ECONOMIA e FINANZA

Pagamento in Contanti, limiti di utilizzo e considerazioni

June 4 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Oggi in italia l'utilizzo del pagamento in contanti è permesso fino ad un limite di 3 mila euro al di sopra dei quali si deve utilizzare forme di pagamento tracciabili. Esiste un eccezione per la quale il limite ai contanti è fissato a 500 euro, questo limite è stato fissato per tutti i commercianti che svolgono attività di compro oro Firenze, Torino, Genova e di ogni altra zona di italia.

Oggi in italia l'utilizzo del pagamento in contanti è permesso fino ad un limite di 3 mila euro al di sopra dei quali si deve utilizzare forme di pagamento tracciabili.
Esiste un eccezione per la quale il limite ai contanti è fissato a 500 euro, questo limite è stato fissato per tutti i commercianti che svolgono attività di compro oro Firenze, Torino, Genova e di ogni altra zona di italia.
Questo particolare limite all'utilizzo dei pagamento in contanti è stato introdotto come mezzo di contrasto ad eventuali attività di riciclaggio che coinvolgono la compravendita di oggetti in oro rubati.
Il pagamento in contanti è il metodo di pagamento più vecchio del mondo, quello che ha permesso le prime forme di commercio rispetto all'antico sistema del baratto.
In antichità le prime banche nacquero nelle città italiane Genova e Firenze, inizialmente queste svolgevano l'unico ruolo di conservazione del denaro per poi evolversi in garanti di riscossione dei crediti.
L'ideazione delle prime lettere di credito avvenne a Firenze nel rinascimento, questo sistema agevolò in modo decisivo lo sviluppo degli scambi commerciali che la città toscana aveva con i paesi di tutta europa rendendola di fatto il centro economico di quel periodo.
Le lettere di credito furono le prime forme di assegni, una forma id pagamento che liberò i commercianti dall'obbligo di dover intraprendere lunghi viaggi portando con se ingenti somme di denaro che potevano andare perdute durante i lunghi viaggi.
Successivamente lo sviluppo finanziario delle banche diede il via ad altre forme di pagamento come gli assegni ed i bonifici.
Oggi la rivoluzione digitale ha permesso la creazione di innumerevoli forme di pagamento alternative all'utilizzo del denaro, alcune di queste forme di pagamento elettronico sono sempre regolate dalle banche che hanno digitalizzato i conti correnti e le varie operazioni di cassa.
Oltre alle varie forme di pagamento elettronico promosse dalle banche sono ormai diffuse alternative forme di pagamento elettronico che in questione di non tracciabilità assomigliano all'utilizzo dei contanti.
Un esempio classico di queste forme di pagamento elettronico che garantiscono la massima privacy sono le criptovalute che permettono transazioni protette e crittografate che avvengono direttamente senza intermediari tra chi compra e chi vende.
Nonostante lo sviluppo di nuovi sistemi elettronici di pagamento anche non tracciabili oggi in paesi come l'italia sono stati imposti limiti all'utilizzo dei contanti.
La scelta di imporre limiti all'utilizzo dei contanti è stata giustificata dal governo italiano con la scusa di limitare l'evasione fiscale ma in realtà si presenta anacronistica, controproducente e assolutamente ridicola soprattutto per il contrasto alla vera evasione fiscale che coinvolge capitali e società di alto livello.



Licenza di distribuzione:
David Parigi
Responsabile pubblicazioni - Compro oro Toscana
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere