Utenti registrati: 37885 - Testi pubblicati: 236361
Comunicati-Stampa.net TV.Comunicati-Stampa.net
CAT: ECONOMIA e FINANZA


Leggi tutte le news della categoria

Scheda autore comunicato stampa
   Informazioni sull'autore del testo:
Autore: Pasquale Marchese
Azienda: Claudia Wünsch Communication
Web: http://www.claudia-wuensch.com/


Scheda completa di questo autore
Altri testi di questo autore
RSS di questo utente Feed RSS utente

Registrazione nuovi utenti

Richiedi l'accredito stampa gratuito, ti darà diritto all'invio di illimitati comunicati stampa e news, che vedrai pubblicati quì e sul network di siti affiliati a comunicati-stampa.net.

Accedi al modulo di registrazione
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo?
Leggi come procedere




Comunicato Stampa
Creative Commons - Attribuzione-Non commerciale 2.5
Massimo Bianconi, Presidente di Banca Marche, annuncia il lancio del fondo immobiliare Conero

Pubblicato il 25/08/11 | da Pasquale Marchese


Massimo Bianconi, Presidente di Banca Marche, annuncia il lancio del fondo immobiliare Conero insieme a First Atlantic Re SGR e Fimit SGR. Sono stati apportati 135 immobili per un valore di circa 243 mln di Euro

Jesi, 4 agosto 2011 – Massimo Bianconi, presidente di Banca Marche, ha annunciato il perfezionamento della costituzione di un fondo immobiliare, denominato Conero, nel quale ha apportato un portafoglio di propri immobili strumentali, collocando presso investitori istituzionali qualificati circa l’80% delle relative quote. Il portafoglio trasferito comprende 135 immobili strumentali (di cui 128 agenzie bancarie) principalmente localizzati nelle Marche, per un valore complessivo pari a circa 243 milioni di euro. Gli immobili conferiti nel fondo sono concessi in locazione a Banca Marche sulla base di contratti di locazione a lungo termine.
Fondo Conero avrà una durata di 12 anni e sarà gestito da First Atlantic Real Estate SGR Spa, che, a seguito della fusione con Fimit SGR Spa, già autorizzata da Banca d’Italia ed in corso di perfezionamento, darà origine con la predetta Fimit SGR Spa ad IDeA FIMIT SGR S.p.A. che diverrà il primo gestore di fondi immobiliari in Italia con un patrimonio gestito pari a circa 8,5 miliardi di euro. L’operazione è stata finanziata per il 60% attraverso il ricorso ad un finanziamento concesso da un pool di 5 banche composto da Bnp Paribas, che agisce anche come banca agente, Banca Imi, Unicredit, Natixis e Societè Generale. La cessione delle quote ad investitori istituzionali qualificati permette a Banca Marche di realizzare una plusvalenza lorda nel secondo semestre 2011 pari a circa 86 milioni di euro, con un impatto positivo di 41 punti base sul Core TIER 1.
La caratteristica principale del fondo è costituita dalla stabilità del profilo reddituale offerto agli investitori grazie ai contratti di locazione di lungo termine stipulati con Banca Marche. Questi hanno una durata compresa tra 15 e 25 anni, rinnovabili, con caratteristiche tali da consentire a Banca Marche la necessaria flessibilità nella gestione della propria rete commerciale.
“In un contesto di mercato particolarmente complesso – spiega Michele Ambrosini, presidente di Banca Marche – il successo di questa operazione rappresenta per noi un forte segnale di fiducia da parte degli investitori e ci permette di migliorare ulteriormente i nostri coefficienti patrimoniali”.
“Questa operazione – commenta Massimo Bianconi, direttore generale di Banca Marche – si integra perfettamente nella nostra strategia di rafforzamento patrimoniale e sarà seguita da ulteriori operazioni di finanza straordinaria”.
Banca IMI e BNP Paribas hanno agito in qualità di arranger dell’operazione e collocatori delle quote. Advisor legali dell’operazione sono stati lo Studio Legale Gianni Origoni Grippo & Partners per Banca Marche e lo Studio Legale DLA Piper per FIMIT SGR e First Atlantic SGR, mentre le banche finanziatrici sono state assistite da Legance Studio Legale Associato.
**************
Banca Marche è stata costituita tra il 1994 e il 1995 per effetto della fusione fra le Casse di Risparmio di Macerata, Pesaro e Jesi. La compagine societaria vede la partecipazione di alcuni soci rilevanti: le Fondazioni Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, Cassa di Risparmio di Pesaro e Cassa di Risparmio di Jesi (le quali complessivamente detengono oltre il 55% del capitale), il gruppo Intesa Sanpaolo (7%) e la Fondazione Carifano (3,3%). Un’importante quota di capitale (il 31,55%) è distribuita tra circa 28.000 piccoli azionisti, per lo più clienti della banca. La rete commerciale è costituita da circa 330 gli sportelli diffusi nelle Marche, Umbria, Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo e Molise. Banca Marche è fra le prime 30 banche nazionali.


Autore della pubblicazione:
Pasquale Marchese
Responsabile pubblicazioni
Claudia Wünsch Communication
Vai alla versione stampabile di questa news - Versione in PDF Crea PDF di questa news
Info su chi ha pubblicato questo testo
Leggi altri testi dello stesso autore
Leggi altre news che trattano lo stesso argomento (ECONOMIA e FINANZA)
» Clicca per leggere le ultime notizie pubblicate

ID: 141462

Clicca qui


RSS Comunicati-Stampa.net, clicca per accedere alla pagina   Copyright © PuntoWeb.Net S.a.s.              Privacy | Regole servizio | Chi siamo | Pubblicità | Per la Stampa | Partners
 
PuntoWeb.Net Sas