SALUTE e MEDICINA

Lilt Arezzo, bilancio di un anno per la prevenzione oncologica

December 22 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La Lilt archivia un anno al servizio della prevenzione oncologica. Gli ultimi mesi sono stati intensi e ricchi di attività per la sezione provinciale della Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori che ha orientato il proprio impegno soprattutto verso un ampliamento delle collaborazioni con professionisti, strutture mediche e associazioni per rendere più incisiva la propria azione nei confronti della cittadinanza. L'obiettivo era infatti di creare una "rete della prevenzione" per sensibilizzare e informare verso quelle corrette pratiche quotidiane necessarie per favorire il benessere e per allontanare lo spettro della malattia. Tale dinamismo ha permesso di registrare un forte aumento dei tesserati rispetto agli anni passati, con la Lilt che è arrivata alla soglia dei trecentocinquanta soci che ne hanno sposato le finalità e che hanno potuto così godere di visite gratuite e tanti altri servizi.

La Lilt archivia un anno al servizio della prevenzione oncologica. Gli ultimi mesi sono stati intensi e ricchi di attività per la sezione provinciale della Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori che ha orientato il proprio impegno soprattutto verso un ampliamento delle collaborazioni con professionisti, strutture mediche e associazioni per rendere più incisiva la propria azione nei confronti della cittadinanza. L'obiettivo era infatti di creare una "rete della prevenzione" per sensibilizzare e informare verso quelle corrette pratiche quotidiane necessarie per favorire il benessere e per allontanare lo spettro della malattia, partendo dall'importanza di sottoporsi periodicamente a controlli periodici, di privilegiare un'alimentazione sana, di svolgere attività motoria e di ridurre i vizi quali fumo e alcool. Per permettere di apprendere tali abitudini fin dai primi anni di vita, la Lilt ha recentemente siglato un protocollo d'intesa con il Girotondo Intorno al Sogno orientato a promuovere progetti rivolti ai giovani e alle famiglie, mentre a partire dal 2018 verranno proposti alcuni percorsi nelle scuole con un taglio scientifico garantito dal nuovo vicepresidente Paolo Sossai, docente universitario e direttore del dipartimento medico dell'Area Vasta di Urbino.

Tra le sinergie avviate nell'ultimo anno rientra anche quella con la Radioterapia dell'ospedale San Donato per potenziare i servizi resi nella cura del cancro e nell'accoglienza ai pazienti: l'operato dell'associazione, in accordo con la dottoressa Luciana Lastrucci e con gli altri medici, è stato orientato al miglioramento della qualità e della vivibilità degli ambienti del reparto attraverso la presenza di volontari e la donazione di nuovi arredi. Nel frattempo, la Lilt ha partecipato con la propria unità mobile a molti eventi della città di Arezzo e ha anche mosso i primi passi verso il territorio valdarnese grazie ad un progetto di collaborazione con l'Istituto Radiologico Valdarno. Tale dinamismo ha permesso di registrare un forte aumento dei tesserati rispetto agli anni passati, con la Lilt che è arrivata alla soglia dei trecentocinquanta soci che ne hanno sposato le finalità e che hanno potuto godere dei servizi offerti. Tra questi, i principali fanno riferimento alle visite gratuite promosse in occasione delle campagne nazionali che sono state portate anche sul territorio aretino: solo per la "Settimana nazionale della prevenzione oncologica" di marzo sono stati assicurati oltre cento controlli tra eco-tiroide, mappatura dei nei ed ecografie all'addome. «Cogliamo l'occasione della conclusione dell'anno - commenta il presidente Ivan Cipriani Buffoni, - per ringraziare coloro che hanno contribuito al 2017 della sezione provinciale della Lilt: i volontari, i medici che hanno garantito visite gratuite, le associazioni con cui abbiamo collaborato e, ovviamente, i trecentocinquanta cittadini che nel corso del 2017 hanno scelto di sposare la prevenzione oncologica come stile di vita».

Licenza di distribuzione:
Marco Cavini
Responsabile pubblicazioni - Uffici Stampa Egv di Cavini Marco
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere