EDITORIA

La tripla vita di Michele Sparacino - Andrea Camilleri

December 3 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Recensione

Di cosa parla?



Il racconto di Camilleri è la storia di un equivoco. Michele Sparacino è un personaggio inventato da un giornalista per individuare l'agitatore di masse e di scioperanti durante i disordini che si son verificati a Vigata nel 1898. Ma lo stesso anno nasceva un certo Michele Sparacino, settimo figlio di Nanà Sparacino.

Finiti il personaggio di Michele Sparacino scompare ma non la sua fama. Così il piccolo ma vero Michele Sparacino quando diventa adulto e deve ahimè partire per la Guerra, si ritrova con una nomea di agitatore che lo precede. Nessuno pensa che ci sia una differenza di età, ma tutti credono che quel Michele Sparacino sia una testa calda, e lui ovviamente non capisce perchè tutti si accaniscono con lui.

Queste son le 2 vite di Michele Saparacino ma ce n'è una terza, sul finale, che nascerà nuovamente da un equivoco.





Commento



Tutto gira intorno agli equivoci e il lettore si trova davanti a un racconto divertente e a tratti tragicomico. Camilleri usa il siciliano di "Montalbano" per raccontarci le disavventure del giovane Michele Sparacino. Quello che ho trovato davvero interessante è come l'autore tiri il lettore nella storia. Non svela le sue carte, non gli suggerisce l'azione successiva, ma è il lettore che in diversi passi deve tirare a indovinare, a dedurre, per capire e intercettare la trama della storia. Tutto questo crea quella tensione necessaria che spinge il lettore a girare la pagina, anche se il tema non è un omicidio o un mistero da risolvere. Ma non è esasperato, non tira troppo la corda, l'autore ha il giusto equilibrio. In questo sta l'abilità e la genialità di Camilleri.

Molto interessante è anche l'intervista/conversazione con Francesco Piccolo, dove Camilleri si svela e racconta il suo modo di scrivere. E scopriamo così un autore molto ordinato e metodico. Una nota che non sapevo. I libri su Montalbano sono tutti di 180 pagine, i capitoli sono 18, e ciascun capitolo è formato da 10 pagine. Non una pagina di più o una di meno, altrimenti Camilleri riscrive il romanzo.





Giudizio finale:



TRAMA: 7

STILE NARRATIVO: 7

SUSPENCE: 7,5

EFFETTO SORPRESA: 6

PERSONAGGI: 6

DIALOGHI: 6




Media: 6,5



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Simone Bolassa
Responsabile pubblicazioni - SIMONE BOLASSA
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere