VARIE

isolare il solaio inferiore

January 31 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

L’isolamento a intradosso della soletta inferiore offre numerosi benefici, tra cui risparmio energetico e un miglior comfort interno. L’intervento sull’esistente necessita di valutazioni di fattibilità e una posa precisa ed attenta, ma il miglioramento delle prestazioni è notevole

Isolamento solaio inferiore

Abbiamo fatto nostri gli obiettivi di qualità per il futuro del mondo delle costruzioni, con la ricerca di soluzioni sempre più performanti, una progettazione sempre più sostenibile e l’abbattimento dei consumi energetici. Per quanto riguarda il patrimonio esistente, è determinante un intervento consapevole e mirato, per attuare un recupero che metta in sicurezza e renda efficienti anche gli edifici costruiti decenni fa. Intervenire sull’esistente, chiaramente, comporta il rispetto di diversi vincoli e la conoscenza approfondita della specifica costruzione. Tra le azioni più diffuse in ambito di recupero energetico ci sono sicuramente l’isolamento dell’involucro opaco tramite la posa di un cappotto e la sostituzione degli infissi, ma non dovremmo trascurare l’importanza di isolare adeguatamente il solaio inferiore, oltre alla copertura.

Quando è necessario isolare il solaio inferiore

Il solaio inferiore ha un’importanza molto spesso sottovalutata e dovrebbe garantire sicurezza, igiene, protezione dal freddo e soprattutto dall’umidità. Quando si realizza una nuova costruzione, vi sono diverse soluzioni strutturali in grado di garantire tutti i requisiti citati, ma nel caso si debba intervenire su una costruzione esistente le possibilità si riducono notevolmente. Detto ciò, è comunque importante valutare – anche se minimo – un intervento migliorativo delle prestazioni di questa struttura quando confina con un ambiente non riscaldato come un box o una cantina e con il terreno. Qualsiasi soluzione si scelga di adottare, senza prevedere la demolizione della struttura esistente, il principale vincolo è dato dall’altezza degli ambienti, in quanto devono comunque essere rispettati i requisiti minimi di igiene e salubrità.

Isolamento solaio su cantina

Isolare il solaio che confina su una cantina permette di ridurre i consumi energetici per il riscaldamento, ma anche di aumentare le prestazioni termoacustiche dello stesso Come isolare il solaio inferiore. Isolare il solaio inferiore di un edificio non è semplicissimo e l’intervento va studiato con attenzione. In sostanza, la principale differenza è tra la scelta di agire al di sopra del pavimento o rimuoverlo e posarne uno nuovo al termine dell’intervento. Lo strato di isolante che si va a posare sulla struttura esistente deve essere realizzato con materiali ad alta resistenza meccanica a compressione. Per esempio, sono adatti allo scopo, naturali e ad alta densità, i pannelli in lana di roccia o di vetro. Al di sotto dell’isolante è possibile inserire uno strato impermeabile che blocca l’umidità e una barriera al vapore verso l’ambiente riscaldato. Dopo di che, si realizza un piccolo massetto in modo da distribuire in modo uniforme i carichi e si procede con la posa del pavimento. La posa in opera dei materiali scelti deve essere attuata con attenzione, garantendo continuità nello strato isolante e perfetta sigillatura dell’impermeabilizzazione. Prestazioni difformi negli strati, possono addirittura causare un peggioramento delle prestazioni, favorendo infiltrazioni e la diffusione dell’umidità.

I vantaggi di isolare il solaio inferiore
L’isolamento a intradosso del solaio inferiore permette il raggiungimento di notevoli vantaggi in termini energetici e di comfort. Lo strato isolante è in grado di ridurre maggiormente le dispersioni di calore verso il terreno (o gli ambienti non climatizzati), con un notevole risparmio energetico per la climatizzazione. Inoltre, questo intervento è utile ad eliminare l’umidità di risalita e a garantire un ambiente salubre, in quanto non è detto che un eventuale strato drenante o un vespaio aerato al di sotto della soletta siano sufficienti. Infine, in assenza di isolamento è possibile che si verifichino fenomeni quali la condensa sul pavimento, a causa della temperatura della struttura troppo bassa rispetto a quella dell’aria riscaldata nell’ambiente interno. Ancora, l'intervento sulla struttura della soletta, fornisce un opportunità , infatti, è l’occasione per ammodernare gli impianti. Esistono dei prodotti che coniugano la funzione coibentante con quella impiantistica, grazie a dei pannelli radianti immersi in materiale isolante, da posare a secco e di spessore limitato.

credit di: Arch. Gaia Mussi infobuild



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere