NUOVI SERVIZI

La tesi di laurea

January 18 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La tesi di laurea. Riuscire a scrivere la tesi di laurea non è sempre un'impresa da intraprendere a cuor leggero. Vi elencheremo come fare!

S.O.S scrittura della tesi di laurea.
Riuscire a terminare la tesi di laurea non è sempre un’impresa da intraprendere a cuor leggero a volte ci si trova sommersi tra libri e articoli, senza riuscire a trovare una via d’uscita.

Questa situazione si verifica, soprattutto, quando la stesura riguarda la tesi di laurea triennale.

Infatti, nessuno studente alla fine dei primi tre anni di studio universitario si sente perfettamente in grado di compiere questo passo fondamentale.

Durante gli innumerevoli corsi seguiti e gli esami conseguiti, difatti, non si incontra nessuno disposto a spiegare effettivamente di cosa si tratti.

Se anche voi state scrivendo la vostra tesi di laurea e in particolare, la vostra tesi triennale e se leggendo queste parole avete detto: “cavoli, sono proprio io”, ecco, proseguite nella lettura.

Perché in questo articolo ci concentreremo proprio sull’illustrare in pochi semplici punti come scrivere una tesi di laurea. In generale, aggiungendo però qualche dritta per i neofiti alle prese con la tesi triennale.



Come si scrive una tesi di laurea.
Per prima cosa cerchiamo di capire in che cosa consiste scrivere una tesi di laurea, da quali elementi è formata e come deve essere organizzata.

La struttura di una tesi sia triennale che non, si può riassumere in 6 sezioni:

Indice
Introduzione tesi
Svolgimento
Conclusione tesi
Bibliografia tesi
Ringraziamenti tesi

Ognuna di queste si distingue per proprie peculiarità intrinseche, che in questa sede andremo solo ad accennare, ciò che è importante sapere è che ogni parte della vostra tesi di laurea è interconnessa con le altre e possiede un ruolo ben preciso che ne determina anche il posizionamento all’interno dello scritto.

L’indice
Per chiarire quanto detto sopra, l’Indice della tesi, ad esempio, riassume tutte le parti che vengo trattate all’interno del vostro elaborato. Per questo motivo inaugura, in un certo senso, tutto il vostro lavoro illustrando il topic (argomento) della tesi che avete scelto di approfondire.

Proprio per questa sua caratteristica di “apri fila”, esso deve essere chiaro e ben organizzato: non vi devono essere titoli ambigui o errori riguardo alle sottosezioni trattate.

L’introduzione tesi di laurea
Così come suggerisce il termine stesso, l’introduzione della tesi assume anch’essa il ruolo di presentatore della vostra tesi triennale e pertanto, deve descrivere il vostro intento in maniera chiara senza esagerare nei dettagli. Infatti, si tratta solo di un breve accenno mirato a quanto desideravate ottenere con la vostra ricerca e per quale scopo avete optato per quel preciso argomento.

Svolgimento
Una volta introdotto l’argomento, ovviamente, questo va sviluppato e ampliato in ogni suo dettaglio. Questa è la sezione dove progressivamente dovrete descrivere prima lo stato dell’arte della materia in questo e poi, esprimere il vostro supporto in merito.

Conclusione tesi di laurea
Se l’introduzione della tesi deve presentare cosa avreste voluto raggiungere, le conclusioni della tesi devono mettere il punto su quanto avete affettivamente conquistato.

In questa sede, così come nell’introduzione, non ci devono essere troppi dettagli, ma dovete puntare a cogliere il senso di tutto il progetto nel modo più comprensibile possibile.

In questo caso, introdurre esempi, anche tratti da altri contesti, può aiutare in questo senso a rendere il discorso allo stesso tempo chiaro e scorrevole.

Bibliografia e Ringraziamenti tesi
Queste due sezioni sono accumunate da una necessaria formalità: se nella prima inserire correttamente tutte le fonti che si sono impiegate nello svolgimento della tesi è un obbligo; nella seconda un certo formalismo deve essere mantenuto anche se si tratta di uno scritto rivolto ad amici e perenti e non solo al vostro relatore.

Entrambe, sicuramente, si caratterizzano per una spiccata brevità che deve regnare soprattutto nei ringraziamenti della tesi, che non devono trasformarsi in una lettera a cuore aperto.

Insomma, scrivere la tesi di laurea non è certamente un’impresa facile, ma regala molte emozioni una volta conclusa.

Quindi, tenete duro!



© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere