SPORT

L’Arezzo Rugby torna in campo: a Cecina la prima gara del 2018

January 19 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

L'Arezzo Rugby torna in campo per la prima partita del 2018. Ad aprire il nuovo anno saranno i ragazzi dell’Under18 che stanno disputando il campionato regionale in collaborazione con il Città di Castello Rugby e il Clanis Cortona Rugby all’interno della franchigia territoriale dei Centauri e che, in termini di risultati e di progressi tecnico-tattici, stanno regalando grandi soddisfazioni alla società aretina. La squadra è salita fino al secondo posto della classifica ed è ora chiamata a confermarsi tra le migliori del torneo, a partire proprio dalla gara inaugurale del girone di ritorno che domenica 21 gennaio la vedrà impegnata a Cecina in casa del fanalino di coda Costa Toscana. Nelle prossime settimane riprenderanno a giocare anche le altre squadre della società aretina che stanno costantemente aumentando i numeri dei loro atleti: al momento, la società è ad un passo dagli ottanta tesserati che quotidianamente si allenano presso l’impianto di via dell’Acropoli.

L'Arezzo Rugby torna in campo per la prima partita del 2018. Ad aprire il nuovo anno saranno i ragazzi dell’Under18 che stanno disputando il campionato regionale in collaborazione con il Città di Castello Rugby e il Clanis Cortona Rugby all’interno della franchigia territoriale dei Centauri e che, in termini di risultati e di progressi tecnico-tattici, stanno regalando grandi soddisfazioni alla società aretina. Allenata dall’esperto tecnico Dario Senesi, la squadra è salita fino al secondo posto della classifica ed è ora chiamata a confermarsi tra le migliori del torneo, a partire proprio dalla gara inaugurale del girone di ritorno che domenica 21 gennaio la vedrà impegnata a Cecina in casa del fanalino di coda Costa Toscana. L’obiettivo dei Centauri sarà di rientrare tra le prime due del campionato che accederanno ai Play Off per il più prestigioso campionato Elite, raggiungendo un traguardo che ad inizio stagione era inaspettato considerando che la rosa ha visto il recente innesto di alcuni rugbisti esordienti e che è formata prevalentemente da ragazzi del 2001 che si trovano ad affrontare avversari nati anche nel 1999. L’Arezzo Rugby, comunque, sta puntando fortemente su questi atleti dell’Under18 e, a dimostrarlo, è il loro impiego anche come istruttori nel settore minirugby per fornire loro un’ulteriore occasione di crescita.

Nelle prossime settimane riprenderanno a giocare anche le altre squadre della società che stanno costantemente aumentando i numeri dei loro atleti: al momento, la società è ad un passo dagli ottanta tesserati aretini che quotidianamente si allenano presso l’impianto di via dell’Acropoli. La maggior crescita è registrata dai gruppi sportivi Under10 e Under12 che stanno riscontrando l’entusiasmo di tanti bambini e che saranno impegnati in una serie di concentramenti contro coetanei di tutta la Toscana che troveranno il loro apice nella ventiquattresima edizione del torneo "Lorenzo Serboli" che, organizzato in primavera dal Convitto Nazionale e dall'Arezzo Rugby, vedrà sfidarsi in città tante squadre del centro Italia. Si appresta ad iniziare la seconda fase stagionale l’Under16 dei Centauri che, allenata da Igor Polvani e composta da tanti ragazzi al primo anno in categoria, ha chiuso il girone iniziale del campionato regionale tosco-umbro con un positivo terzo posto in classifica. A concludere la rosa delle squadre dell’Arezzo Rugby sono infine l’Under8 e l’Under14 guidata da Francesco De Astis. «Il 2017 ha confermato l’Arezzo Rugby come una società in crescita sia a livello numerico che a livello tecnico-tattico - commenta il vicepresidente Simone Colangelo. - Il nostro impegno è rivolto prevalentemente alla formazione degli atleti fuori e dentro dal campo, utilizzando il rugby come strumento per educare ai sani valori dello sport e, allo stesso tempo, per gettare le basi dei cittadini di domani. Oltre alle soddisfazioni regalate dai risultati positivi, questo percorso rappresenta il nostro principale motivo d’orgoglio».

Licenza di distribuzione:
Marco Cavini
Responsabile pubblicazioni - Uffici Stampa Egv di Cavini Marco
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere