SPORT

La Chimera Nuoto incontra i professori di medie e superiori

January 2 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La Chimera Nuoto incontra i professori delle scuole medie e superiori. Il periodo natalizio è particolarmente intenso per la società aretina che, sfruttando la pausa dei tradizionali corsi di nuoto e di fitness in acqua, dedica la piscina di Arezzo alla formazione e all'organizzazione di diversificate iniziative. Tra queste rientra una lezione pratico-teorica rivolta a tutti gli insegnanti di educazione fisica e di altre materie che sabato 30 dicembre, dalle 18.00, potranno partecipare all'incontro la "Magia del nuoto" che ha l'obiettivo di presentare le potenzialità di questo sport per la crescita degli alunni in età scolare attraverso l'applicazione della pedagogia dell'azione che è utilizzata dalla Chimera Nuoto nei suoi allenamenti quotidiani e che può essere applicata anche in altri ambiti educativi. L'appuntamento, a partecipazione gratuita, trova le sue radici nel successo ottenuto lo scorso novembre dallo stage che riunì gli stessi professori per lanciare il progetto federale "Nuoto in cartella".

La Chimera Nuoto incontra i professori delle scuole medie e superiori. Il periodo natalizio è particolarmente intenso per la società aretina che, sfruttando la pausa dei tradizionali corsi di nuoto e di fitness in acqua, dedica la piscina di Arezzo alla formazione e all'organizzazione di diversificate iniziative. Tra queste rientra una lezione pratico-teorica rivolta a tutti gli insegnanti di educazione fisica e di altre materie che sabato 30 dicembre, dalle 18.00, potranno partecipare all'incontro la "Magia del nuoto" che ha l'obiettivo di presentare le potenzialità di questo sport per la crescita degli alunni in età scolare attraverso l'applicazione della pedagogia dell'azione che è utilizzata dalla Chimera Nuoto nei suoi allenamenti quotidiani e che può essere applicata anche in altri ambiti educativi. Questa metodologia incentra l'apprendimento non su spiegazioni teoriche ma direttamente sull'azione e sulla pratica in vasca, con il maestro che guida l'allievo al superamento dei propri limiti attraverso un costante confronto e la scelta dei giusti compiti motori per lui più adatti: l'insegnamento non si basa quindi su schemi standardizzati, ma sulle caratteristiche, l'identità e la personalità del singolo nuotatore.



L'appuntamento, a partecipazione gratuita, trova le sue radici nel successo ottenuto lo scorso novembre dallo stage organizzato in collaborazione con l'ufficio di educazione fisica del provveditorato per lanciare ad Arezzo il progetto federale "Nuoto in cartella", un'iniziativa che vuole educare all'ambiente acquatico gli studenti di elementari, medie e superiori, attraverso un percorso di incontri mattutini per insegnare a nuotare e far acquisire sicurezza in acqua. In quell'occasione furono coinvolti quindici professori che hanno dimostrato partecipazione ed interesse verso la tematica, motivando la Chimera Nuoto ad organizzare questo nuovo incontro che si aprirà con una lezione direttamente in vasca per mettersi alla prova e per testare in prima persona quanto previsto dalla pedagogia dell'azione. Successivamente la lezione si sposterà in aula dove il direttore sportivo Marco Magara approfondirà l'esperienza vissuta e risponderà a tutte le esigenze di spiegazioni, chiarimenti e dubbi emersi tra i partecipanti. «L'incontro - spiega lo stesso Magara, - vuole approfondire la conoscenza dei professori verso la pedagogia natatoria e vuole creare una cultura favorevole verso il nuoto, per arrivare ad inserirlo sempre più all'interno dei progetti scolastici e per permettere di sviluppare la sicurezza in acqua tra gli studenti».


Licenza di distribuzione:
Marco Cavini
Responsabile pubblicazioni - Uffici Stampa Egv di Cavini Marco
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere