SOCIETA

Le Acli di Arezzo raccolgono 7.140 euro per l’ospedale San Donato

April 3 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

7.140 euro dalle Acli di Arezzo all’ospedale San Donato. L’associazione ha attivato nei giorni scorsi un’iniziativa interna di raccolta fondi con l’obiettivo di portare un contributo alla struttura cittadina e al suo personale che, da settimane, è in prima linea nella gestione dell’emergenza sanitaria e nella salvaguardia della salute pubblica. La donazione sarà destinata al reparto di malattie infettive dell’ospedale per favorire il reperimento di presidi sanitari e strumentazioni di prima necessità da utilizzare a favore della tutela dei pazienti e degli stessi operatori.

7.140 euro dalle Acli di Arezzo all’ospedale San Donato. L’associazione ha attivato nei giorni scorsi un’iniziativa interna di raccolta fondi con l’obiettivo di portare un contributo alla struttura cittadina e al suo personale che, da settimane, è in prima linea nella gestione dell’emergenza sanitaria e nella salvaguardia della salute pubblica. La donazione sarà destinata al reparto di malattie infettive dell’ospedale per favorire il reperimento di presidi sanitari e strumentazioni di prima necessità da utilizzare a favore della tutela dei pazienti e degli stessi operatori.

L’iniziativa ha movimentato l’intero sistema delle Acli provinciali e ha registrato un condiviso moto di generosità che ha coinvolto i servizi, i circoli, i dipendenti, i dirigenti e i singoli associati, con una raccolta totale di 7.140 euro. Il maggior contributo è arrivato dalla Fap - Federazione Anziani e Pensionati che ha confermato la propria sensibilità e attenzione alle problematiche socio-sanitarie legate soprattutto alla terza età con un investimento di ben 3.000 euro, mentre la presidenza provinciale ha donato 500 euro. Lo stesso importo è stato devoluto da Caf Acli e Patronato Acli che, nelle ultime settimane, hanno chiuso i propri sportelli al pubblico ma che stanno continuando a garantire i servizi fiscali e previdenziali attraverso modalità telematiche. Tra i circoli in prima linea nell’iniziativa sono rientrati Arezzo Centro, Castroncello e Castiglion Fibocchi, poi un forte sostegno alla raccolta è arrivato dalla generosità de La Ferroviaria Italiana con 1.000 euro e delle associazioni presenti a Vitiano con un totale di 400 euro. Al raggiungimento dei 7.140 euro hanno infine contribuito le erogazioni di una decina di famiglie e di cittadini venuti a conoscenza dell’iniziativa. «In questi giorni tanto difficili e complicati - commenta il presidente Stefano Mannelli, - abbiamo sentito la necessità di condividere all’interno del sistema aclista una raccolta fondi per dimostrare vicinanza, ringraziamento e riconoscenza a chi opera nelle strutture ospedaliere della nostra città. Le Acli ritengono che il Sistema Sanitario Pubblico Nazionale sia una risorsa primaria indispensabile e necessaria per il Paese e per i cittadini, dunque il suo consolidamento è importante per guardare al futuro con la condivisa volontà di correggere gli errori del passato per garantire una salute pubblica e accessibile a tutti, soprattutto ai più fragili. L’auspicio è che questa donazione possa garantire un piccolo ma importante contributo».

Licenza di distribuzione:
Marco Cavini
Responsabile pubblicazioni - Uffici Stampa Egv di Cavini Marco
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere