SALUTE e MEDICINA

Perché dovresti usare un esfoliante a base chimica

November 19 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La dermatologa certificata Sabrina Gillen Fabi, dottore in medicina, sapeva da molto tempo che voleva diventare medico e giornalista. Dopo tanto duro lavoro, ora può dire di essere entrambe le cose.

Già alle elementari, la dottoressa Fabi ha deciso che sarebbe diventata un medico quando sarebbe cresciuta perché voleva aiutare ad alleviare il dolore delle persone. Tuttavia, è stato solo quando ha combattuto contro l'eczema infantile, e poi ha sviluppato l'acne all'età di 12 anni, che ha ristretto la sua specialità preferita alla dermatologia. Durante l’estate, ha iniziato a lavorare per il suo dermatologo pediatrico David Lorber, lontano dal college presso l'Università dell'Illinois a Urbana-Champagne; a tutt’oggi rimane per lei un modello e una costante fonte di ispirazione. Dopo il liceo, la dott.ssa Fabi ha conseguito la laurea in medicina presso l'Università dell'Illinois presso il Chicago Medical College e alla fine ha completato uno stage in dermatologia in dermatologia laser cosmetica dove attualmente collabora presso il Goladman Butterwick Groff Fabi Wu & Boen.


Nonostante le sue aspirazioni per una delle carriere più laboriose in America, trova ancora il tempo per insegnare come professore clinico volontario alla UC San Diego e lavorare come diplomatica per l'American Council of Cosmetics. E, sì, lavora anche come giornalista, praticando in un altro lavoro dei suoi sogni; la dottoressa Fabi si occupa del segmento settimanale di notizie sulla salute locale di FOX 5, in cui parla di tutto ciò che riguarda la salute, dalla dermatologia all'Alzheimer.


Quando la dottoressa Fabi non è in ufficio, non insegna, non scrive articoli o appare in televisione, viaggia per il mondo. Durante la sua educazione a Chicago, la dottoressa Fabi ha viaggiato per il mondo con sua madre, proprietaria di diverse agenzie di viaggio al servizio della comunità ispanica. Queste avventure hanno ispirato il dottor Fabi a esplorare il mondo. (Caso esemplare: nell'estate del 2019, ha visitato Ecuador, Francia, Libano, Amazzonia, Monaco, Kuala Lumpur, Manila, Bangkok, Italia, Malta, Montenegro, Croazia, Slovenia e Grecia!).


Cosa la preoccupa di più nel suo lavoro?

Amo la diversità che il mio lavoro mi offre: la capacità di scolpire e risolvere i problemi estetici dei miei pazienti, così come prendersi cura dei pazienti e ricercare nuovi farmaci, iniettabili o laser, e postulare quali saranno le conseguenze per una di queste nuove modalità. È fantastico vedere come posso migliorare queste cose per ottenere risultati migliori per i miei pazienti e registrare e pubblicare questo per condividerlo con i colleghi di tutto il mondo.



Cosa la ispira?



Ciò che mi ispira di più è che i miei pazienti si sentono più sicuri grazie a ciò che facciamo.



Ha sempre voluto essere proprio un dermatologo?



All'età di sei anni sapevo che volevo diventare un medico, principalmente perché volevo alleviare il dolore delle persone, ma è stato all'età di 12 anni che ho capito meglio che tipo di medico volevo essere.



Qual è stato il punto di svolta?



Quando avevo 12 anni, ho avuto l'acne. Mi sono resa conto dell'impatto sull'autostima generale e dell'impatto più profondo che qualcosa di superficiale come la condizione della pelle può avere sulla fiducia generale di qualcuno e sul modo in cui interagisce con il mondo. Per tutta la vita affetta da eczema, compresa l'infanzia, ho voluto aiutare le persone a non passare quello che ho passato io.



Come un dermatologo nell’infanzia ha dato il via alla sua carriera?



Il dottor David Lorber era il mio dermatologo quando ero bambina. Era la persona e il dottore che volevo essere. Volevo imitarlo solo perché aveva dei modi fantastici. Ci si poteva fidare: si prendeva cura ed era estremamente competente e intelligente.



Anche dal suo dermatologo dell’infanzia trae ispirazione?



In effetti, ho lavorato con lui durante gli anni del liceo nei mesi estivi per ottenere un po' più di esperienza stando dall'altra parte, non come paziente, ma dal lato del medico. Questo ha consolidato la mia decisione prima di iscrivermi alla facoltà di medicina.



Se non fosse un dermatologo, quale sarebbe la sua professione?



Volevo diventare un giornalista. Lo faccio ogni settimana come corrispondente medico. Un'altra mia passione è istruire le persone in modo che io possa dar loro potere. Sentivo che attraverso i resoconti avrei potuto dire agli altri cosa stava succedendo. Come medico, posso parlare dei risultati della medicina e delle possibilità, nonché delle direzioni del futuro della medicina.



Lei sta vivendo quel sogno come corrispondente medico durante la newsletter settimanale di FOX Your HealthTM per il canale FOX 5 a San Diego.



Negli ultimi cinque anni, lo faccio ogni settimana. Parlo di tutto ciò che riguarda la medicina. Sono un medico, non solo un dermatologo, motivo per cui mi occupo di tutto, dalle malattie cardiache e dell'Alzheimer all'artrite. Questo mi dà un'opportunità unica per scoprire cosa sta succedendo in altre aree. Dopotutto, le condizioni non si presentano nel vuoto e ciò che colpisce un organo di solito influenza gli altri, compresa la pelle.



Quali sono le domande sulla cura della pelle più frequenti?



La domanda più frequente che mi viene posta: "Quando dovrei avviare il mio protocollo antietà?" e "Quando dovrei iniziare a usare antiossidanti, retinolo o fattori di crescita?" Dico sempre ai miei pazienti che si inizia a invecchiare dal momento in cui nasci. Innanzitutto, è necessario iniziare a utilizzare una crema solare minerale perché la maggior parte dei danni che subiamo proviene dai raggi UVA e UVB, ma anche dall'inquinamento.



Qual è la parte più difficile del suo lavoro?



A volte non è possibile soddisfare le aspettative dei pazienti riguardo ai metodi di trattamento non chirurgici. Soprattutto oggi, con le piattaforme di social media, possono esserci aspettative non realistiche su ciò che può essere ottenuto (specialmente con i filler), per quanto tempo questi risultati possono essere raggiunti e sull'aspetto del servizio.



Come i social media possono ingannare quando si tratta di trattamento medico?



Voi vedete solo le foto prima e dopo: non sapete cosa ci vuole per mantenere questi risultati. Inoltre non vedete tutti i prezzi sui social media e quanto vale questa persona per ottenere quel tipo di risultato. Quando i pazienti arrivano, a volte trovano frustrante sapere quanto potrebbero costare alcune di queste procedure. Se vogliono cambiamenti importanti, a volte potrebbero aver bisogno di un intervento chirurgico, e questo potrebbe non essere ciò che avevano pianificato di sentire o di cui avrebbero voluto parlare quando sono arrivati.



Quali semplici consigli puoi dare ai pazienti?



Una buona abitudine prima di dormire è quella di lavarsi il viso con un leggero detergente esfoliante (preferibilmente privo di particelle abrasive e a base di acido glicolico o salicilico) per sbarazzarsi di eventuali particelle inquinanti che si depositano sul nostro corpo e viso e ci invecchiano mentre dormiamo. Durante il giorno, non è necessaria solo una buona crema solare minerale, ma anche la possibilità di utilizzare un siero antiossidante. Non è solo la radiazione ultravioletta, ma anche l'inquinamento ambientale. L’antiossidante che applichi alla tua pelle aiuta protegge da ulteriori danni cellulari; la crema solare non interferisce con la penetrazione dei raggi UV-A e UV-B attraverso la pelle.



Quali tipi di trattamento sono più richiesti?



Nel centro da noi ci sono più di 50 laser differenti e altri apparecchi, ma il 60% di quello che faccio è ancora iniettabile. Nella mia pratica, utilizzo generalmente più filler dermici che sostanze iniettabili per ridurre le rughe. Negli Stati Uniti, i neuromodulatori sono il trattamento numero uno più comunemente usato, i filler sono il numero due.



Uno dei suoi preferiti - Ultherapy - lo pratica personalmente?



Utilizzo Ultherapy ogni anno e mezzo/due anni.



Quali altri trattamenti estetici fa lei personalmente?



Uso sostanze iniettabili per ridurre le rughe. Lo faccio regolarmente.



Faccio anche IPL in combinazione con Clear + Brilliant. Cerco di fare questi trattamenti non meno di tre volte all’anno. Non uso il filler molto spesso. Lo faccio una volta ogni 18 mesi.



Com’è la sua giornata tipo?



DI solito mi alzo alle 5:30 e faccio meditazione. Controllo la posta e inizio a prepararmi dopo circa 30 minuti. Prendo il caffè, faccio una passeggiata con il cane, e dopo inizia la mia giornata. Arrivo in ufficio verso le 7:30, a seconda del giorno. Faccio una teleconferenza o visito i pazienti all'ora di pranzo. La mia giornata è una combinazione di iniezioni, trattamenti laser, scleroterapia e talvolta liposuzione. Faccio molta ricerca clinica, quindi visito i pazienti sottoposti a ricerca clinica.



Quando finisce la sua giornata?



Di solito finisco intorno alle 17:00 e poi vado a uno dei corsi di fitness, di solito subito dopo incontro i miei amici per cena o uno spuntino veloce, oppure posso tornare a casa e lavorare sulle mie presentazioni e articoli, visto che pubblico anche molto e insegno. Mi rilasso alla fine della serata per circa un'ora. Guardo qualcosa in TV. In questo momento mi piace The Heist. Vado a letto verso le 22:00.



Qual è il suo regime di fitness?



Amo fare esercizio. Faccio lezioni di spinning al Pure Indoor Cycling una o due volte alla settimana e Pilates al Club Pilates almeno una volta alla settimana. Cerco di fare yoga allo Yoga Six una volta alla settimana e al Barry's Bootcamp quando riesco. Quando vengo in città, mi piace molto fare yoga all'aperto al Balboa Park ogni domenica.



Com’è la sua cura della pelle la mattina?



Al mattino, mi piace usare il Neocutis Neo Cleanse Gentle Skin Cleanser. Dopo di che mi piace applicare SkinMedica TNS Recovery Complex. Non esco di casa senza e lo porto anche in viaggio. Inoltre, se è una normale giornata lavorativa, utilizzo Neocutis JourneeTM Moisturizer con SPF 30.



Cosa prevede la cura serale della pelle?



Uso il detergente esfoliante Neocutis Neo Cleanse prima di andare al letto perché è un esfoliante a base chimica, non un esfoliante a base di palline. Le perle possono irritare e causare la formazione di un gran numero di vasi sanguigni. Dopo prendo una piccola quantità di tretinoina di acido ialuronico da prescrizione. Lo tollero un po' meglio ed è un po' più idratante di altri retinoidi da prescrizione.



Quali altre divertenti attività extra le piacciono davvero?



Mi piace viaggiare. Sono stata in 68 paesi. Viaggiare è la mia passione. Da bambina mia madre era proprietaria di agenzie di viaggio, quindi lavorando con lei ho viaggiato, controllando alberghi e vari tour operator. Ho amici in tutto il mondo con i quali posso incontrarmi e passare del tempo.



Altre passioni?



Cerco sempre di dare il meglio di me stessa. Non si tratta solo di raggiungere obiettivi. Riguarda il fatto che cresco anche personalmente e divento una persona migliore, il che, come ho scoperto, non richiede meno sforzo di qualsiasi altra cosa.




Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere