NUOVI SERVIZI

La sicurezza alimentare certificata come prerequisito per accedere alla distribuzione moderna nazionale ed internazionale

September 28 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Nel contesto di un mercato in continua evoluzione e sviluppo, la produzione e commercializzazione di alimenti sicuri e di qualità rappresenta per gli operatori del settore alimentare e della distribuzione moderna una sfida importante.

La sicurezza del prodotto alimentare viene percepita come un pre-requisito dal consumatore al momento dell’acquisto.
Per questo motivo, si sono affermati sul mercato standard privati di certificazione della sicurezza e qualità degli alimenti.

Nati come strumento di qualifica e monitoraggio dei fornitori di prodotti Private label della distribuzione moderna, più recentemente si sono affermati come strumento principe dell’industria alimentare per infondere fiducia nei propri clienti.

In Italia la scelta delle aziende ricade essenzialmente su tre standard internazionali riconosciuti GFSI - Global Food Safety Initiative: IFS Food, BRCGS Food (GSFS) ed FSSC 22000, in quanto permettono di proporsi con successo alla distribuzione moderna nazionale, europea ed extracomunitaria.

Lo standard IFS Food è sorto dalla collaborazione tra la grande distribuzione di Francia, Germania, Italia e Spagna, con lo scopo di favorire l’efficace selezione dei fornitori food a marchio della GDO, sulla base della loro capacità di fornire prodotti sicuri, conformi alle specifiche contrattuali e ai requisiti di legge.

Lo standard BRCGS Food (GSFS) è nato in seno alla grande distribuzione organizzata inglese, come strumento di due diligence e di selezione dei fornitori della filiera agroalimentare, con lo scopo di assicurare la sicurezza alimentare e la tutela del marchio.

Lo standard FSSC 22000 è una norma che consente lo sviluppo di un Sistema di gestione per la Sicurezza alimentare, basato su norme ISO (ISO 22000:2018, ISO/TS 22002) e su un set di requisiti addizionali sviluppati dalla Fondazione FSSC.

Accanto a questi schemi principali, sono disponibili standard complementari di sicurezza alimentare, applicabili ad altri settori della filiera, come la distribuzione e logistica (es. IFS Logistics, BRCGS Storage & Distribution), la produzione di materiali di imballaggio (es. BRCGS Packaging materials, FSSC 22000), le attività di intermediazione e commercio (es. IFS Broker, BRCGS Agents & Brokers).

L’implementazione di questi standard permette alle aziende di dotarsi di sistemi efficaci per garantire la sicurezza alimentare e la qualità delle produzioni, accrescendo la fiducia degli stakeholder, la protezione del proprio marchio e favorendo l’accesso ai mercati internazionali.

CSQA, come principale Ente di Certificazione in Italia nel settore agricolo e alimentare con oltre 65 prodotti DOP, IGP, STG controllati e decine di migliaia di aziende certificate in ambito volontario, da più di 30 anni è il partner delle eccellenze italiane, delle aziende e dei prodotti di qualità. È apprezzato in tutti i settori dove opera per la competenza e la leadership innovativa, che consentono di stare al passo con le esigenze di un mercato in continua evoluzione.



Licenza di distribuzione:
Alvise Cattelan
Marketing & Communication Manager - CSQA Certificazioni
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere