NUOVI ACCORDI

KIKO Milano sceglie intarget per un percorso strutturato di maturazione digitale

September 15 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

L'azienda italiana di cosmetici ha avviato un percorso continuativo per migliorare le performance dell’e-commerce tramite una revisione del sito in termini di UX e UI, un innovativo progetto di Search Strategy e la produzione di contenuti pensati per incontrare l’interesse dell’utenza

intarget, partner strategico del marketing digitale, accompagnerà KIKO Milano in un percorso di maturità digitale, passando dalla consulenza e revisione del proprio sito in termini di User Experience e di User Interface all'ottimizzazione delle conversioni e delle performance del proprio e-commerce. In questo processo si aggiunge la produzione di contenuti pensati per incontrare l’interesse degli utenti in tutto il suo processo di acquisto nelle fasi di awareness, consideration, conversion e, infine, loyalty.

“KIKO è un’azienda attenta agli aspetti legati all’innovazione. Abbiamo compreso l’importanza di un’ottimizzazione dei processi digitali e dei contenuti SEO, fondamentali per rispondere ai bisogni dei consumatori quando navigano nel nostro sito. intarget si rivela un partner ideale: da sempre sulle frontiere tecnologiche con alle spalle una solida expertise raggiunta negli anni di collaborazione con leader mondiali del settore della cosmesi e già a conoscenza del regolatorio, tema cruciale per la SEO e per il campo in cui operiamo” afferma Diego Morgandi, E-commerce Director di KIKO Milano.

Il lavoro di intarget comprende lo studio del mercato in diversi paesi, passando attraverso alcune fasi: il primo passo è l’analisi dell’interesse degli utenti, ovvero quel momento in cui si analizzano tutte le combinazioni di keywords, sia per le ricerche legate al brand, dove il cliente sa già come muoversi per prendere le sue decisioni di acquisto, sia per quelle dove invece il consumatore ha bisogno di essere orientato. Secondariamente, l’analisi dello scenario organico fornisce un’immagine fedele di dove è posizionato il brand rispetto ai competitor, consentendo a intarget di dare una serie di indicazioni strategiche per le attività della SEO. I dati della visibilità sui risultati organici (non a pagamento) vengono poi combinati con gli indicatori che rappresentano la competizione a livello Paid (a pagamento), al fine di ottenere una rappresentazione totale della competizione e di poter dare indicazioni per una strategia di copertura integrata.

“Contrariamente a quanto normalmente siamo portati a pensare, la SEO non si limita a una mera “pulizia” occasionale del proprio sito: l’adozione di prodotti derivati dalla nostra analisi di scenario consente di costruire un rapporto strategico con il cliente e di dare un’apertura più ampia alla pianificazione editoriale. Il nostro approccio inoltre fa leva sull’analisi, sulla pianificazione e sulla produzione di contenuti direttamente nella lingua del Paese a cui ci si vuole rivolgere con una forte attenzione anche all'influenza che gli elementi culturali hanno sulla ricerca e sulle tipologie di contenuto più adatte al pubblico come testi, editoriali, tutorial, video” spiega Fabio Ardinghi, Head of SEO di intarget.

Sempre più spesso, il consumatore segue un percorso di acquisto non lineare, disorientato dalla molteplicità delle informazioni e dai diversi touchpoint. Un contenuto pertinente rispetto alle esigenze è in grado di impegnare attivamente il cliente, rendendo l’esperienza positiva e memorabile. Per questo motivo, “leggerezza” e “qualità” devono diventare elementi portanti nella creazione dei contenuti, utili per convertire e fidelizzare, affiancati dall’ottimizzazione della SEO e delle interfacce, raggiungendo così il cliente al momento giusto e agevolando il processo di acquisto.
Il lavoro sul contenuto è, oggi, cruciale per l’importanza sempre maggiore che rivestono i dati di prima parte: produrre contenuti rilevanti per gli utenti, che soddisfino i loro bisogni e li (in)trattengano sul sito del brand è più importante che in passato e lo sarà sempre di più in futuro a causa dell’attenzione crescente nei confronti dei temi legati alla privacy e degli effetti sulla possibilità di tracciare gli utenti attraverso i cookie.

“L’infrastruttura tecnologica è importante per attivare un’analisi quantitativa, basata sulla storicità dei dati acquisiti e qualitativa attraverso gli analytics che stiamo raccogliendo. I dati battono le opinioni e siamo convinti che questa fase di ricerca permetterà poi di mettere a terra le nostre soluzioni in ambito SEO, UI, UX e CRO (Conversion Rate Optimization, ovvero l’attività a supporto della UX per ottimizzare gli obiettivi prefissati) e di contenuti” afferma Francesco Comi, Chief Growth Officer di intarget. “Siamo felici che intarget sia stata scelta da KIKO come partner digitale global per inaugurare un percorso strutturato di maturazione digitale, sfidante e stimolante, che ci permetterà di mettere in sinergia le nostre aree interne, fornendo una strategia di ampio respiro.”

intarget è il partner per la consulenza strategica nel customer journey. Fondata a Pisa nel 2001, conta oggi 4 ulteriori sedi a Milano, Roma, Lugano e Shanghai. Da vent’anni affianca aziende e brand per la pianificazione globale del customer journey, costruendo strategie di marca efficaci e misurabili. intarget supporta brand nazionali e internazionali in un percorso verso la piena maturità digitale e il raggiungimento degli obiettivi di business prefissati. Grazie ad un team internazionale composto da più di 150 professionisti, mira a rendere di valore e migliorare l’interazione tra persone e brand, sfruttando al massimo le potenzialità offerte da tecnologie e piattaforme digitali e realizzando soluzioni tecnologiche innovative.

L'ecosistema di soluzioni si compone di cinque aree di Business integrate:

in:agency per la consulenza strategica su attività cross-media e cross-country atte a coprire l'intero customer journey;
in:tech per l’integrazione e l'implementazione di infrastrutture tecnologiche e piattaforme avanzate (cloud e A.I.) in grado di potenziare il marketing;
in:ux per la progettazione e il design della User Experience e delle interfacce delle properties digitali;
in:studios per l'ideazione e la creazione di contenuti multimediali video, photography, motion graphics, 3d & postproduction;
in:academy per il trasferimento di conoscenza al management aziendale e guidarlo nelle sfide dell’era post-COVID.

Per maggiori informazioni: www.intarget.net

In foto: Diego Morgandi, E-commerce Director di KIKO Milano



Licenza di distribuzione:
Mariella Belloni
Vicecaporedattore - Marketing Journal
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere