ARTE E CULTURA

Milano Art Gallery presenta “Arte sensoriale” mostra di Silvia Tuccimei

December 29 2014
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Milano Art Gallery

Dopo la recente partecipazione alla grande mostra di "Spoleto incontra Venezia" con l'autorevole curatela del critico Vittorio Sgarbi, l'eclettica artista Silvia Tuccimei sarà protagonista di una corposa esposizione intitolata "Arte sensoriale". L'evento di prestigio, organizzato dal manager produttore Salvo Nugnes, è allestito nello storico contesto della Milano Art Gallery, in via Alessi 11 a Milano, in zona urbana nevralgica e centralissima. L'inaugurazione si terrà Martedì 13 Gennaio alle ore 18.00 e la mostra resterà in loco fino al 23 Gennaio 2015.

Di intenso valore simbolico nel percorso evolutivo è stato il grande successo ottenuto in Australia, che ha entusiasmato e coinvolto profondamente la Tuccimei, stimolata a consolidare e rafforzare la positiva sinergia creata con questa vivace esperienza cosmopolita. Al riguardo racconta "L'Australia è un continente sconfinato e affascinante, che mi attira enormemente. L'istituto culturale italiano ha promosso una mia scultura monumentale dal nome evocativo ‘Passaggio segreto’ che ha vinto il concorso internazionale ed è stata poi esposta a ‘Sculpture by the sea’. La scultura è stata ricavata da una lamiera di acciaio inossidabile lunga 8 metri e curvata fino a rappresentare un immenso anello di una tonnellata, le cui superfici interne sono lucidate a specchio. A breve verrà collocata in permanenza in uno dei più grandi parchi di sculture al mondo, il Macquarie Sculpture Park di Sidney. Per me è stata davvero un enorme soddisfazione ricevere ottimi consensi sia da parte della critica di settore sia da parte dell'opinione pubblica".

E prosegue nel descrivere i riferimenti primari d'ispirazione e sottolineando come "L'energia del colore e del movimento, che amo creare nelle mie tele, è diventata quasi un'evidenza che si è imposta e che circola a partire dal quadro, ma che si espande in tutte le direzioni. Anche le forme che vengono al mio spirito e che diventano sculture monumentali, canalizzano quelle energie psichiche in una visione caleidoscopica della realtà o in giochi di specchi e riflessi, che moltiplicano lo spazio e includono lo spettatore e l'ambiente circostante come una materia plastica, fino a creare passerelle invisibili tra mondi paralleli. Nelle mie ultime sculture sono riuscita a spostare l'acciaio specchiante e la pittura, affinché il materiale e la frequenza o la lunghezza d'onda del colore si smaterializzi, fino a suggerire il concetto al quale mi sono avvicinata, cioè che tutto sia solo vibrazione, facendo riferimento al concetto di ‘Tatawaa’, della quale già facevano menzione antichissimi testi".

Licenza di distribuzione:
Valentina Rossi
Responsabile pubblicazioni - Agenzia Promoter
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere