EDITORIA

Novità diabolica in casa Rapsodia!

October 27 2015
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

(A) SYMPATHY FOR THE DEVIL: HAI PAURA DEL BUIO? Proprio così: Rapsodia Edizioni scende a patti con il diavolo e porta sugli scaffali della sua libreria una “chicca” tutta da scoprire.

Dal retro copertina scopriamo già qualcosa sull’autore, il che ci fa capire a grandi linee cosa aspettarci dall’opera, sicuramente evocativa e avvincente:
«Uno scrittore travolgente, una slavina di idee vorticanti che affondano le proprie radici nelle sue visioni, tetre e avvincenti, cupe e coinvolgenti. Eppure, da questo turbine emotivo che riesce a creare, emerge uno spirito leggero, una scrittura fresca, che non ha paura del buio, dei mostri, degli incubi, che anzi li affronta a viso aperto, li attraversa, e li vince.»

Cosa può dirci Mattia del suo libro? Sentiamo cosa ha risposto a domande dirette sulla trama:
- Parliamo di patto con il diavolo... ma è il solito patto con il diavolo?
«È vero, il libro tratta il tema del patto con il diavolo, argomento trito e ritrito nel corso degli anni, dal Faust a ambientazioni più moderne, ma la differenza sostanziale sta nel fatto che questo romanzo tratta, in particolare, gli ultimi giorni del patto, ovvero quando il diavolo viene a riscuotere il dovuto, spiazzando il protagonista.»
- C'è un target specifico a cui è indirizzato?
«Non c'è un target di lettori, è un racconto che si presta ad un pubblico decisamente vasto, il quale può affrontare la lettura esclusivamente per piacere o cercando di estrapolarvi una morale.
- Come autore... il maggior pregio della tua opera?»
«Direi la scrittura fluente, amplificata dal rapido susseguirsi di situazioni al limite talvolta del paradossale e il linguaggio estremamente semplice e diretto.»

Particolarmente amante delle atmosfere firmate Stephen King, Mattia Cuelli scopre la lettura in giovane età. Non ci dilunghiamo sulla biografia e lasciamo che sia qualcun altro a parlarci di lui. Abbiamo infatti, per l’apertura dell’opera, la prefazione dell’editore Eleonora Lo Nigro, la voce agguerrita e vivace di Rapsodia Edizioni. Leggiamola mettere in dubbio lei stessa l’importanza delle prefazioni, per poi stupirci con le parole dedicate alla storia che ha fatta sua dopo appena i primi scambi con l’autore:
«‘Ma dimmi un po’... secondo alcuni rumors si vocifera che vuoi scrivermi la prefazione... è vero? E magari inizia dalla nostra amicizia decennale! Se vuoi anche fare cenni sulle nostre eruditissime e profonde discussioni ritieniti libera di farlo... e per il tempo vedi tu... hai 6 mesi a disposizione!’
Queste le parole di Mattia Cuelli una settimana dopo la firma del contratto e quindi una settimana dopo averlo conosciuto. Mi chiedo se ci siano ancora persone che leggono le prefazioni... Per evitare di mettere in cattiva luce Rapsodia Edizioni, mi impegnerò comunque a scrivere qualcosa che abbia valore, ma che sia scritto ‘a ruota libera’, come mi è stato chiesto da Mattia.
(a) Sympathy for the Devil, già il titolo è stato studiato e ristudiato, il riferimento è immediato e necessariamente abbiamo dovuto inserire la ‘(a)’ che regala una nota in più al libro in modo inaspettato e lo rende ancora più accattivante (e soprattutto in regola).
E il titolo è nulla rispetto al lavoro fatto sull’intero contenuto, l’attenzione ai particolari, alle ambientazioni delle varie scene (perché tutto si svolge rapido come in un film e ogni capitolo vive di scene ricche e varie), a elementi che, in effetti, sono caratteristiche dell’autore: la passione per i motori, per determinati generi letterari e musicali.
Ecco spiegate le ultime pagine di ‘Chicche’.
In un’altra delle nostre prime conversazioni Mattia mi scrive: ‘La vuoi una chicca? Puoi gestirla come vuoi! Nelle due parti che si svolgono nei ristoranti Valentino’s e Foxy’s Restaurant, per dare più spessore al tutto, sono andato a scaricarmi on line le foto e i menu dei locali’.
La buona riuscita di un’opera, perché anche il libro è un’opera, è esprimere la passione, è farla leggere e vivere, e non solo trasmetterla fra le righe. Mattia è riuscito a fare questo e le sue ‘Chicche’ sono un regalo che arricchisce questa pubblicazione.
Mattia è un turbine di parole, entusiasmo e voglia di realizzare. La lettura di (a) Sympathy for the Devil è ogni pagina, ogni parola, ogni virgola questo: un vortice di eventi che si susseguono inarrestabili, sconvolgenti e inaspettati. Si è convinti di aver individuato l’elemento chiave e si viene, invece, catapultati in una nuova situazione, descritta in maniera diretta, colorita, cruda e intensa.
Non esistono mezzi termini, ma questo era chiaro dalla prima conversazione avuta con Mattia: il suo modo di scrivere è il suo essere.
Si apre il libro e la prima cosa che si legge, dopo una copertina così ‘dura’ è la tenerezza di una dedica rivolta ai nonni.
Questo sottolinea ancora di più la passione di questo scrittore e il cuore enorme che emerge anche di fronte a un racconto crudo come la copertina.»

Ma lasciamo la parola anche alla bellissima video-intervista registrata per la presentazione ufficiale del libro a opera di Culturando presso la libreria Mirtillo di Paola Bosio a Montichiari: https://youtu.be/7eLkG0GMQUM

I contributi fotografici di tale presentazione sono presenti a questa pagina: http://www.rapsodiaedizioni.com/eventi/presentazione-a-sympathy-for-the-devil/

Mentre a questo link potrete ascoltare uno degli interventi radio dedicati all’opera e alla sua presentazione sul mercato: https://www.mixcloud.com/RADIONOIMUSICA/su-rnm-mattia-cuelli-e-il-suo-primo-libro/

Ma non finisce qui: la casa editrice rende disponibile la pagina dedicata al libro sul sito ufficiale Rapsodia, dove il lettore potrà ottenere tutte le informazioni a riguardo e leggerne le recensioni: http://www.rapsodiaedizioni.com/portfolio-item/a-sympathy-for-the-devil/

(a) Sympathy for the Devil
è già disponibile su tutti gli store online e su richiesta presso le librerie al costo di 15,00 euro.



Licenza di distribuzione:
Roberta Volpi
Responsabile Ufficio Stampa - Rapsodia Edizioni
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere