioni fatte dai greci antichi. Lo scopo principale delle sposizioni è quello di rivelare un aspetto spesso sconosciuto della civilizzazione antica e di dimostrare che la tecnologia degli antichi greci era indubbiamente simile agli inizi della nostra moderna tecnologia.

Attraverso una ricerca di testi, di manoscritti, della pittura di vasi, di ritrovamenti archeologici, possiamo scoprire che gli antichi greci avevano realizzato strumenti di misura sofisticati di precisione ed astronomici che permettevano loro di calcolare dati di misurazione lineare, terrestre ed astronomica, e3di tempo con straordinaria precisione.

Dal VI Secolo A.C. fino alla fine dell'antichità i greci inventarono una serie stupefacente di
orologi caratterizzati da una grande qualità estetica e funzionale: le Meridiane (Meridiana di Anassimandro, Conca di Aristarco, Meridiana qurto quadrante, Meridiane Emisferiche, Meridiana Inclinata e Verticale Cilindrica, Meridiana Anulare Portatile di Parmenione, Meridiana Verticale di Aristarco...) gli orologi idraulici (Clessidra a gradazione equidistante, Clessidra parabolica, Sveglia di Platone, Orologio Idraulico di Ctesibio e di Archimede, Orologio di “allarme” di Aristotele, Orologio “anaforico” ), le macchine di calcolo (la macchina di calcolo di Antikitera, prima calcolatrice della storia, l'Astrolabio di Tolomeo, la Dioptra di Erone e di Archimede, il simulatore planetario di Erone, il quadrante di Ipparco, l'anomoscopo di Timostene e l'aerometro di Archimede...).

E ancora gli strumenti di lavoro come il trapano, l'odometro stradale e nautico, il tornio a pedale e a forma di arco, e le “automazioni” di Ctesibio, Filone e di Erone di Alessandria (il teatro automatico e quello mobile), fino alle automazioni (il telegrafo idraulico e il disco crittografico di Enea), i meccanismi di elevazione (la gru di Erone), la Tecnologia Idraulica navale e militare.

Il Museo fa rivivere queste invenzioni greche antiche eccezionali (dal robot-servo di Filone a cinema di Erone all'orologio automatico di Ctesibio e al computer analogico di Anticythera) mostrando quanto la civilizzazione occidentale debba agli antichi greci.

Info:
www.kotsanas.com

Licenza di distribuzione:
Maura Capanni
Corrispondente settore cultura - RETERICERCA
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere