SALUTE e MEDICINA

Johnson & Johnson lancia una risposta su più fronti alla minaccia sanitaria pubblica globale dovuta al Coronavirus

February 7 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Avvio dello sviluppo di un vaccino e della fornitura di medicinali antivirali alla Cina per uso sperimentale

Johnson & Johnson ha annunciato oggi che sta mobilitando risorse presso le proprie Aziende farmaceutiche Janssen per lanciare una risposta su più fronti all’epidemia del nuovo coronavirus (noto anche come 2019-nCoV o coronavirus di Wuhan). Nello specifico, l’Azienda ha iniziato a sviluppare un vaccino contro il 2019-nCoV e a collaborare ampiamente con altri attori per sottoporre a screening una gamma di terapie antivirali. L’identificazione dei composti ad azione antivirale nei confronti del 2019-nCoV può contribuire a contrastare in tempi rapidi l’attuale epidemia.

“J&J vanta un impegno di lunga data nella lotta contro le epidemie consolidate ed emergenti e supporta l’impegno globale laddove può contribuire concretamente e fare la differenza. Stiamo collaborando con le autorità regolatorie, le organizzazioni sanitarie, le istituzioni e le comunità in tutto il mondo per fare in modo di garantire che le nostre piattaforme di ricerca, la scienza e le competenze esistenti in materia di epidemie possano essere massimizzate al fine di arginare questa minaccia alla salute pubblica”, ha affermato Paul Stoffels, Vicepresidente del Comitato esecutivo e Direttore scientifico di Johnson & Johnson. “Quest’ultima epidemia di un nuovo agente patogeno ribadisce ancora una volta l’importanza di investire nella crescita delle conoscenze e degli strumenti di sorveglianza e intervento, per garantire che il mondo sia sempre un passo avanti rispetto alle potenziali minacce pandemiche.”

Il programma vaccinale sfrutterà le tecnologie di Janssen Advac® e PER.C6®, che offrono la capacità di ottenere rapidamente una produzione di alto livello del vaccino candidato. Si tratta delle stesse tecnologie utilizzate nello sviluppo e nella produzione del vaccino sperimentale di Janssen contro l’Ebola, attualmente implementato nella Repubblica Democratica del Congo e in Ruanda. Sono state utilizzate anche per creare i candidati vaccini dell’Azienda contro i virus Zika, RSV e HIV.

L’approccio su più fronti di Johnson & Johnson include anche una revisione dei pathway noti nella patofisiologia del coronavirus per determinare se i farmaci precedentemente testati possano essere utilizzati per aiutare i pazienti a sopravvivere a un’infezione da 2019-nCoV e a ridurre la gravità della malattia nei casi non letali. Inoltre, Janssen ha donato 300 confezioni di un suo farmaco contro l'HIV a base di darunavir/cobicistat al Centro clinico per la sanità pubblica di Shanghai e all’Ospedale Zhongnan dell’Università di Wuhan per l’utilizzo nella ricerca a sostegno dell’impegno per trovare una soluzione contro il 2019-nCoV. Inoltre, sono state fornite altre 50 confezioni al Centro Cinese per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie per le indagini di laboratorio (screening del farmaco per le proprietà antivirali contro 2019-nCoV). Tutte le spedizioni sono state consegnate e, in caso fossero necessarie ulteriori donazioni, l’Azienda è disponibile a collaborare con tutti gli istituti e le agenzie sanitarie impegnate a trovare una soluzione contro il 2019-nCoV.

Le richieste del Centro Clinico per la Sanità Pubblica di Shanghai e dell’Ospedale Zhongnan dell’Università di Wuhan seguono una raccomandazione dell’Istituto di Materia Medica di Shanghai, dell’Accademia Cinese di Scienze, per l’indagine su 30 composti potenzialmente efficaci, incluso darunavir - inibitore della proteasi di Janssen - contro il 2019-nCoV. In base a riscontri aneddotici, un inibitore della proteasi ha precedentemente dimostrato una potenziale risposta clinica favorevole contro il coronavirus associato alla sindrome respiratoria acuta grave (Severe Acute Respiratory Syndrome, SARS).1

Il programma di ricerca e sviluppo accelerato dell’Azienda è in risposta all'attuale epidemia di 2019-nCoV in Cina. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha confermato casi di 2019-nCoV in tutta la Cina continentale; confermati casi anche in Paesi e territori in tutto il mondo, tra cui Australia, Cambogia, Canada, Francia, Germania, Hong Kong, Giappone, Macao, Malesia, Nepal, Repubblica di Corea, Singapore, Sri Lanka, Taiwan, Thailandia, Stati Uniti e Vietnam.2,3 Il 2019-nCoV proviene da un gruppo di virus chiamati coronavirus che attaccano il sistema respiratorio.

Informazioni su Johnson & Johnson
Noi di Johnson & Johnson crediamo che una buona salute sia il fondamento di una vita attiva, di comunità fiorenti e di progresso. Ecco perché da oltre 130 anni lavoriamo per mantenere le persone in salute in ogni età e in ogni fase della loro vita. Oggi, in qualità dell’Azienda farmaceutica più grande e ramificata al mondo, ci impegniamo a sfruttare al meglio le nostre conoscenze e il nostro potenziale. Ci sforziamo di migliorare l'accesso e l'accessibilità economica, di creare comunità più sane e di garantire la salute della mente, del corpo e dell’ambiente ovunque. Lavoriamo con cuore, scienza e ingegno per cambiare profondamente il futuro della salute per l'umanità. Per saperne di piùwww.jnj.com seguici su @JNJNews.

Informazioni su Janssen Pharmaceutical Companies
In Janssen stiamo creando un futuro in cui la malattia sia un brutto ricordo del passato. Siamo le Pharmaceutical Companies of Johnson & Johnson, che lavorano incessantemente per trasformare questo futuro in realtà per i pazienti di tutto il mondo, combattendo la malattia con la scienza, migliorando l’accesso alle cure con l’ingegno e guarendo la disperazione con il cuore. Ci concentriamo su settori di specializzazione medica in cui possiamo fare veramente la differenza: area cardiovascolare e metabolismo, immunologia, malattie infettive e vaccini, neuroscienze, oncologia e ipertensione polmonare. Per saperne di più www.janssen.com. Seguiteci su @JanssenGlobal.

Avvertenze relative alle dichiarazioni previsionali
Questo comunicato stampa contiene "dichiarazioni previsionali" come definite nel Private Securities Litigation Reform Act del 1995, in merito allo sviluppo di un potenziale regime di prevenzione e trattamento del coronavirus. Si prega il lettore di non fare affidamento su queste dichiarazioni previsionali. Queste dichiarazioni si basano sulle attuali aspettative in merito a eventi futuri. Se i presupposti dovessero rivelarsi inaccurati o dovessero presentarsi rischi e imprevisti noti o sconosciuti, i risultati effettivi potrebbero discostarsi sostanzialmente dalle aspettative e dalle proiezioni delle aziende farmaceutiche Janssen e/o Johnson & Johnson. I rischi e le incertezze includono a titolo esemplificativo ma non esaustivo: sfide e incertezze relative alla ricerca e sviluppo del prodotto, compresa l'incertezza del successo clinico e dell’ottenimento delle approvazioni degli enti regolatori; l’incertezza del successo commerciale; le difficoltà e i ritardi nella produzione; la concorrenza, compresi innovazioni tecnologiche, nuovi prodotti e brevetti ottenuti dai concorrenti; le sfide per i brevetti; problemi di efficacia o sicurezza del prodotto con conseguente richiamo del prodotto o azione normativa; i cambiamenti nei modelli di condotta e di spesa o le difficoltà finanziarie degli acquirenti di prodotti e servizi sanitari; e modifiche alle leggi e ai regolamenti applicabili, comprese le riforme sanitarie globali; la tendenza al contenimento dei costi sanitari.Ulteriori elenchi e descrizioni di questi rischi, incertezze e altri fattori si trovano nella relazione annuale di Johnson & Johnson nel modulo 10-K per l'esercizio finanziario conclusosi il 30 dicembre 2018, incluse le sezioni intitolate "Nota precauzionale relativa alle dichiarazioni previsionali" e "Voce 1A. Fattori di rischio", e nell'ultimo rapporto trimestrale depositato dall'azienda sul modulo 10-Q e nei successivi depositi dell'azienda presso la Securities and Exchange Commission. Copie di questi documenti sono disponibili online all'indirizzo www.sec.gov, www.jnj.com o, su richiesta, presso Johnson & Johnson. Né Janssen Pharmaceutical Companies né Johnson & Johnson si impegnano ad aggiornare qualsiasi dichiarazione previsionale a seguito di nuove informazioni o di eventi o sviluppi futuri.

1 Chu CM et al. Role of lopinavir/ritonavir in the treatment of SARS: initial virological and clinical findings. Thorax. 2004;59:252-256.
2 WHO. Novel Coronavirus (2019-nCoV) SITUATION REPORT – 8, 28 JANUARY 2020. Available at: https://www.who.int/docs/default-source/coronaviruse/situation-reports/20200128-sitrep-8-ncov-cleared.pdf?sfvrsn=8b671ce5_2. Last accessed: January 2020.
3 Gov.uk. Wuhan novel coronavirus: epidemiology, virology and clinical features. Available at: https://www.gov.uk/government/publications/wuhan-novel-coronavirus-background-information/wuhan-novel-coronavirus-epidemiology-virology-and-clinical-features.



Licenza di distribuzione:
Mariella Belloni
Vicecaporedattore - Marketing Journal
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere