ARTE E CULTURA

Inaugurazione del Parco delle Sculture di Villa Mariani

January 30 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Si apre il 5 febbraio il primo Parco delle Sculture permanente della Brianza. Villa Mariani è la magnifica cornice che ospita le opere di Pieralberto Filippi, Carlo Guzzi, Alberto Ceppi e Dolores Previtali.

Inaugurazione con
Irene Carossia e Alberto Moioli
Domenica 5 Febbraio 2017 alle ore 16.00

Con la straordinaria partecipazione degli allievi del
CENTRO DI RICERCA E SPERIMENTAZIONE TEATRALE DI VILLA MARIANI
Dir. Irene Carossia

Villa Mariani
Via Buttafava 54 Casatenovo (Lc)

Quando guardi un quadro
di fronte o di lato l'immagine rimane solo un'immagine,
ma quando contempli una scultura,
che sia un ceppo in una radura,
un sasso sul sentiero,
una statua tra la folla,
ti accorgi che la luce cambia i suoi movimenti e la colma di vita,
poiché anche nella roccia c'è vita,
il fremito del legno,
una vibrazione che si fissa nell'attesa
di espandere il suo respiro.
(Irene Carossia – 2017)

Comunicato Stampa

Il primo Parco delle Sculture permanente e pubblico della verde Brianza nasce a Casatenovo, nella splendida cornice espositiva offerta dal giardino di Villa Mariani.

Con la direzione di Irene Carossia, Villa Mariani ha attivato da Settembre 2016 una serie di iniziative di grande respiro e con il plurimo coinvolgimento del linguaggio delle arti, la musica, la recitazione, la danza, la pittura, la fotografia e la scultura.

Grazie alla presenza del Centro di ricerca e sperimentazione teatrale di Villa Mariani ogni inaugurazione si trasforma in un autentico spettacolo volto al coinvolgimento emotivo del pubblico, chiamato a respirare atmosfere nuove e ad andare oltre la coltre superficiale della quotidianità.

Il Parco delle Sculture che si inaugura Domenica 5 Febbraio si avvarrà della presenza di quattro straordinari scultori.
L’inaugurazione sarà un momento speciale, con la dir. Irene Carossia, Alberto Moioli, i ragazzi del Centro teatrale e gli scultori.

La “complementarietà”, titolo dell’esposizione, è straordinariamente espresso dalle opere in corten di Pieralberto Filippi che come nel caso di Dolores Previtali è stato protagonista in precedenza con una sua mostra personale a Villa Mariani. Dolores Previtali rappresenta l’impegno dell’anima, la forza espressiva della materia nell’interpretazione dell’uomo d’oggi e del peso dell’umanità. Carlo Guzzi apre un nuovo dialogo con le altre sculture esposte attraverso la presenza/assenza dell’uomo, di novanta persone stilizzate in cui è rappresentato l’individuo nella massa e nella
moltitudine dentro ognuno di noi. “Le nostre facce riunite in un’unica immagine che moltiplica il nostro essere uno. Le parole nel cadere a terra lasciano traccia del legame tra poeta e ascoltatore.”
Alberto Ceppi, ex insegnante all’Accademia di Brera e stimato artista sarà presente con un’opera particolarmente importante della sua collezione dal titolo “Nel tempo …”.


Lo stesso Ceppi racconta “Quasi come in un orologio in una vecchia ruota di carro sono narrate emozioni e avvenimenti: In basso tre diverse calzature ricordano le tre stagioni della vita. Salendo con lo sguardo troviamo l’amicizia nell’incontro che germoglia, gli innamorati nella cornice sotto la luna, la gioia della poesia, dell’arte, della musica in una figura femminile che si libera... vecchi ricordi giovanili di “copia dal vero”, una icona con Maria e Gesù e in alto sopra di tutto il Cristo Crocifisso in un cerchio che ne esprime l’Universalità.”

E non è ancora tutto perché il Parco delle Sculture di Villa Mariani ci riserverà presto nuove sorprese che saranno però svelate a prossimamente.

A cura di
Irene Carossia e Alberto Moioli



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere