MOTORI RICERCA

Perché il tuo e-commerce non vende?

January 12 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Scopri tutte le tecniche necessarie per ottenere il successo del tuo business.

L’esplosione del commercio digitale ha reso più complicata la comunicazione tra l’utente e chi eroga il servizio. L’acquisto online necessita di tante componenti che concorrono al completamento del percorso fino al checkout: fiducia nella piattaforma, descrizione appropriata del prodotto anche attraverso le immagini, prezzi concorrenziali con il mercato, assistenza clienti puntuale e magazzini ben forniti. Una serie di dinamiche che si incastrano tra di loro. Il punto di partenza è però univoco: il meccanismo nasce da un sito ben ottimizzato e in grado di rispondere alle richieste degli utenti che si servono dei motori di ricerca per atterrare su un sito web. Nasce quindi proprio da questa esigenza "Strategie SEO per l'e-commerce", il libro di Lucia Isone che offre consigli pratici e teorici di Search Engine Optimization (SEO). L’autrice è una consulente e-commerce che mette a disposizione il proprio know-how anche ai meno esperti, che da poco si sono affacciati al mondo e-commerce e hanno l’obiettivo di incrementare in breve tempo la visibilità del proprio e-commerce. Attraverso il suo volume, edito da Hoepli e disponibile in formato PDF, ePUB, Mobi e Kindle, il posizionamento di un sito tra le pagine di ricerca della SERP non sarà più un target irraggiungibile.

Si tratta in effetti di un libro che rompe gli schemi precedenti della materia. La SEO è infatti un campo apparentemente semplice, che però in realtà nasconde tante insidie nascoste dietro gli algoritmi e le penalizzazioni che ciclicamente i motori di ricerca mettono in atto per migliorare la navigazione degli utenti. Attraverso "Strategie SEO per l’e-commerce", dedicato anche agli esperti di marketing che hanno bisogno di migliorare il proprio bagaglio di conoscenze dell’ottimizzazione onsite, la professoressa Isone svela i segreti delle più importanti tecniche di ottimizzazione on-page e off-page, nonché della importante pratica della link building. Quest’ultima risulta ancora poco utilizzata e apprezzata dai marketer, ma risulta una delle più importanti armi per veicolare su un e-commerce traffico di qualità, sia proveniente da altri siti che dallo stesso sito. Il volume approfondisce nel dettaglio questa pratica, per permettere ai marketer di capirne il funzionamento e l’utilizzo, ma anche il livello qualitativo a cui ambire e le diverse tipologie. Basti pensare che anche attraverso i social media è possibile fare link building, ma bisognerà prestare molta attenzione alla differenza fisiologica tra il pubblico che frequenta i vari network e quello senza dubbio più interessato che naviga tra le pagine di un sito.

Coloro che frequentano il mondo del web marketing da poco tempo sanno bene che è necessaria tanta competenza tecnica, non solo per strutturare al meglio il portale, ma anche per rispondere in maniera perfetta alle richieste dell’utente finale e di un altro componente importante, ossia i motori di ricerca che attraverso le query "traghettano" virtualmente il potenziale acquirente verso la piattaforma in grado di soddisfare il suo bisogno. Non si tratta dunque solo dell’ennesimo pezzetto di strategia da includere a budget, ma di un componente strutturalmente importante come il SEO, visto che ogni contenuto dell’e-commerce deve essere rivolto sia a coloro che dai loro dispositivi, mobile o desktop, si dirigono verso la "thank you page" che ai vari Google, Bing e simili che quotidianamente "frequentano" le pagine di un sito per analizzarne l’attiguità con quanto richiesto dagli utenti e per penalizzare eventuali elementi negativi "banditi" dai vari algoritmi.

La Search Engine Optimization comprende ogni step che riguardi l’e-commerce: dalla definizione e attuazione di un piano di comunicazione in grado di attirare un pubblico più ampio in linea con il target di riferimento, fino all’analisi approfondita della struttura del sito ogni dettaglio può essere fondamentale per creare la fiducia necessaria affinché il cliente paghi un prodotto o un servizio. Tra homepage, sezioni e pagine prodotto, a fare la differenza spesso solo appositi tool SEO, molto conosciuti tra gli addetti ai lavori ma meno noti a chi non è esperto di ottimizzazione onsite. Al centro del meccanismo non può mancare la Google Search Console, strumento cardine per incrementare il traffico e quindi la produttività. Il gigante delle ricerche online nel tempo ha affinato le proprie tecniche di analisi, vestendo i panni dei clienti: è per questo che nel libro è riportato un interessante elenco dei motivi più importanti per cui Google può penalizzare un sito web facendolo arretrare tra i risultati di ricerca e quindi abbassando notevolmente o persino azzerando il traffico in entrata, fonte essenziale di sostentamento per qualsiasi e-commerce.

All’intero di Strategie SEO per l’e-commerce non manca uno sguardo verso l’estero: sono sempre più, infatti, i siti rivolti non solo al pubblico italiano. In questo caso, sarà fondamentale focalizzarsi sul rispetto dell’architettura, sull’aderenza delle traduzioni, sulla presenza dei differenti sistemi di pagamento, nonché sul markup. Presenti anche i segreti di un monitoraggio efficiente: per ottenere risultati importanti non è sufficiente implementare pezzi di codice, ma assume medesima importanza l’analisi dei risultati e la risoluzione di eventuali problemi nella fase di indicizzazione delle pagine del sito e del raggiungimento del target conversioni. L'obiettivo finale non è necessariamente la scalata alla prima posizione della SERP di Google, ma una maggiore consapevolezza dell'importanza della SEO e di ogni dettaglio architetturale per garantire la migliore customer experience sulla strada verso il check out.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere