SALUTE e MEDICINA

Maculopatia: quali sono i sintomi iniziali?

March 5 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La maculopatia è una malattia dell’occhio che interessa la macula, ovvero una parte della retina che nelle normali condizioni permette di vedere ogni dettaglio di un’immagine, di riconoscere perfettamente un volto e di leggere senza alcuna difficoltà. In presenza della malattia tutte queste operazioni che sono normali per un soggetto sano diventano difficoltose.

La macula, infatti, che è un tessuto fotosensibile in grado di convertire gli stimoli luminosi in impulsi elettrici per poi essere trasmessi al cervello attraverso le fibre nervose del nervo ottico, con l’invecchiamento apporta nell’occhio meno sangue e quindi anche un apporto minore di elementi nutritivi.
Ecco che i tessuti della retina diventano più sottili e si deteriorano, e sotto la macula si vanno accumulando macchie di colore giallo che non permettono alle cellule che garantiscono la visione di funzionare come dovrebbero. Per questo il problema bisogna fare molta attenzione a distinguere i sintomi e a non minimizzare anche il più piccolo disturbo.

Maculopatia sintomi iniziali

Il sintomo iniziale della maculopatia è la percezione alterata e distorta delle immagini, che gradualmente porta alla perdita della funzione visiva. Inizialmente la visione centrale appare progressivamente ridotta e il soggetto ha una percezione dei colori meno brillante.
Inoltre, poiché la visione centrale risulta compromessa è difficile anche leggere bene: infatti, le lettere appaiono confuse e distorte e sembrano ballare davanti, ma anche le linee dritte appaiono distorte.
Un altro sintomo iniziale che possono accusare i soggetti affetti da questa patologia è la percezione delle macchie grigie nel campo visivo, che porta ad alterare le dimensioni di alcuni oggetti che possono sembrare diversi rispetto a come lo sono nella realtà.
La maculopatia può manifestarsi in varie forme e può anche svilupparsi in seguito ad alcune patologie, come ad esempio il diabete, ma in molti casi le cause possono essere genetiche.
Nel caso si tratta di maculopatia degenerativa il rischio di diventare ciechi è ancora maggiore e quindi non bisogna sottovalutare alcun sintomo.
Se si presentano anche uno solo dei sintomi iniziali elencati è consigliabile rivolgersi immediatamente al medico per istituire una terapia adeguata che possa fermare perlomeno l’avanzare della malattia.



Licenza di distribuzione:
Giuseppe Davì
Titolare - Studio Oculistico Dottor Davì Giuseppe
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere