SOCIETA

La solidarietà ai migranti intorno a Bihac

February 24 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Raggiunto l'obiettivo della cucina da campo e 1000 kit igienico/sanitari da parte di Incontri del Mediterraneo con Petroltecnica

PER I MIGRANTI “PRIGIONIERI”, TRA NEVE E FREDDO,
NEL CAMPO BOSNIACO DI BIHAC

OLTRE OGNI ASPETTATIVA: raccolto il doppio dell’obiettivo !


Per comprare una cucina da campo e 1000 kit igienico/sanitari da mettere a disposizione dei migranti “prigionieri”, al freddo e al gelo nella foresta intorno a Bihac, località al confine con la Croazia, ci eravamo dati 15 giorni. Un tempo breve per un obiettivo importante.

La risposta, grazie anche a tutti i media che hanno diffuso la notizia, è stata superiore ad ogni più rosea aspettativa.

Perché a conclusione della campagna si sono raccolti un totale di 13.336 euro, cioè più del doppio dell’obbiettivo che ci si era proposto, cifra cui hanno concorso, con 3.156 euro, trattenuti direttamente dalla busta paga, i dipendenti di Petroltecnica e Rovereta. Che a loro volta hanno aggiunto altri 1.400 euro come contributo diretto.

Alla data, 3.800 euro per l’acquisto della cucina da campo, e 3.000 euro per i kit sanitari sono già stati inviati all’Associazione BIH Acli/Caritas, che opera sul campo.

Si resta in attesa di indicazioni per l’invio dei restanti 6.536 euro, che corrisponde alle donazioni in più raccolte.

Allegate le foto dell’installazione del refettorio, dove i migrati possono consumare un pasto caldo.
Sulla pagina facebook di IPSIA/ACLI e sulle News del sito ww.incontridelmediterraneo.it
si può seguire gli sviluppi.

Licenza di distribuzione:
Giamcarlo Garoia
CORRISPONDENTE - UFFICIO STAMPA RETERICERCA
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere