SPETTACOLO

Maddalena Crippa in “Richard II” di Shakespeare al Bonci di Cesena

November 8 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente
CORRELATI:

Con la regia di Peter Stein. Dal 30 novembre al 3 dicembre 2017.

MADDALENA CRIPPA IN "RICHARD II" DA SHAKESPEARE AL TEATRO BONCI DI CESENA.

Peter Stein e Maddalena Crippa nello shakespeareiano “Richard II”: una prova di alto livello qualitativo e di forte impegno sociale e politico.

Dal 30 novembre al 3 dicembre 2017.
MADDALENA CRIPPA IN "RICHARD II" DA SHAKESPEARE AL ROSSINI DI PESARO. Richard II di William Shakespeare, diretto dal regista tedesco Peter Stein e interpretato da Maddalena Crippa. Repliche dal 3 al 5 novembre al Teatro Bonci di Cesena (ore 21, domenica ore 15,30 )

Richard II di William Shakespeare.
Traduzione di Alessandro Serpieri.
Riduzione e regia Peter Stein.

Con Maddalena Crippa, Alessandro Averone, Gianluigi Fogacci, Paolo Graziosi, Andrea Nicolini, Graziano Piazza, Almerica Schiavo, Giovanni Visentin, Marco De Gaudio, Vincenzo Giordano, Luca Iervolino, Giovanni Longhin, Michele Maccaroni, Domenico Macrì, Laurence Mazzoni.

Scene Ferdinand Woegerbauer.
Costumi Anna Maria Heinreich.
Luci Roberto Innocenti.
Assistente alla regia Carlo Bellamio.

Una produzione Teatro Metastasio di Prato, al debutto nello scorso Luglio come evento d’apertura dell’ultimo Festival Shakespeariano, al Teatro Romano di Verona.

Stein, in questa tragedia medievale ambientata nel 1300, e scritta da Shakespeare fra il 1595 e il 1597, poco frequentata ma di grande rilievo anche oggi.
Attorno alla sensibile Maddalena Crippa una compagnia di alto livello, una recitazione splendida per capacità espressiva e passione.

Per Maddalena Crippa il complesso ruolo del titolo: un ruolo maschile.
Perchè "Richard, che nella sua esaltazione va oltre il proprio tempo, poiché la monarchia assoluta si sarebbe sviluppata molto più tardi, può essere interpretato utilmente da una donna che recita la parte maschile» spiega Stein. «In questo modo diventa ancora più chiaro il carattere inconsueto di questo re e gli aspetti fondamentali della discussione politica risultano più evidenti" (Peter Stein).
E ancora: “Richard II occupa un posto particolare nell’opera di Shakespeare, anche fra le sue tragedie dedicate ai re. Il dramma tratta esclusivamente della deposizione di un re legittimo, un tema politico eminente che facilmente si può trasporre ai nostri tempi: è possibile deporre un sovrano legittimo? il nuovo re non è un usurpatore? una tale deposizione non è simile all'assassinio di ogni ordine tradizionale?"

Un allestimento essenziale per questa opera che supera i tempi e denuncia ancor oggi le colpe del potere.

Licenza di distribuzione:
Maura Capanni
Corrispondente settore cultura - RETERICERCA
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere