EDITORIA

LISA GINZBURG: da Parigi a Parma per presentare il suo ultimo libro

April 19 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Dialogherà con la scrittrice la giornalista Chiara Cacciani, accompagnata dal reading letterario di Paola Ferrari e Giuseppe Boles alla libreria Mondadori

Giovedì 19 aprile alle 18.30 arriva a Parma Lisa Ginzburg per presentare - alla libreria Mondadori di Piazza Ghiaia – la sua nuova opera "Buongiorno mezzanotte, torno a casa" edita da Italo Svevo. Dialogherà con l'autrice la giornalista Chiara Cacciani, mentre Paola Ferrari e Giuseppe Boles leggeranno alcuni passi del libro, una pubblicazione stampata su carta Fabriano e con le pagine ancora intonse, da scoprire una ad una.

Un percorso parallelo con Anna Maria Ortese, Nikolaj Gogol’, James Joyce o Jean Rhys, che lontani dalla propria terra, si confrontavano con la scrittura e la creatività, rivissuto da una scrittrice italiana residente all’estero, nel tentativo di venir fuori dal dilemma mentale di cui si sente prigioniera: voler ritornare, ma senza riuscirci. Una riflessione particolarmente significativa in un mondo ossessionato da un’unicità geografica costruita, con l’idea di non dover mai perdere l’orientamento. Ma il rischio, ormai, è che dovunque ci si trovi, non ci sia più alcun luogo in cui poter tornare.

“Il mio paese mi piace di più; molto di più. La luce è calda, familiare – e galvanizzante, che regala maggiore intensità a tutto. La vita culturale mi sembra più movimentata, interessante, mentre in nessun modo riesco ad appassionarmi a quella del paese straniero in cui abito. Sento gli amici di laggiù più affettuosi, solleciti, vicini. E l’aria, il clima, i cibi, le facce, tutto più caldo, gioioso, accogliente. Eppure non torno. Aspetto, indugio, procrastino. Perché?”

Lisa Ginzburg, scrittrice, traduttrice e filosofa italiana, nata a Firenze, vive e lavora da tanti anni a Parigi. Figlia dello storico, saggista e accademico Carlo Ginzburg e della storica e accademica Anna Rossi-Doria, respira fin da piccola l’humus ideale per trasporre su carta anche i sentimenti più reconditi e profondi, tormentati e mai semplici e univoci. Tra i suoi libri: Colpi d’ala (Feltrinelli, 2006), Malìa Bahia (Laterza, 2007), Per amore (Marsilio, 2016), Spietati i mansueti (Gaffi, 2016).

Ph. credits Tania Cristofari



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere