GASTRONOMIA

Il radicchio di Chioggia

August 10 /2012
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

In pochi sanno che esiste una tipologia di radicchio rosso tipico di Chioggia, cittadina balneare in provincia di Venezia. Si tratta di una qualità di radicchio particolarmente apprezzata per il suo caratteristico retrogusto amarognolo.

Le spiagge di Chioggia contribuiscono indubbiamente alla sua notorietà, ma la ridente località veneta gode di giusta fama anche per alcune sue specialità orticole.

Su tutte domina il Radicchio Rosso, prodotto in qualche variante anche a Cona e Cavarzere e reperibile pure nella tipologia “precoce”. Una qualità di radicchio particolarmente apprezzata grazie alle sue capacità depurative, nonché alle sue spiccate proprietà vitaminiche e al suo contenuto di magnesio e ferro, per tacere di fosforo e calcio.

Per il suo caratteristico retrogusto amarognolo è alimento richiesto ed esportato in Europa e in America.Esistono delle regole e dei limiti per coltivare correttamente il Radicchio Rosso di Chioggia, riconoscile dalla bianca nervatura delle foglie, così come si tramandano ricette più o meno antiche che lo vedono protagonista.

Esso può essere servito crudo, all’interno di insalate sostanziose ma mai pesanti, e cotto, per esempio appassito in un risotto arricchito da pancetta o i cui ingredienti principali siano salsiccia e birra.

E ci sono ulteriori variazioni d’uso in piatti che prevedono l’utilizzo del forno o della brace. Preparazioni semplici e immediate perfino per chi sta trascorrendo le vacanze in uno dei campeggi di Chioggia.

Link:

Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Tonya Puleo
SEO specialist e Webmarketer - DadoNet snc
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere