SOCIETA

Invalidità per discopatia

March 26 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Mal di schiena: quando si ha diritto all’invalidità civile? Si può ottenere l’invalidità per discopatia L4 – L5? Cosa fare nel caso di mancato riconoscimento?

L’invalidità civile è un istituto volto a tutelare le persone che, a causa della loro patologia, sono svantaggiate in ambito lavorativo oppure nella vita di tutti i giorni; si parla di invalidità “civile” per differenziarla da altre forme di tutela (pensa, ad esempio, agli invalidi di guerra o a quelli divenuti tali a causa del lavoro svolto).
Perché l’invalidità civile sia riconosciuta (con conseguenti benefici) è necessario che ricorrano alcuni requisiti, e cioè: che la malattia venga accertata da un’apposita commissione; che la patologia risulti essere davvero invalidante.

A chi viene riconosciuta l’invalidità per discopatia spettano dei diritti: secondo la legge, maggiore è il grado di invalidità, maggiori sono i benefici e le agevolazioni a cui si ha diritto. Devi sapere, infatti, che l’invalidità è riconosciuta in percentuale a seconda della gravità della patologia: pertanto, si può essere più o meno invalidi a seconda dell’incidenza della malattia sulla vita del malato.
L’assegno di invalidità spetta solo a chi sia dichiarato invalido con una percentuale compresa tra il 74 e il 99%; inoltre, a differenza dell’indennità di accompagnamento, è necessario anche che il soggetto versi in uno stato di bisogno economico. La pensione di inabilità, invece, spetta solamente a chi viene riconosciuta un’invalidità pari al 100%.

Chi soffre di discopatia ha diritto all’invalidità civile? Se sì, in che misura? Ebbene, non si può dare una risposta univoca a queste domande, nel senso che dipende dalla gravità del mal di schiena. La discopatia, di solito, segna il principio dell’ernia lombare, cioè di quella patologia caratterizzata da degenerazione del disco intervertebrale, cioè della “struttura anatomica” della colonna vertebrale che è posta tra una vertebra e l’altra , ed ha la funzione di ammortizzatore tra i corpi vertebrali e di stabilizzatore della colonna vertebrale.

Ora, devi sapere che, ai fini del riconoscimento delle patologie che conferiscono il diritto all’invalidità civile, la legge ha stabilito un’apposita tabella ( Decreto Ministeriale del 05.02.1992.) nella quale sono indicate tutte le malattie che, a causa della loro gravità, possono essere portatrici di una determinata percentuale di invalidità. Per capire se la discopatia permette il riconoscimento dell’invalidità civile dobbiamo pertanto “frugare” all’interno di questo elenco; ebbene, la discopatia non risulta essere “tabellata”, nel senso che la legge non prevede espressamente alcuna invalidità per chi soffre di discopatia.

Abbiamo detto che la discopatia, in sé per sé, non conferisce il diritto all’invalidità civile; tuttavia, nel caso di intervento chirurgico al rachide lombare, si può aspirare ad una percentuale che giunge fino al quaranta per cento. I benefici che la legge riconosce a colui che ha un’invalidità del genere sono ben pochi, quindi si potrebbe anche esser scoraggiati dal proporre domanda per l’invalidità civile.
Devi sapere, però, che la discopatia, se soggetta a trattamento chirurgico come detto sopra, può conferire lo status di invalido civile in misura maggiore se associato ad altre patologie; ed infatti, colui che si sottopone a visita presso la Commissione medica dell’Inps difficilmente si presenterà con una sola malattia: di conseguenza, “sommando” le diverse patologie è possibile giungere al riconoscimento di una percentuale di invalidità sicuramente più cospicua.

Sintesi dell’articolo pubblicato sul sito laleggepertutti.it redatto dall’Avv. Mariano Acquaviva



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Leonardo Breccolenti
Social Media manager - Studio Legale Polenzani-Brizzi
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere