VARIE

Marilisa Allegrini per la prima volta nella sede del Congresso degli Stati Uniti, a Washington

July 20 /2012
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Marilisa Allegrini ha preso parte a un esclusivo appuntamento nella sede del Congresso degli Stati Uniti, a Washington

Marilisa Allegrini, la “dama dell’Amarone” dell’Azienda della Valpolicella Classica, una delle realtà vinicole italiane più premiate e riconosciute nel mondo, ha preso parte a un esclusivo appuntamento nella sede del Congresso degli Stati Uniti, a Washington. Per la prima volta, infatti, una delegazione di operatori composta dai più famosi produttori vinicoli del Paese tra cui Allegrini e da Veronafiere ha incontrato l’Us Congressual Wine Caucus, la Commissione che dal 1999 si occupa dei regolamenti federali sul mercato del vino all’interno dei 50 Stati americani.
L’obiettivo dell’incontro era quello di presentare il mondo del vino italiano e fare il punto sugli scambi commerciali del comparto enologico tra i due Paesi. Nel 2011, verso gli Stati Uniti sono stati esportati 2,5 milioni di ettolitri di vino made in Italy (+13% sul 2010), per un controvalore di 1 miliardo e 248 milioni di dollari, (+16% sul 2010).
Durante il meeting si è discusso anche degli scenari presenti e futuri del comparto vinicolo statunitense, fortemente influenzato dal prodotto italiano che costituisce un terzo delle importazioni totali, sia per quantità che per valore.
Secondo le statistiche, Allegrini risulta ad oggi, uno dei produttori della Valpolicella, più affermati e maggiormente in crescita. Inoltre, il vino Palazzo della Torre Allegrini, per ben 6 volte nella classifica dei Top 100 di Wine Spectator, risulta essere il terzo vino italiano nella fascia di prezzo tra i 15 e i 20 dollari (quota di mercato stimata: 6,8%) ed il settimo vino tra tutti i vini italiani presenti sul mercato USA sopra i 15 dollari (quota di mercato stimata: circa 2%).
Marilisa Allegrini dichiara: “Questi dati rappresentano per noi un traguardo ancora più soddisfacente, poiché supportato da prospettive di incremento e affermazione confermate dai nostri partner americani” e aggiunge: “è un onore prendere parte per la prima volta nella storia a un avvenimento così unico. Gli Stati Uniti sono stati per noi il primo Paese nel quale i nostri vini hanno trovato una seconda casa. Io in prima persona e la mia famiglia abbiamo fortemente creduto e investito in questo Paese e continuiamo a farlo e a crederci. E’ con orgoglio che ho preso parte a questo importante incontro, dove mi sono potuta confrontare con l’eccellenza vitivinicola italiana”.

Allegrini
La famiglia Allegrini è protagonista della storia di Fumane e della Valpolicella fin dal XVI secolo. Con circa 100 ettari di vigneti sulle colline dell’area Classica, nei comuni di Fumane, Sant'Ambrogio e San Pietro In Cariano, tramanda la cultura della vite e del vino. Il capostipite della nuova generazione è Giovanni Allegrini che iniziò la sua attività giovanissimo. Perfezionò l’arte della vinificazione agendo con rigore nella selezione delle uve e introducendo alcune importanti innovazioni dal punto di vista viticolo, come gli impianti a guyot e l’infittimento della densità dei ceppi in vigneto. Dopo la sua scomparsa, nel 1983, l’eredità aziendale è passata nelle mani dei figli Walter (purtroppo scomparso nel 2003), Marilisa e Franco, che, in poco tempo hanno saputo portare l’azienda, che produce circa 900.000 bottiglie all’anno, ai massimi vertici internazionali. Oggi Allegrini è uno dei produttori più blasonati della Valpolicella Classica, ed è considerata una delle realtà vinicole italiane più premiate e riconosciute nel mondo.
Negli ultimi dieci anni la curiosità e lo spirito imprenditoriale hanno portato Allegrini al di fuori dei confini della Valpolicella, in Toscana. Nel 2001, a Bolgheri, è nato così Poggio al Tesoro: 50 ettari di vigneto, vicinissimi al mare, oggetto di una viticoltura curata e meticolosa. Nel 2007, Marilisa Allegrini ha, inoltre, acquisito la proprietà di San Polo, in una delle zone considerate tra le perle dell’enologia italiana: Montalcino, dove si produce il monumentale Brunello. Anche in Toscana gli Allegrini intendono coniugare tradizione ed innovazione, così da esaltare, attraverso prodotti unici, l’eccellenza del Made in Italy.


Per maggiori informazioni:
Allegrini
Ufficio Marketing e Comunicazione
Via Giare 9
37022 Fumane (VR)
tel +39 0456832011
www.allegrini.it
info@allegrini.it


Ufficio stampa
Meridian Communications
Via Cuneo, 3
20149 Milano
tel +39 02 48519553
meridiancommunications.it
chiara.viti@meridiancommunications.it
laura.adami@meridiancommunications.it
silvia.ceriotti@meridiancommunications.it

Licenza di distribuzione:
Silvia Ceriotti
Responsabile pubblicazioni - Meridian Communications
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere