PRODOTTI

Perché usare cosmetici biologici

September 21 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il cosmetico è antico quanto l’uomo. Fin dalla preistoria l’essere umano ha cercato di adornare il proprio corpo sia per ragioni estetiche che per ragioni mistiche.

La storia dei cosmetici fonda le sue radici storiche nell’antico Egitto. Successivamente la cosmesi ha conosciuto periodi di maggiore o minore fioritura, ma ha sempre continuato ad accompagnare donne e uomini in tutte le epoche.

Alle porte del terzo millennio la bellezza è diventata espressione di libertà, amore verso se stessi, affermazione della propria identità e, si sa: “La bellezza salverà il mondo”, come scriveva Dostoevskij.

La cosmesi ha a che fare con la bellezza, e la bellezza ha a che fare con l'amore.

La speranza e la possibilità di migliorare il nostro aspetto e di stare meglio con noi stessi, hanno alimentato nel tempo il successo della cosmesi.
Per ottenere questi risultati, nei cosmetici sono stati impiegati tutti gli ingredienti possibili, una buona parte di sintesi, senza domandarsi se tali sostanze alla lunga e in dosi massicce, potessero avere un impatto negativo sulla persona e sull’ambiente.

Accanto a questa cosmesi chimica, portata avanti soprattutto dalle grandi marche di cosmetici, di recente ne è nata un’altra, che pur non rinunciando alle scoperte della scienza, predilige l’utilizzo esclusivo di materie prime naturali o di loro derivazione: la cosmesi naturale. Un ritorno alle origini ma con tanta modernità.

Negli ultimi decenni è cresciuta molto l'attenzione verso l'ambiente e il consumo ecosostenibile, e in questo contesto generale è aumentata la richiesta di prodotti cosmetici sempre più naturali. Naturale, un termine molto usato che però non è sempre sinonimo di sicurezza assoluta.
Oltretutto, dire “naturale” nel campo dei prodotti di bellezza significa solo parlare di ‘cosmetici a base vegetale’. Non c’è indicazione specifica in campo legislativo e la legge non indica quali debbano essere le caratteristiche dei prodotti cosmetici bio/naturali/green; va anche sottolineato però che tutti i prodotti cosmetici, a connotazione naturale e non, devono essere conformi alle rigide norme del Regolamento europeo 1223/2009.
Nel campo della cosmesi naturale, visto che non esiste una norma specifica, sono nati vari enti, italiani e europei che hanno redatto dei protocolli.
In Italia i prodotti di bellezza possono essere certificati da ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale), o dal CCPB (Consorzio per il Controllo dei Prodotti Biologici).
Queste certificazioni si ispirano al rispetto per l'ambiente e per l'uomo; controllano e certificano quelle aziende che svolgono la propria attività nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente, tutelando la dignità dei lavoratori e i diritti dei consumatori.

I cosmetici naturali sono di solito quelli che contengono ingredienti derivanti da estratti vegetali, mentre quelli etichettati come eco-bio sono quelli formulati con ingredienti vegetali che derivano da agricoltura biologica, quindi più attenti alla salute e all’ambiente.

Nella migliore delle ipotesi, i prodotti definiti “naturali” contengono al massimo il 10% di sostanze vegetali tal quali, e dosi variabili di sostanze ottenute per trasformazione di sostanze vegetali.
Un fitocosmetico non di facciata, ma di contenuto, sarà formulato con sostanze di base sia vegetali che di derivazione vegetale, dovrà contenere dosi adeguate di sostanze funzionali vegetali, tali da assicurare l’effetto cosmetico promesso.
Soprattutto, dovrà garantire ai consumatori che non sono state impiegate sostanze potenzialmente rischiose per la loro salute e per la tutela dell’ambiente.

Anche la nostra pelle ha i suoi ecosistemi: è fondamentale rispettarne l’equilibrio, e proteggerla dall’ambiente esterno. I cosmetici sono il cibo della pelle e, come ciò che mangiamo, devono essere sani e sicuri.

Con il termine biocosmesi s’intendono tutti quei prodotti di cosmetica la cui realizzazione avviene utilizzando esclusivamente prodotti naturali seguendo le regole basilari del rispetto dell’ambiente.

Bisogna però tenere presente che in campo cosmetico oltre agli oli da massaggio e poco altro, i prodotti non possono essere interamente vegetali. Per mantenere stabile la crema o la lozione sono necessari emulsionanti, tensioattivi, conservanti, che sono tutte sostanze di sintesi.
Quindi, ci saranno sostanze di sintesi anche nei cosmetici biologici naturali, ma scegliere un cosmetico bio certificato significa essere sicuri che conterrà prodotti agricoli e zootecnici derivati da agricoltura biologica certificata, non avrà sostanze dannose, tossiche o allergizzanti; non saranno stati impiegati OGM e non ci sarà stata sperimentazione sugli animali.

Un consiglio tanto banale quanto importante è: leggiamo sempre le etichette, così da capire cosa stiamo portando sul nostro corpo!
E se la nomenclatura scelta per le etichette non sempre è accessibile per i non addetti ai lavori, in questi casi diventa buona norma controllare l’INCI, ossia l’elenco degli ingredienti, riportato sulla confezione.

-----

Entrando in Good Place entrerete in un mondo di bellezza, salute e amore verso voi stessi e il mondo che vi circonda.
In Good Place troverete prodotti cosmetici naturali e biologici sicuri, garantiti ed efficaci: dalla crema viso bio al fisio shampoo, dalla crema corpo all'aloe vera al gel esfoliante bio, dalla crema giorno bio da uomo al fluido idratante dopobarba.

www.goodplace.it

Info: servizioclienti@goodplace.it - Tel. 049 9819402 - Cell. 333 5499847



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere