VARIE

Istituti Educativi: al bando Il disorientamento

March 14 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La Fondazione cambia volto e lancia il primo progetto di lifelong learning dedicato alla formazione delle nuove generazioni.

Gli ultimi dati Istat sono chiari: i giovani continuano a essere i più svantaggiati nel mondo del lavoro. Il tasso di disoccupazione giovanile in Italia è uno dei più alti in Europa tanto che due giovani su cinque tra i 25 e i 35 anni non hanno un lavoro o, ancora peggio, hanno smesso di cercarlo. Un contesto che ha spinto Fondazione Istituti Educativi di Bergamo a lanciare il bando “Orienta-mento Formazione Lavoro” dedicato al tema dell’orientamento giovanile, lavorativo e formativo, finanziandolo con un investimento da 500 mila euro.
Il bando, annunciato questa mattina nel corso della conferenza stampa di presentazione, sarà illu-strato pubblicamente il 16 marzo nel corso di un evento aperto al pubblico ospitato, dalle 10:30 al-le 13:30, nella Sala Ermanno Olmi presso la sede della Provincia in via Sora, 4 a Bergamo. La giornata sarà aperta dal Presidente della Fondazione Istituti Educativi di Bergamo Luigi Sorzi e pro-seguirà con le riflessioni, stimolate anche da video testimonianze e dai relatori Monica Poggio, CEO Bayer e Presidente della Fondazione Lombardia ITS Meccatronica, Gianpietro Benigni, Presi-dente dell’Associazione Giovani Idee e Lidia Petruzzo, consulente della Fondazione Istituti Educa-tivi.
«Il nuovo corso della Fondazione non poteva non partire dai giovani. L’urgenza di lavoro per le nuo-ve generazioni è tale che nessuno può voltarsi dall’altro lato. Per questo abbiamo deciso di investire in un bando che parta proprio dalla fase di orientamento, la più delicata eppure, molto spesso, sot-tovalutata - ha anticipato il Presidente della Fondazione Istituti Educativi di Bergamo, Luigi Sorzi, precisando - Viste le esigenze della contemporaneità, abbiamo ritenuto opportuno reinterpre-tare la missione originale della Fondazione orientata alla tutela delle marginalità, investendo sul dirit-to-dovere dei giovani di accedere alla formazione, accompagnandoli in un percorso sfidante verso la piena valorizzazione delle proprie capacità».
Come sottolineato a più riprese dal World Economic Forum, infatti, nel giro di 5 anni molte delle attività lavorative, così come le conosciamo oggi, scompariranno o subiranno, in ogni caso, radicali trasformazioni. Ciò non vuol dire, necessariamente, una perdita di lavoro, bensì l’esigenza di acquisire nuove competenze. Ergo: formazione e orientamento per capire dove andrà il mercato del lavoro domani e in che modo potremo evitare di esserne esclusi. Aspetto, questo, ancor più ve-ro in un territorio a forte vocazione industriale e artigiana come la provincia di Bergamo.
«In questo territorio, dove i modelli e le tecnologie di Industria 4.0 trovano ottime opportunità per svi-lupparsi, al sistema della formazione e dell’orientamento al lavoro si richiede di accompagnare in continuo le persone, ponendole in condizione sia di corrispondere alla domanda di nuove compe-tenze richieste “oggi”, sia di acquisire la capacità di apprendere, adattarsi, risolvere problemi, inno-vare, assumersi la responsabilità ‘civica’ della relazione ecologica tra azione individuale e destino delle forme di vita sul pianeta.» - ha commentato il Segretario Generale della Fondazione Istituti Educativi di Bergamo, Francesco Lino Bianchi.
Le radicali trasformazioni in atto, per quanto innovative negli strumenti, restano “tradizionali” e au-tentiche nei protagonisti: uomini, luoghi, mezzi di produzione. E sono proprio queste tre figure a di-ventare centrali per l’obiettivo del fotografo Gianbattista Longhi. Sabato 16 marzo Fondazione Istituti Educativi di Bergamo non solo presenta pubblicamente il bando “Orientamento Formazione Lavoro” ma alza anche il sipario sulla mostra fotografica “La dignità del lavoro”: 40 scatti per rac-contare la fatica, l’orgoglio, la passione di uomini, donne, artigiani, manovali, cameriere, singoli o in squadra. Persone che ogni giorno vivono il lavoro tornando a essere protagonisti rispetto a mac-chinari e tecnologie. Un messaggio rivolto al grande pubblico anche attraverso il cinema, con l’anteprima della commedia drammatica introspettiva, teen drama, La stessa strada, realizzata da UVA Entertainment con il contributo della Fondazione, la cui prima proiezione si terrà il 26 marzo alle ore 20:30 presso il cinema Conca Verde, a ingresso libero e gratuito.
Per partecipare all’appuntamento, sempre ad ingresso libero e gratuito di presentazione del bando Orientamento Formazione Lavoro in programma sabato 16 marzo dalle 10:30 alle 13:30 presso la sala Ermanno Olmi c/o Edificio della Provincia – Via Sora, 4 Bergamo, è sufficiente registrarsi a eventi.istitutieducativi@pg-w.it.

Licenza di distribuzione:
Lucia Masserini
Libero Professionista - Lucia Masserini
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere