VARIE

Oggetti replicanti per studiare gli UFO, le indagini dell'ufologo Maggioni trovano conferma con quelle del Pentagono

July 30 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

L'ufologo Savonese per primo parlò di ufo e ufo militari sui cielo d'Italia

Il resoconto delle indagini condotte dall'ufologo ligure Angelo Maggioni, fondatore di A.R.I.A(associazione ricerca italiana aliena) trovano conferma nelle dichiarazioni esposte dal Pentagono e dal senatore Rubio ed ex senatore Reid . L'astrofisico Eric Davis subappaltatore e consulente per il Pentagono, ha riferito al giornale di aver informato il Dipartimento della Difesa a marzo sui "veicoli fuori dal mondo non fabbricati su questa Terra". Mentre il senatore Marco Rubio , presidente del Comitato Intelligence del Senato , ha espresso preoccupazione sul fatto che gli UFO potessero essere un balzo tecnologico militare di nazioni ostili agli USA : “Abbiamo cose che volano sopra le nostre basi militari e luoghi dove stiamo conducendo esercitazioni militari, e non sappiamo quello che è, e non è nostro”, L'ex senatore Harry Reid ha ammesso l'esistenza di molti rapporti e documenti a riguardo degli UFO , alcuni di questi rapporti sono interessanti mentre altri sono inutili, un consulente dell'agenzia ha affermato che il governo USA sarebbe in possesso di materiale fuori dal nostro mondo. L'ufologo Maggioni di A.R.I.A proprio qualche mese fa ha reso pubblico il suo dossier sulla questione ufologica Italiana esaminando in particolar modo il nord ovest d'Italia.Ecco cosa ha detto: " Le dichiarazioni del pentagono e dei senatori non fanno altro che confermare quanto espresso da me qualche mese fa ,se analizziamo i tre punti focali riportati anche dal The New York Time , scopriamo che ci troviamo davanti ad un fenomeno complesso come quello ufologico che si intreccia con quello tecnologico militare e che gli stessi fanno fatica a identificare se non per alcuni aspetti , come ad esempio l'ufo Tic Tac o del Gimbal che passa da 60 mila piedi a 50 piedi in pochissimi secondi, violando quello che sono le leggi fisiche da noi conosciute.Io analizzando i fatti avvenuti nel nord Italia ero giunto alla stessa conclusione di quanto esposto dal NYT.Le zone calde del nord ovest d'Italia sono la Valmalenco (Lombardia) Val Susa, Musinè ( Piemonte) Melogno, Portofino e La Spezia ( Liguria) in ognuno di questi luoghi si è potuto notare e analizzare avvistamenti che si intrecciavano con probabili prototipi militari tecnologicamente evoluti ma della stessa forma degli oggetti volanti non identificati , presunti alieni,che io ho definito "replicanti" Più volte ho parlato di basi militari del nord ovest d'Italia che "segretamente" realizzano questi "replicanti" con lo scopo di catturare e acquisire sempre più informazioni da questi oggetti sconosciuti , la presenza dei "replicanti" e dunque di oggetti convenzionali terrestri fanno si che le nazioni potenti della Terra si domandino a quale nazione nemica appartenga.Lo stesso ex senatore Reid del resto in un twett del 24 luglio 2020 smentisce di aver affermato e di essere a conoscenza che il governo abbia oggetti volanti alieni o materiali vari ,di attenersi alla scienza e non alle favole degli alieni verdi.Una posizione severa ma equilibrata che in parte smentisce il NYT, la regione più interessante del nord italia sotto certi aspetti sembra essere la Liguria che disponendo del mare apre il dibattito anche su presunte o ipotetiche attività marine gli USO (oggetto sottomarino non identificato) queste attività USO sarebbero in tre punti specifici , tra il confine Italo Francese (Ventimiglia) tra Bergeggi e Arenzano e a largo di Portofino , questo lo si deduce esaminando gli avvistamenti del passato dove i giornali nazionali parlarono di un presunto UFO inabissatosi a largo di Bergeggi nel 74 e da racconti di mogli di pescatori a Portofino che raccontano di ufo immersi a largo della baia. Interessante e misteriosa la Val Susa e Musinè nel Torinese mentre la Valmalenco teatro indubbio di esercitazioni dei "replicanti" purtroppo è stata oggetto anche di grandi fake come le tante foto di alieni .Per farvi comprendere meglio la difficoltà e l'intreccio tra le due tecnologie, quella presunta aliena e quella militare terrestre,posso farvi come esempio la foto scattata durante la missione Apollo 9 ( NASA Photo ID: AS09-22-3325 ) dove si vede un oggetto triangolare, ebbene per molti ufologi si tratta senza dubbio di un oggetto alieno io invece credo possa trattarsi del Martin Marietta X-24 ( aeroplano sperimentale sviluppato congiuntamente dalla USAF e dalla NASA negli Stati Uniti tra gli anni sessanta e settanta nell'ambito del programma di ricerca PILOT per un corpo portante destinato al rientro atmosferico ) la sua forma triangolare potrebbe essere stata confusa per un oggetto alieno il suo primo volo ufficiale risale al 17 aprile 1969 la foto NASA è di marzo 1969 un mese prima , ciò non toglie che lo stesso potesse essere sulla scena durante un suo volo sperimentale prima del volo ufficiale. Io con A.R.I.A dopo aver imparato sulla mia pelle come certi ufologi operano ( in cerca di approvazione, like e visualizzazioni) ritengo necessario andarci cauto , in fin dei conti troppi sono i casi , una volta simboli dell'ufologia Italiana, caduti miseramente, sputtanati rivelandosi dei grandi fake come il Caso Ummo,il Caso Amicizia, il Caso Caponi , in parte i casi di Canneto di Caronia , la stessa Valmalenco !! Il fenomeno ufo è reale ma non va ne efantizzato ne estremizzato solo per compiacere il proprio ego personale!!





Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere