MUSICA

OLO - Musica dall'Anima

July 1 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Note biografiche e musica dalla cantautrice italo-giapponese OLO (UK).

Musicista italo-giapponese, cantante e compositrice, Jane Kumada, in arte “OLO”, crede nella forza dell’amore, nell’onestà e nel bene comune come guide nella vita, valori che permeano la sua musica, regalando emozioni attraverso una voce ed un pianoforte.

Nata a Roma da padre giapponese e madre italiana, ha vissuto e vive fra l’Italia e l'Inghilterra.

Il padre, produttore cinematografico, con la sua forte personalità creativa l'ha incoraggiata sin da piccola all’ascolto della musica, spaziando da quella classica a quella contemporanea e privilegiandone il trasporto emotivo. Inizia subito a studiare pianoforte, sentendo già forte il bisogno di scrivere canzoni per intraprendere il mestiere di musicista. Fonte di ispirazione la zia Mikiko Kobayashi, nota Master di koto in Giappone.

All'età di 22 anni si trasferisce a Londra per inseguire il suo sogno musicale, accettando con coraggio i sacrifici della gavetta annunciata. Inizia a suonare in numerose Jam sessions, facendo Busking, fondando gruppi musicali, partecipando a Festival e concerti nei locali underground, facendo molta esperienza sul campo e abbracciando diversi stili musicali. Nascono importanti collaborazioni con artisti della scena musicale londinese ed internazionale, tra cui Ayub Ogada, Tony Levin, Satoshi Tomiie, Beyoncé, Spice Girls, Anna Oxa, Dino Lenny, Michael Youn, Joe Legwabe, Against the Grain e molti altri. Realizza progetti in lingua africana per la Cerimonia di apertura dell’evento Telecom ’98 a Johannesburgh per Nelson Mandela e per il Documentario Lemurs of Madagascar.

Si è esibita Live per diverse emittenti radiofoniche tra cui BBC 3 (UK) e RADIO RAI.

Intervista di Madia Mauro @ AGRPress:

Jane, in arte sei OLO. Cosa rappresenta il nome che hai scelto?

Il nome OLO deriva dalla parola greca όλο- il tutto, intero, insieme.

Credo nell'unione spirituale fra gli esseri umani e la possibilità, per tutti, di poter esprimere il proprio pacifico e creativo "non limite" in innumerevoli modi. Credo nell’unicità di ogni essere vivente e sono certa che la sua piena espressione creativa sia fonte di salute per sé e per il pianeta.

Le mie canzoni desiderano comunicare attraverso una ricerca di sincerità, a volte appena intinta in significati metaforici, un piccolo viaggio di riflessione nella propria coscienza. È necessario valorizzare il proprio intuito nel rispetto della propria individualità, andando oltre il brainwash psicologico che inevitabilmente un po’ subiamo dalle fonti di informazione e di educazione, che tendono a dividerci ed uniformarci in gruppi anziché unirci in quanto esseri umani, rispettando le differenze naturali. La mia musica è un piccolo contributo per il bene comune ed il cammino del genere umano verso un mondo più felice e pacifico.



Nelle tue canzoni, che scrivi, suoni ed arrangi, c'è grande introspezione, ricerca di interiorità, delicatezza e profondo rispetto per il genere umano. È un lavoro prezioso che accompagna la tua esistenza. Quali esperienze ti hanno portato a privilegiare uno stile così intimo e pacifico?

Grazie per aver catturato forse l'essenza del messaggio che vorrei condividere. Nella mia vita ho sempre ritenuto speciale quella dimensione che tutti noi viviamo da bambini, caratterizzata dalla sincerità dei sentimenti. Nella società moderna, standardizzata e trasformata a livello culturale, sembra sempre più difficile esprimere liberamente le buone emozioni e i propri sentimenti. Credo fermamente che la salute delle persone possa ricevere solo beneficio dalla ricerca di questa unione, dall'enfasi del buono e dell'oltre, eliminando le inutili competizioni che invece deprimono e separano.

Sei mamma di due bambini, vivi a Roma ma hai vissuto all'estero, tra il Giappone e l'Inghilterra. Come organizzi la tua vita e quanto la musica fa parte della tua quotidianità?

I miei due angioletti ed il mio uomo che è con me da 20 anni sono i miei compagni di “viaggio”. La nostra vita è basata sulla semplicità, nel rispetto della personalità di ciascuno, dei desideri e dei sogni, qualsiasi essi siano.

La musica è essenziale per l'equilibrio e la salute di tutti e sono certa che questo pensiero sia condiviso da molte persone nel mondo.

Da quando io e il mio compagno abbiamo creato una famiglia mettendo al mondo i nostri figli ho sempre dato a loro priorità assoluta. Pur essendo molto preziosa per la mia anima, la musica ha occupato spesso il tempo “estrapolato” nelle ore notturne o del primo mattino, portandomi fuori casa raramente. Per fortuna, però, non mi ha mai abbandonata. Anzi. Mi è sempre stata di supporto.



Importanti le tue collaborazioni con artisti internazionali. I tuoi concerti dal vivo hanno registrato SOLD-OUT ad ogni data. Ci sono progetti in corso di cui puoi parlarci?

Ho avuto la fortuna di imparare molto, facendo esperienze molto interessanti, culturalmente varie e fortemente ambiziose. Essere di supporto a Beyoncé è stato importante, ma suonare nel piccolo locale underground di Londra mi ha regalato le emozioni più forti. L'intimità che si crea con un pubblico che ascolta attentamente è un'emozione unica e profonda.

Il mio modo di condividere musica in questo momento avviene attraverso la realizzazione di video accompagnati dalle parole delle mie canzoni. La speranza è che chi li osserva possa immergersi in questa esperienza, concentrandosi unicamente sull'essenza del messaggio e del suono.

Mi piacerebbe presto condividere dei LIVE in atmosfere emozionanti. Ho diverse idee su cui sto lavorando e che spero di realizzare presto.

Quale il messaggio che desideri far arrivare attraverso il tuo lavoro?

L'augurio è che ci sia la volontà di liberarsi dagli stereotipi per ricercare i rapporti sinceri e autentici, espressione di rispetto e di amore verso se stessi e gli altri. E soprattutto che la vita possa essere un buon viaggio per tutti.

Ascolta OLO : https://biglink.to/OLO



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere