EVENTI

MCM: il punto d’incontro per la Manutenzione 4.0

November 8 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente
CORRELATI:

Numeri eccellenti (oltre 7.400 gli operatori presenti) a Verona 2017

Si è chiusa con risultati eccellenti l’undicesima edizione di MCM, mostra convegno sulla manutenzione industriale e asset management, l’evento di riferimento in Italia per gli operatori del settore, tenutasi il 18 e 19 ottobre a Veronafiere.

Manutenzione 4.0, diagnostica, ingegneria di manutenzione e affidabilità degli impianti sono state tra le parole chiave della mostra, che ha visto la presenza di oltre 7.400 professionisti qualificati che hanno partecipato attivamente alle due intense giornate di Verona.
Numeri importanti quelli che hanno caratterizzato la manifestazione e che premiano ancora una volta MCM quale unico appuntamento italiano di riferimento per i professionisti della manutenzione industriale e per l’asset management.
MCM, con il suo format basato su business, verticalità, formazione su misura, da anni costituisce un momento imprescindibile e unico in Italia per i contatti e l'aggiornamento professionale (ricordiamo i tanti convegni che prevedevano il rilascio di CFP) dei responsabili manutenzione, dei progettisti, tecnici, manutentori, impiantisti e di molti altri operatori qualificati, anche grazie a un calendario colmo di appuntamenti, convegni, dibattiti, tavole rotonde, approfondimenti dal taglio tecnico-applicativo organizzati con le associazioni di riferimento del settore.

Tra i tanti appuntamenti che hanno animato l’evento citiamo il convegno “L’importanza della Manutenzione 4.0 nella ripresa produttiva delle imprese”, curato da A.I.MAN. (Associazione Italiana Manutenzione), che ha visto la partecipazione di importanti realtà industriali e in cui sono state toccate tematiche di grande interesse in ottica 4.0: dall’efficientamento dei processi industriali e manutentivi, alla diagnostica, fino a interessanti temi normativi. Tra gli interventi in agenda ricordiamo l’approfondimento su smart glasses e realtà aumentata presentato da Christian Salvatori (Brochesia); il tema della gestione degli impianti per la movimentazione e logistica di marchi soft luxury è stato affrontato da Enrico Fabi (Luxury Good Logistics – sponsored by Carl Software); Micaela Caserza Magro (GFCC) ha parlato invece di diagnostica e troubleshooting con focus sugli analizzatori di protocollo; Alessandro Ferrari (Bureau Veritas) ha introdotto le novità in merito al bonus digitale previsto dalla legge di bilancio del 2017.

Seguito con interesse anche il seminario “Ingegneria di Manutenzione: diagnostica avanzata e decisioni operative in ambiente caratterizzato da flusso elevato di informazioni e software evoluti” organizzato da EIOM, in cui sono state introdotte le strategie per il monitoraggio delle informazioni, misure e metodi per migliorare l’efficienza e l’efficacia tecnica ed economica delle attività di manutenzione, fino alle tematiche più attuali dell'Industry 4.0. Tra gli interventi segnaliamo il caso del parco a tema Leolandia relativo alla manutenzione preventiva (a cura di Francesco Micheletti - Leolandia Park); Gianni De Lillo (Rina) invece ha introdotto all’evoluzione della manutenzione in ambito industria 4.0, con approfondimenti sulla realtà aumentata, sull’iper e super ammortamento. Manutenzione, efficienza impianti e aria compressa è stato invece il tema della relazione di Marco Felli (Auditech), Paolo Burchianti (ExxonMobil) ha introdotto al tema dell’importanza della lubrificazione per la manutenzione. La visione della gestione degli asset al tempo della crisi e la manutenzione sostenibile sono stati invece oggetto della presentazione di Andrea Maciga (Ramcube - Expertise).


Verona è stata inoltre l’occasione per Anipla (Associazione Nazionale per lʼAutomazione) di organizzare il convegno “Asset Management: leva competitiva per il manifatturiero intelligente”, con focus sul tema dell’Asset Management ai tempi dell’Industria 4.0, in cui sono state analizzate le sfide e le opportunità nell’era dei Big Data. Tra gli interventi ricordiamo il caso “Flowserve” presentato da Claudio Cupini (National Instruments), l’intervento di Eniprogetti (Francesco Gasparoni) sul caso per l’Asset Integrity 4.0. Massimiliano Miazzi (Rittal) ha invece introdotto i processi digitalizzati per produzione 4.0; mentre Angelo Aulicino (Interporto Bologna) ha portato l’interessante caso IoT di un polo logistico.
Sempre in tema di Asset Management molto interessante e seguito il seminario “Expanding the View on Asset Management” organizzato da Infor in cui, con importanti casi applicativi ed esperienze dal campo, sono state presentate capacità e competenze nell’idea di affrontare il tema Asset Management, puntando all’ottenimento dei migliori risultati di business.

Grande attenzione anche per il convegno “Manutenzione, sicurezza e sviluppo sostenibile in ottica 4.0: considerazioni ed indirizzi pratici” curato da AIAS (Associazione Professionale Italiana Ambiente e Sicurezza). Nel corso della sessione, coordinata da Giovanni Amendolia (AIAS, Membro Commissione Sicurezza UNI), sono stati introdotti i processi di manutenzione integrati e gli aggiornamenti del mondo della sicurezza di macchine e impianti in ottica 4.0, fino ad approfondimenti sulla manutenzione di base e specialistica.

Nel ricco programma di Verona c’è stato spazio per affrontare anche il tema dell’ambiente e del monitoraggio di Aria e Acqua, con due convegni dedicati e curati da AIAT, che hanno registrato il tutto esaurito. Ricordiamo anche le iniziative verticali dedicate al tema dell’efficienza energetica e delle tecnologie legate all’energia, con gli appuntamenti coordinati dal CTI (Comitato Termotecnico Italiano) che hanno raccolto una forte adesione.

Menzioniamo infine i numerosi workshop di approfondimento tecnico organizzati dai maggiori protagonisti presenti, a cominciare dai Platinum Sponsor dell’evento Carl Software, Exxon Mobil, Infor, Ramcube, SKF, che hanno introdotto casi pratici a completare un'offerta formativa davvero unica.

L’appuntamento di Verona si è confermato ancora una volta una vetrina importantissima anche per la concomitanza con altri eventi sinergici in programma nelle stesse date, quali VPC (Valvole, Pompe, Componenti), SAVE (Automazione Industriale), e ACQUARIA (trattamento Acqua e Aria), e la giusta occasione per entrare nel merito delle migliori soluzioni e delle prospettive delle tecniche di manutenzione, le novità e le soluzioni, che possono rendere competitive le aziende, con la manutenzione come risorsa indispensabile per l’ottimizzazione dei risultati aziendali.

MCM è organizzata da EIOM con il patrocinio di A.I.MAN. (Associazione Italiana Manutenzione), e la collaborazione e il supporto di associazioni, enti, università, citiamo al riguardo AIAS (Associazione Professionale Italiana Ambiente e Sicurezza), ANIPLA (Associazione Nazionale per lʼAutomazione), AIS/ ISA Italy Section (Associazione Italiana Strumentisti) ecc.

Dopo l’eccellente risultato di ottobre, la prossima edizione di MCM vi aspetta nel 2018 con un doppio appuntamento: a Milano il prossimo aprile e a Veronafiere in ottobre, sempre in concomitanza con altri eventi sinergici.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere