ARTE E CULTURA

Il Profumo specchio della persona: mostra al Museo ProfumAlchemico in occasione del Festivalfilosofia

September 10 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

"Perfvmvm speculum personae" è il titolo dell'allestimento di immagini sensoriali organizzato dall'Associazione culturale Perfvmvm Avia Pervia col patrocinio del Comune. Mostra e Museo ProfumAlchemico, a Modena in piazzale Torti 9 a due passi dal Duomo, saranno visitabili sabato 14 settembre 2019 dalle 18 alle 23, con ingresso gratuito.

Modena 8-9-19 In mostra la filosofia di un prodigioso percorso, narrato in immagini sensoriali.
Avverrà il 14 settembre in occasione del Festivalfilosofia a Modena, presso l'originale museo sensoriale, riconosciuto da molti come un unicum tra le realtà museali dedicate all'evocativo universo dei profumi.

L'invisibile dell'Essenza diverrà visibile tramite le persone in una mostra di scatti fotografici evocativi ed iperreali, tratti da un vasto archivio, che palesano e dimostrano un nuovo pensiero ritenuto (dagli scettici) impossibile, e che nel frattempo ha coinvolto oltre dodicimila persone.

E' un evento a libero ingresso per diffondere la conoscenza del nuovo paradigma interpretativo proposto dalla filosofia profumalchemica fondata da Anna Rosa Ferrari.
Il metodo, che si basa sul Profumo come via sottile per la conoscenza, è trattato diffusamente nell'ultimo libro della Ferrari dal titolo "La filosofia profumalchemica, fondamenti, storia, essenze", volume (edito da Artioli Editore) che si fregia di una significativa prefazione dei filosofi Maria Patrizia Violi e Annarita Angelini, dell'Università di Bologna.

Per l'occasione a disposizione degli ospiti visite sensoriali a tema.
info 3356188683-059210020

Il Piccolo Museo ProfumAlchemico in breve
E’ il luogo natale dove sono raccolti testimonianze e documenti del nuovo metodo profumalchemico per conoscere tramite l'olfatto, i profumi, i sensi, sviluppando l'intuito. E' stato ideato da Anna Rosa Ferrari. Inaugurato il 24 ottobre 2017 col patrocinio del Comune di Modena, è ispirato ad alcuni principi fondanti: svelare i veri procedimenti creativi che stanno dietro la realizzazione di una rara essenza d'arte; calare i visitatori nell'esperienza delle prismatiche nature del profumo; diffondere la specifica didattica profumalchemica; diventare un sito museale nelle sue caratteristiche innovativo ed itinerante, grazie a speciali eventi. Si presta a una grande varietà di visite sensoriali guidate sia individuali che collettive.
Il nuovo museo, provvisto di perfume shop, raccoglie una collezione unica di 250 differenti essenze naturali dell’arte profumiera, ecobio ed ecosolidali - tutte ideate e qui fatte a mano da Anna Rosa - nonché un considerevole numero di oggetti, testimonianze, materiale documentale della nuova filosofia profumalchemica. I singoli elementi introducono alle suggestive emozioni dell'universo dei profumi. nonché alla multiformità dei "simboli mistici agenti" che contraddistinguono la disciplina alchemica.

Cosa sono I Profumalchemici di Modena
Innovative fragranze naturali totalmente di origine vegetale, tipiche del territorio, ideate generate a mano da Anna Rosa Ferrari, naso modenese pregiato e raffinato, formatosi durante una profonda e laboriosa ricerca esistenziale/esperienziale. Nascono nel cuore della città a l'Artestetica Profumeria, a due passi dal Duomo.
Conosciuti anche come i Profumi Alati, sono capaci di creare esperienze multisensoriali che possono essere vissute individualmente o collettivamente. Applicabili all' enogastronomia, alla ricerca scientifica, alla valorizzazione dell'arte, del turismo, dei prodotti e della cultura di ogni territorio.
I Profumalchemici differenziano e caratterizzano il nostro territorio come unico nella profumeria di ricerca, che è eccellenza italiana.

Anna Rosa Ferrari (in arte Anne Rose) vive a Modena ed è originaria di Carpi, sua città natale alla quale deve sicuramente lo spirito creativo, libero e di ricerca che la anima e la sostiene.
Formatasi durante una profonda e laboriosa ricerca esistenziale/esperienziale, è profumiere artigiano e filosofo. Crea da anni esclusive essenze solo naturali e di origine vegetale, che nascono nel cuore della città di Modena al Piccolo Museo ProfumAlchemico, a due passi dal Duomo.
Oltre che nell’attività lavorativa (ma è difficile separare il lavoro dalla ricerca), Anna Rosa ha trascorso gli ultimi anni nello studio dei testi, in parallelo con l’ideazione, realizzazione e osservazione di numerose esperienze multisensoriali individuali e collettive in cui i suoi Profumalchemici venivano utilizzati in parallelo con altri prodotti tipici del territorio modenese, così da evocare risposte da parte degli altri sensi.
Nel 1990 ha istituito a Modena l'Artestetica Profumeria, un salotto culturale, e nel 2011 ha dato vita all’Associazione Perfvmvm Avia Pervia Rinascimento Olfattivo e Spirituale per la diffusione del Pensiero Profumato. Da allora diverse le iniziative organizzate: dalle stagioni di studio agli eventi multisensoriali, dalla prima Festesperienza Alchemica in Italia – 10 settembre 2011 - al libro ‘Le nature del Profumo’, alla partecipazione a Expo a Milano. Nel 2017 Anna Rosa Ferrari si laurea col massimo dei voti e lode in Scienze Filosofiche , alla prestigiosa Università Alma Mater Studiorum di Bologna, con una tesi sperimentale sul Profumalchemico "metodo per conoscere". Nello stesso anno a Modena inaugura ufficialmente il Piccolo Museo ProfumAlchemico, nuovo tipo di museo sensoriale dedicato alle fragranze e alla storia del pensiero profumalchemico, dove è anche possibile acquistare rare essenze naturali e i libri che ne narrano la storia. Ha svolto docenze di filosofia profumalchemica (metodo per conoscere) presso l'Archivio Storico di Carpi.
Nel 2018 pubblica il suo secondo libro "La filosofia profumalchemica, fondamenti, storia, essenze".

Ufficio Stampa - Piccolo Museo ProfumAlchemico p.le Torti n.9 Modena
tel. 335 6188683-059 210020
Dr.ssa Ferrari Anna Rosa annarosa.ferrari@hotmail.it www.profumalchemico.it



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere