SALUTE e MEDICINA

L'obesità nei gatti: un problema da non sottovalutare

January 11 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Quello dell'obesità è un problema piuttosto importante nei gatti, il quale deve dunque essere affrontato con la dovuta attenzione. Proprio come le persone, infatti, anche i gatti che versano in una condizione di obesità sono esposti a seri rischi di salute, come ad esempio problemi cardiaci o disturbi ossei, senza trascurare che gli esemplari obesi sviluppano in genere un carattere abulico e si affaticano più facilmente.

Quello dell'obesità è un problema piuttosto importante nei gatti, il quale deve dunque essere affrontato con la dovuta attenzione.

Proprio come le persone, infatti, anche i gatti che versano in una condizione di obesità sono esposti a seri rischi di salute, come ad esempio problemi cardiaci o disturbi ossei, senza trascurare che gli esemplari obesi sviluppano in genere un carattere abulico e si affaticano più facilmente.
É molto importante, dunque, contrastare al meglio l'obesità dei gatti, cerchiamo dunque di fornire dei consigli preziosi a tal riguardo.

Il primo passo: accertarsi che il gatto sia effettivamente obeso

Capita piuttosto frequentemente che dei gatti che rientrano nel loro peso forma siano considerati grassi, magari per via di un pelo particolarmente folto, allo stesso tempo accade anche che gatti dal peso eccedente rispetto a quello ideale siano considerati in un buon stato di forma.
Prima di muoversi per contrastare l'obesità del proprio esemplare, dunque, bisogna accertarsi che il proprio gatto sia effettivamente obeso: il parere di un veterinario può essere molto utile in questi casi, certamente, ma anche tramite una semplice navigazione in Internet è possibile individuare delle informazioni molto interessanti in tale ottica.

Come verificare autonomamente se il proprio gatto è obeso o meno?
La tabella peso gatti: che cos'è?

Quella che si usa definire tabella peso gatti è una sorta di progressione la quale indica a ogni età dell'esemplare, dalla nascita fino al momento in cui diviene adulto, quale dovrebbe essere il suo peso ideale, distinguendo ovviamente tra esemplari maschi ed esemplari femmine.
Per visualizzare una tabella peso gatti è sufficiente digitare questa keyword all'interno di Google e consultare i vari risultati proposti dal motore di ricerca: trattandosi di un contenuto di natura grafica è pressoché impossibile riuscire a sintetizzarlo.
Ad ogni modo per quanto riguarda gli esemplari adulti, quindi i gatti che hanno un'età di almeno 48 settimane, il peso forma ideale si colloca tra 3,7 Kg e 4,8 Kg per i gatti maschi e tra 2,6 Kg e 3,7 kg per gli esemplari femmina.

Le possibili cause dell'obesità del gatto

Se il proprio gatto è obeso le cause possono essere molteplici, a cominciare dalla conduzione di una vita sedentaria, un problema comune a molti gatti che vivono in appartamento.
Anche la sterilizzazione può influire in tal senso, dal momento che i gatti sterilizzati hanno un fabbisogno calorico lievemente inferiore rispetto agli esemplari non sterilizzati, e ovviamente tra le cause primarie non può che esserci l'alimentazione del gatto.
Troppo spesso si adopera infatti del cibo per gatti di scarsa qualità, e questo influisce in modo consistente sullo stato di forma dell'esemplare, allo stesso tempo può accadere che si abbondi oltremodo nelle porzioni, oppure che vengano concessi al gatto troppi spuntini extra rispetto ai pasti principali.

Come contrastare l'obesità del gatto

Se ci si chiede come si può contrastare l'obesità del gatto è utile anzitutto fare una precisazione: l'alimentazione del gatto non deve essere ridotta in modo drastico, al contrario deve essere modificata in maniera graduale, in modo che sappia rivelarsi non solo efficace, ma anche sicura, priva di rischi per la salute dell'animale.
Per porre rimedio all'obesità è anzitutto utile rivedere l'alimentazione del gatto, organizzando una dieta per gatti obesi ben oculata.
Sul piano alimentare è importante regolarizzare il gatto nelle sue abitudini alimentari, proponendogli dei pasti negli orari canonici senza "sgarri" fuori orario, allo stesso tempo ovviamente può essere opportuno rivedere le quantità proposte nei singoli pasti, per evitare che si rivelino oltremodo pesanti.
É molto positivo, inoltre, che il gatto pratichi più movimento, e nel caso in cui l'animale viva esclusivamente in casa può essere un'ottima idea quella di prevedere delle passeggiate quotidiane, magari attrezzandosi con un apposito guinzaglio: portare in giro il proprio gatto in questo modo è meno insolito di quanto si possa credere, e non ha davvero alcun senso credere che il guinzaglio sia una prerogativa esclusiva dei cani.

Scegliere un mangime dietetico e di qualità

Per contrastare efficacemente l'obesità di questi animali domestici è necessario rivedere l'alimentazione del gatto non solo nelle quantità, ma anche nella qualità degli alimenti: come si diceva in precedenza, infatti, in moltissime occasioni i gatti domestici divengono obesi perché si adoperano dei mangimi con un profilo nutrizionale non impeccabile.
Se si vuol proporre al proprio esemplare una dieta per gatti obesi può essere un'ottima idea quella di scegliere un mangime specifico, quindi un prodotto ideato appositamente per i gatti che hanno la necessità di dimagrire.



Licenza di distribuzione:
Marco Di Lolli
Responsabile pubblicazioni - Pet Shop Store
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere