EVENTI

Premio Smart Building 2018

November 19 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Al Politecnico di Bari la consegna del Premio Smart Building, riconoscimento all’architettura attenta all’integrazione tecnologica e ai prodotti innovativi presentati dalle aziende a Smart Building Levante.

I progetti Corte Bertesina a Vicenza dello Studio associato Traverso-Vighy Architetti, Villaggio Davines a Parma di Matteo Thun e Luca Colombo e FuturDome a Milano di Atto Belloli Ardessi sono i vincitori del Premio Smart Building 2018, iniziativa realizzata in collaborazione con la rivista di architettura The Next Building.

Istituito nel 2016 per dare rilievo al concetto di architettura innovativa e attenta all’integrazione tecnologica come strumento per introdurre intelligenza negli edifici, il Premio promuove il concetto di smart building come volano di criteri progettuali per il risparmio energetico, la gestione, il comfort e la sostenibilità ambientale.

«Con il Premio diamo il giusto risalto alla capacità di inventare e reinventare spazi diversi tra loro per destinazione d’uso, ma accomunati da uguali attenzioni alla qualità del vivere e all’innovazione intesa anche come modo diverso di intendere luoghi tradizionali, attraverso contaminazioni “rischiose” che aggiungono “intelligenza” al progettare e al costruire. Rendiamo quindi omaggio alle straordinarie doti creative di professionisti che contribuiscono all’affermazione di un modello di sviluppo sostenibile e di altissima qualità», afferma Luca Baldin, project manager di Smart Building.

I vincitori dell’edizione 2018 sono stati scelti da una giuria composta da personalità come Emilio Pizzi e Ingrid Paoletti del Politecnico di Milano, Manuela Pelloso, presidente dell’Ordine degli Architetti di Vicenza, Roberta De Ciechi di The Next Building, Pasquale Capezzuto, consigliere dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Bari e Luca Baldin, project manager di Smart Building.

Di seguito le motivazioni al Premio della giuria
Corte Bertesina Studio associato Traverso-Vighy Architetti (Categoria Hotel e turismo)
Corte Bertesina è un progetto che reinventa ed attualizza il concetto di corte agricola, tipica delle campagne venete e frutto di una secolare tradizione che affonda le radici nella civiltà delle ville palladiane e nel loro straordinario rapporto col paesaggio. Traverso e Vighy hanno saputo realizzare un’operazione di autentica resilienza di un manufatto storico, unendo in un unico contenitore più funzioni, tra cui quella di ricettività turistica e quella di fattoria sociale, traducendo con assoluta coerenza in architettura sostenibile ed ad elevato tasso tecnologico il credo da loro enunciato, ovvero “l’impatto positivo che un progetto può avere nella rigenerazione dell’ambiente circostante sia naturale che urbano, sociale ed economico”.

Villaggio Davines LEV-Arch di Luca Colombo (Categoria Industria d’Autore)
La Davines SpA è un’azienda con sede a Parma attiva nel campo della cosmetica professionale e che si impone per il forte investimento in ricerca e per le attenzioni alla sostenibilità ambientale. Una filosofia aziendale che si traduce in forma nella nuova sede progettata da Matteo Thun e Luca Colombo e che ha dato vita ad una factory di altissima qualità formale, tutta improntata ai principi della sostenibilità ambientale in cui operano i quasi 300 dipendenti dell’azienda. Il progetto di Luca Colombo, uscendo dai canoni meramente utilitaristici, ma con eguale attenzione ai criteri funzionali di un’impresa, costituisce un magnifico esempio della possibilità di coniugare gli spazi del lavoro ad un’idea di qualità totale. Da qui nasce l’idea di Villaggio Davines: più che un luogo di lavoro, un luogo della vita operosa.

FuturDome Atto Belloli Ardessi (Categoria Residenziale)
È già diventato un caso a Milano e un caso di studio nel mondo dell’architettura per la sua capacità inedita di unire in un unico luogo ad alto valore simbolico (una delle ultime sedi del movimento futurista) due funzioni apparentemente inconiugabili, come quella abitativa e quelle espositivo/museale. FuturDome si autodefinisce un progetto di “housing museale”, sposando quel principio di contaminazione che caratterizza l’arte e la civiltà contemporanea. Spazi privati e spazi pubblici si intersecano continuamente e l’energia che ne scaturisce ha portato alla rigenerazione di un intero quartiere di Milano. Preservato nei propri valori stilistici ed esaltato dalla sua storia, l’edificio è stato ristrutturato utilizzando le tecnologie costruttive più innovative che hanno contribuito in modo determinante a rendere possibile la coabitazione di spazi privati e pubblici, indicando la strada per una nuova (o antichissima) idea di privacy che si sposa perfettamente a quella della città come opera collettiva.

Nel suo impegno di sostegno e promozione dell’innovazione dell’impiantistica elettrica ed elettronica negli immobili e della digital transformation nel nostro Paese, Smart Building Italia segue con interesse gli sviluppi dell’evoluzione tecnologica applicata al concetto di “intelligenza” delle funzioni e dei servizi negli edifici.

Insieme ai premi per l’architettura smart, il Premio Smart Building è stato perciò assegnato anche a prodotti innovativi presentati dalle aziende a Smart Building Levante (22-23 novembre alla Fiera del Levante di Bari), la manifestazione che presenta le tecnologie che disegneranno il futuro del progettare e dell’abitare.

I vincitori 2018 sono
• la startup Smart Domotics per Smart-Dom, sistema di monitoraggio del consumo energetico (categoria gestione energetica)
• CSI Safe Living con la centrale di allarme Infinite CP 3000 che integra funzioni domotiche (categoria sicurezza + domotica)
• MARSS IP & Security per MAHOSY, sistema di gestione alberghiera (categoria applicazioni).

Ai tre vincitori si aggiungono inoltre due segnalazioni della giuria: Globotel per la stazione multimediale di sicurezza e videosorveglianza WSX (categoria sicurezza) e Telestar per il dispositivo per connessioni e accesso remoto Tosibox Lock 500 (categoria cyber security).



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere